rotate-mobile
Sport

Sport pontino al top, ma impianti flop a Latina: l’analisi di Damiani

Alla chiusura della stagione, il delegato allo sport del Pd analizza la situazione delle strutture nel capoluogo pontino, non adatte alle eccellenze sportive che Latina sa offrire

Sport pontino al top, ma impianti flop. Così si potrebbe sintetizzare la situazione nel capoluogo pontino . “A fine stagione - commenta il delegato allo sport del Pd, Francesco Damiani - come d'incanto, ritornano a galla le problematiche relative alle strutture sportive nella nostra città, problema ormai annoso che pone Latina, in una posizione marginale nei confronti delle città italiane dello stesso livello”.

Stando ai risultati sportivi, secondo Damiani, Latina non ha nulla a che invidiare alle altre città italiane, basti pensare alla serie A sfiorata dal Calcio, al Volley che da anni stagione nella massima serie, al basket che ha dimostrato di essere uno sport di riferimento nella nostra città, la pallanuoto che ha già militato in serie A1 ed oggi ha tre società con un folto settore giovanile ed ha disputato un campionato di serie A2 maschile ed uno di A2 femminile, una Società che ha disputato il campionato di serie B ed una Società che ha disputato il campionato di serie C; e come non citare tra le altre anche il calcetto che ha ottenuto la promozione in serie A.

“Risultati - prosegue l’esponente provinciale del Partito Democratico - che dimostrano le capacità e la volontà da parte delle società sportive di volersi impegnare ed investire nello sport.

Di contrasto la situazione degli impianti, uno stadio non adeguato neanche alla serie B, un palazzetto non idoneo per la serie A1 e per le coppe Europee, una piscina scoperta che, oltre a non riuscire a soddisfare le esigenze delle tre società, non risponde ai criteri dettati dalla Federazione e disponibile soltanto nel periodo invernale in quanto nel periodo estivo torna in gestione al privato. Una situazione - prosegue Damiani - su cui l'amministrazione comunale dovrebbe riflettere ed individuare le giuste soluzioni”.

“Un chiaro riferimento, poi, alla questione che sta tenendo banco in questi giorni, quella dell’ampliamento dello stadio Francioni. “Il sindaco rilascia dichiarazioni di volontà nel realizzare interventi per adeguare lo stadio alle esigenze richieste dalla categoria ma, per il resto della città sportiva, il vuoto, non si parla di nulla. Non si può parlare soltanto dello Stadio, non si può agire sempre in emergenza, occorrerebbe una corretta programmazione per individuare le soluzioni.

Una amministrazione lungimirante - conclude Damiani - doveva programmare per tempo interventi di medio periodo che potessero consentire a tutti di praticare la propria disciplina sportiva, da tempo si parla del palazzetto in via dei Mille, da tempo si parla di piscine ma, ad oggi, nessuna iniziativa che possa lasciare speranza ai tanti sportivi della città. Non e' possibile che il sindaco Di Giorgi, pur se tifoso, non si interessi di tutti i suoi cittadini, di tutti gli sportivi ma, soltanto del calcio”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sport pontino al top, ma impianti flop a Latina: l’analisi di Damiani

LatinaToday è in caricamento