Sport

Poker del Frosinone, i pontini crollano e sono ultimi in classifica

I pontini subiscono l'uno due di Ciofani al 14' e al 17' del primo tempo. Nella ripresa Dionisi chiude l'incontro. Inutile il gol di Doudou; Curiale firma il poker alla mezz'ora. Errore dal dischetto per Viviani

Nella partita che poteva segnare la svolta, il Latina cade rovinosamente al “Francioni” nel derby contro il Frosinone. Una sconfitta pesante in tutti i sensi, ivi compreso il punteggio che infierisce impietosamente su una squadra allo completamente sbando. Gioiscono i ciociari, che festeggiano l’esaltante inizio di stagione, raggiungendo la seconda posizione in classifica. Un risultato impronosticabile fino a poche settimane fa.

PRE-PARTITA - Brutto episodio prima dell'inizio della partita: un gruppo di facinorosi all'arrivo del pullman del Frosinone ha lanciato un sasso contro il mezzo; secondo quanto si apprende il team manager dei cicociari sarebbe rimasto ferito, fortunatamente in maniera non grave.

Calcio, derby Latina-Frosinone: pre-partita al Francioni

IL MATCH - L’atteggiamento con il quale il Latina principia la sua partita, inviterebbe anche i più acerrimi detrattori a coltivare bei pensieri. I primi cinque minuti mostrano una formazione aggressiva e intraprendente, trascinata da un ispiratissimo Viviani. Sua la prima conclusione verso la porta di Pigliacelli, dopo soli tre minuti. Ma è un fuoco di paglia: il Frosinone prende presto le misure, alzando il baricentro, ricacciando progressivamente i pontini nella propria metà campo. La formazione di Breda si scolla presto, con i difensori e centrocampisti distanti dalle due punte, malinconicamente lasciati a pascolare nella trequarti avversaria. Il resto lo fa Ciofani, che nel giro di due minuti e mezzo piazza due colpi letali. E se nel primo gol, è bravo a raccogliere un pallone vagante in area, nella seconda pesca un diagonale chirurgico sul quale il povero Farelli non può fare nulla. Il Latina accusa il colpo, e non potrebbe essere altrimenti in una squadra già attanagliata da mille problematiche. Viviani è l’unico a spiccare, assumendo però il classico ruolo del predicatore nel deserto. E’ indicativo che Breda cambi dopo mezz’ora, richiamando Crimi, e inserendo Sbaffo. Ma la scossa non arriva. Tra i pontini alberga la confusione (si veda la rimessa laterale effettuata male con conseguente controfallo, al 41’), eccezion fatta per l’indomito Viviani, che scuote la traversa su punizione al 40’. Troppo poco per far male ad un Frosinone ben organizzato, e sceso in campo con il piglio della grande squadra.

SECONDO TEMPO – Breda si affida al 4-3-3 togliendo Bruscagin e inserendo Sforzini, ma deve mettere a referto il terzo gol dei ciociari. Un gol che fotografa alla perfezione il momento di totale confusione dei suoi: è Dionisi a trafiggere Farelli con un preciso diagonale, dopo aver rubato palla ad un disorientato Dellafiore. L’ennesimo segnale funesto, giunge dopo un quarto d’ora, quando Viviani spedisce a lato un calcio di rigore. L’episodio scatena il pubblico, che comincia a contestare la squadra, ma può esultare due minuti dopo per il gran gol di Doudou – subentrato a Paolucci – autore di una grande azione personale. Ci sono i margini per pensare ad una clamorosa rimonta, anche perché il Frosinone resta in dieci al 27’ per l’espulsione di Paganini. Ma è Curiale – subentrato a Gori - a mettere il sigillo sui tre punti, con un perfetto contropiede. La partita di fatto finisce alla mezz’ora. La grande parata di Pigliacelli su Sforzini al 44’ serve solo a rinfoltire i taccuini dei cronisti. Festeggiano i 400 tifosi del Frosinone, che intonano cori a favore del loro tecnico. Tutt’altro stato d’animo per il suo collega Breda, che raccoglie una sconfitta pesantissima, e comincia ad avvertire i miasmi della zona retrocessione.

Calcio, derby Latina-Frosinone: la partita

LATINA (3-5-2): Farelli; Dellafiore, Cottafava, Bruscagin (1’st Sforzini); Milani, Crimi (33’pt Sbaffo), Viviani, Bruno, Rossi; Pettinari, Paolucci (11’st Doudou). A disposizione: Spilabotte, Sbaffo, Petagna, Ashong, Talamo, Almici, Ricciardi. All. Breda

FROSINONE (4-4-2): Pigliacelli; Zanon, Schiavi, Blanchard, Crivello; Paganini, Gori (22’st Curiale), Gucher, Masucci (33’st Altobelli); Dionisi (7’st Musacci), Ciofani D. A disposizione: De Lucia, Soddimo, Ciofani M., Gessa, Bertoncini, Carlini. All. Stellone

ARBITRO: Merchiori di Ferrara

MARCATORI: 14’pt, 17’pt Ciofani (F), 7’st Dionisi (F), 17’st Doudou (L), 31’st Curiale (F)

AMMONITI: Cottafava (L), Zanon (F), Viviani (L), Gori (F), Rossi (L), Paganini (F)

ESPULSO: 27’ Paganini (F) per doppia ammonizione

NOTE: Recupero 2’pt, 4’st - Al 15’ del secondo tempo Viviani (L) spedisce fuori un calcio di rigore

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poker del Frosinone, i pontini crollano e sono ultimi in classifica

LatinaToday è in caricamento