Lunedì, 18 Ottobre 2021
Sport

Latina-Bari 1-2, le pagelle: il centrocampo funziona. L’attacco no

Ottima prestazione del duo Schiattarella-Olivera, tra i migliori in campo. Scaglia protagonista con un gran gol. Male Corvia e Jefferson. Ammari spaesato

E’ vero che gli infortuni hanno condizionato la gara, impedendo a Iuliano di fare i cambi dettati dalla tattica, ma è altrettanto vero che ancora una volta, come accadde nella gara contro l’Ascoli, il Latina cede troppo campo agli avversari dopo aver sbloccato l’incontro nel primo tempo. Un bel primo tempo, chiuso avanti grazie al gran gol di Scaglia, viene vanificato da una ripresa troppo passiva, trascorsa a far muro contro la pressione del Bari, che alla fine, premiata anche dalla buona sorte, è riuscito a ribaltare il risultato.

LATINA (4-2-3-1) Di Gennaro 6,5; Bruscagin 6 Brosco 6 Dellafiore 6,5 Calderoni 5,5; Schiattarella 6,5 Olivera 6,5; Acosty 6 (21’st Dumitru s.v. (36’st Moretti s.v.)) Ammari 5,5 Scaglia 6,5; Corvia 5,5 (33’st Jefferson 5,5). A disposizione: Farelli, Minala, Bandinelli, Esposito, Marchionni, Baldenzeddu. All. Iuliano 5,5

Di Gennaro 6,5 – Perfetto nel primo tempo sulle tre conclusioni nel primo tempo, che c’entrano lo specchio della porta. Incolpevole sui gol

Bruscagin 6 – Sansone è un cliente scomodo, ma lui si disimpegna con relativa tranquillità. Spinge poco, ma con Acosty davanti, serve qualcuno che copra.

Brosco 6 – Resiste fino alla fine al forcing barese, che però riesce ad avere successo. Nessun grave errore a referto.

Dellafiore 6,5 – Primo tempo perfetto, tra chiusure in anticipo e letture difensive inappuntabili.

Calderoni 5,5 – Non si sovrappone più di tanto, preoccupato dalla presenza di De Luca. Il gol di Valiani nasce dalla sua zona, lasciata incredibilmente scoperta.

Schiattarella 6,5 - Sembra che quello del mediano basso sia il suo ruolo naturale. La cerniera con Olivera funziona alla grande, soprattutto nel primo tempo, quando il Latina chiude bene e riparte velocemente. Cala un po’ nel finale, ma resta tra i più positivi.

Olivera 6,5 – Leader assoluto della squadra. Recupera, e riparte, e ha il tempo di inventare come il cioccolatino recapitato ad Acosty, non apprezzato a dovere. Va anche al tiro a inizio ripresa, ma una deviazione gli nega un probabile gol.

Acosty 6 – Tra i più vivaci, sia che parta da destra, sia che agisca dalla parte opposta. Sfiora due volte il gol, nella prima occasione è bravo Guarna, nella seconda difetta nel controllo. Si fa male a metà ripresa (21’st Dumitru s.v. – Meno di un quarto d’ora prima di farsi male. Il tempo di una grande giocata con fuga palla al piede, chiusasi con un passaggio sbagliato. 36’st Moretti s.v.)

Ammari 5,5 – Fatica nel primo tempo ad agire tra le linee. Va un po’ dove lo spinge la corrente e non la logica. Passo indietro rispetto a Cagliari

Scaglia 6,5 – Agisce sulla fascia sinistra, quando si inverte con Acosty trova quasi subito il gol. E che gol. Nella ripresa continua la sua gara di corsa e sacrificio fino a quando non si accende la spia della riserva.

Corvia 5,5 – Mezz’ora o poco più di battaglia solitaria. Difficile pensare di sbloccarsi. Lotta contro un intero reparto, e capitola all’ennesimo contrasto perso (33’pt Jefferson 5,5 – Stesso triste destino del collega di reparto. Alterna giocate interessanti, tipo la fuga palla al piede a metà ripresa, a errori piuttosto banali).

Iuliano 5,5 – Ok gli infortuni, ok il calo fisico, ma per la seconda volta consecutiva al Francioni, la squadra dura un tempo. Trascorrere 45 minuti a difendere l’1-0 può premiarti una volta, non sempre.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Latina-Bari 1-2, le pagelle: il centrocampo funziona. L’attacco no

LatinaToday è in caricamento