Chiappini resta, ma comincia l'epurazione: cinque giocatori salutano il Latina. Fuori anche Rabbeni

Il partner offensivo di Iadaresta, lascia i nerazzurri dopo aver realizzato 5 reti nella prima parte di stagione. Con lui fuori anche De Francesco, Romeo, Belvisi e Tomei

"I progetti ed i programmi anche nel calcio si giudicano a medio e lungo termine e non certo dalle emozioni del momento o prendendo decisioni affrettate. Il Latina Calcio 1932 dopo 48 ore di analisi e confronto con lo spogliatoio, la dirigenza e gli organismi societari, rompe il silenzio ed assume le prime decisioni, senza tralasciare alcuni aspetti che hanno caratterizzato la nascita del nuovo sodalizio lo scorso mese di agosto".

“Siamo fermamente convinti che un buon piazzamento in classifica è esattamente l’obiettivo che ci eravamo dati e l’attuale posizione dimostra come ci si sta muovendo coerentemente con i programmi ed i progetti della società, costituita per riportare il calcio che conta nel nostro territorio. Il nostro progetto è a medio e lungo termine e il nostro obiettivo è quello di occupare alla fine della stagione le prime posizioni della classifica. Se riuscissimo a vincere il campionato per noi significherebbe aver raggiunto un risultato eccezionale, non previsto nel nostro primo anno di attività e al di sopra di ogni più rosea aspettativa. Siamo ad otto lunghezze dalla seconda in classifica e solamente a quattro punti dalle terze tra cui il Trastevere che incontreremo in casa il prossimo 3 dicembre".

Queste le parole del presidente del Latina  ha spiegato il presidente Antonio Terracciano. Il preambolo alla conferma del tecnico Chiappini, fortemente messo in discussione dopo gli ultimi risultati negativi della squadra, il cui esonero è stato caldeggiato da un nutrito gruppo di supporter nerazzurri. 

"Pensare di fare meglio di Rieti che ha messo in campo una squadra consolidata che gioca insieme da tre anni è quasi impensabile. La nostra stagione calcistica, comunque, si concluderà tra 21 gare e, quindi, manca ancora tanto alla fine del campionato e tutto ancora è da decidere. Proprio per questo guarderemo al mercato di dicembre per dare una maggiore consistenza e per rinforzare alcuni reparti della nostra squadra”, ha dichiarato Terracciano.

Chiappini dunque resta, anche perché, dallo spogliatoio non è giunto alcun segnale circa attriti tra giocatori e mister: "Abbiamo parlato con i giocatori singolarmente e in gruppo e non sono pervenute discriminanti circa l’attuale tecnico. Anzi tutti hanno rinnovato la fiducia per il lavoro fin qui svolto e pertanto non esistono le ragioni per un suo eventuale esonero. Abbiamo rinnovato la fiducia al tecnico perché quanto fin qui fatto rispecchia i nostri progetti e programmi”.

Rabbeni e altri quattro salutano

Se la notizia della conferma di Chiappini poteva anche essere ipotizzata prima della nota stampa pubblicata dalla società, sorprende l'elenco dei nomi dei primi giocatori esclusi dal progetto Latina. Non tanto per il 'taglio' in sé, che a pochi giorni dall'inizio del mercato di serie D sono una consuetudine, ma per i nomi dei giocatori esclusi: accanto ai difensori Belvisi e Tomei, compaiono anche i nomi di Luciano Rabbeni, Mirko De Francesco e Samuele Romeo. Tre titolari, tre pezzi grossi dell'organico nerazzurro, in particolare il primo (5 gol a segno), partner offensivo di Iadaresta, e De Francesco, autore di due reti. Su Rabbeni è pronta a scatenarsi un'asta che vedrà coinvolte almeno cinque squadre. Pesante anche l'uscita di Romeo, salutato con un post su Instagram dal capitano Edoardo Catinali

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 236 nuovi casi in provincia e altre quattro vittime del covid da Latina e Fondi

  • Coronavirus Latina: altri 5 decessi in provincia, 139 i nuovi casi positivi

  • Coronavirus Latina: ancora 260 nuovi casi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus Latina, la curva sale ancora: 260 nuovi contagi in provincia. Tre i decessi

  • Coronavirus, nuova impennata: 309 casi in provincia, quattro morti. In aumento i ricoveri

  • Coronavirus Latina: la curva dei contagi non si piega, altri 257 in provincia. Tre i decessi

Torna su
LatinaToday è in caricamento