Giovedì, 28 Ottobre 2021
Sport

Latina sconfitto dall'Albalonga (1-2) e addio sogni di gloria. Terracciano contestato

Buona partenza dei pontini che non trovano il gol e vengono puniti da Corsetti prima del riposo. Nella ripresa rigore di Barone e rete di Fontana. Trastevere a +13 con una gara in meno

Giochi chiusi

E’ finita tra i fischi misti a insulti. Nessuno risparmiato. Il presidente Terracciano in primis. Dal primo all’ultimo dei tesserati nerazzurri, che sul campo hanno indossato la casacca bianca. Contrapposta all’umore nero dello stadio, che ha accolto i pochi presenti destinati tra poco a diventrare pochissimi con una stagione già dai battenti già chiuso per il vertice. 

A sancire l’uscita di scena del Latina dalla poule promozione è la quarta sconfitta al Francioni, dove prevale l’Albalonga molto concreta che trascinata dal solito Corsetti, ha piazzato i colpi nei momenti topici tra fine primo tempo ed inizio ripresa.

Il gol di Fontana ha esclusivamente restituito interesse al match, che ha confermato la generosità della squadra di Di Napoli, ma null’altro.

Adesso è palese che bisogna rimodulare rosa e spese ben oltre la partenza di Iadaresta, che si commenta da sola vista la prospettiva Bari.

Tredici punti di distacco dal Trastevere che ha una partita in meno, ed un’infinità di avversarie davanti: è bene pensare all’anno che verrà evitando di alimentare ulteriori illusioni oltre a quelle date in settimana da Terracciano, il quale ha parlato di obiettivi ancora raggiungibili.

La partita

E’ buona la partenza del Latina, che si affaccia più volte dalla parti di Jorio, mostrando di avere più soluzioni al tiro. Occasioni quindi per Fontana e Masini neutralizzate dal portiere castellano, ed una girata di Cittadino, che nel cuore dell’area di rigore avrebbe meritato miglior fortuna anziché finire alta sulla traversa.

Neutralizzate però le corsie laterali, dove Quagliata e Galasso avevano trovato inizialmente terreno fertile, l’Albalonga ha bloccato le velleità del Latina costringendola ad uno sterile possesso palla.

Un match quindi statico, scosso dalla rete di Corsetti, comodo appoggio di testa al 39’ su corner di Barone. Difesa completamente immobile, ferma nella protesta per un presunto blocco di Pippi su Galasso minimamente ravvisato dal direttore di gara.

Nella ripresa Latina in cerca del pareggio attraverso una manovra lenta e sin troppo elaborata, mente l’Albalonga fa tesoro della ripartenza di Corsetti, che al 15’ costringe al fallo Dionisi appena ll'inerno dell' area di rigore.  Barone spiazza Guddo.

Il tempo di rimettere la palla a centrocampo e da un tocco intelligente di Tiscione (al rientro dopo due mesi dall’infortunio) in area piccola, scaturisce il gol di Fontana che vince il gioco dei rimpalli tra portiere e difensori.

Di tempo ce ne sarebbe tanto per ribaltare il risultato, ma a prevalere è la fiera e tratti garibaldina resistenza dell’Albalonga fino al novacinquesimo.

Tabellino 

Latina - Albalonga 1-2

Latina (4-3-3): Guddo; Galasso, Dionisi, Ranellucci, Quagliata (16'st Costa); Barberini (1'st Caternicchia), R. De Martino (40'st Maiorano), Cittadino; Casimirri (1'st Tiscione), Fontana, Masini (16'st Atiagli). A disp. Bortolameotti, Manes, Pesce, S. De Martino. All. Di Napoli

Albalonga (4-5-1): Jorio; Lommi, Sordi, Paolacci, Pace; Palumbo (33' st Fatati), Barone, Di Cairano, Corsetti; Pippi (41'st Pagliarini). A disp. Del Moro, Panini, Casanova, Capogna, Proietti, Mastromattei, Follo. All. D'Adderio

Arbitro: De Angeli di Milano

Assistenti: Fumarolo di Barletta e Andreano di Foggia

Marcatori: 39' pt Corsetti, 15'st Barone (rig.), 16'st Fontana

Note: ammoniti Barberini, R. De Martino, Costa, Caternicchia, Jorio, Lommi, Di Cairano. Angoli 5-1. Recupero 2' pt, 5'st. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Latina sconfitto dall'Albalonga (1-2) e addio sogni di gloria. Terracciano contestato

LatinaToday è in caricamento