Ammari e Acosty, vittoria di testa. Perugia k.o., altri tre punti per il Latina  

I nerazzurri costruiscono la propria vittoria nel primo tempo, chiuso rimontando l’iniziale vantaggio di Del Prete con le inzuccate di Ammari e Acosty. Nella ripresa la squadra di Iuliano soffre ma resiste

Acosty realizza il gol del 2-1

Dottor Jeckill e Mister Hide, un Latina dai due volti trova il secondo successo consecutivo, il terzo in campionato, contro il Perugia. Una squadra bella e propositiva nella prima frazione, che non si scompone neppure dopo il vantaggio di Del Prete, e riesce a ribaltare il risultato. Raccolta in difesa a subire il forcing degli avversari, nella ripresa. Un atteggiamento che se non altro frutta e consente ai nerazzurri di avanzare in classifica.

PRIMO TEMPO – Dieci minuti per ribaltare il risultato. E’ un Latina diverso rispetto al passato. Dopo il gol fortuito di Del Prete, che ribatte un tiro deviato maldestramente da Dellafiore, i pontini continuano a fare la partita e a macinare gioco, come già si era evidenziato nei primi dieci minuti. Un’altra squadra rispetto al passato, che spesso crollava come un castello di carte, di fronte alla prima difficoltà. E’ vero, entrambe le reti di Ammari al 20’ e di Acosty al 29’ giungono sugli sviluppi di un calcio piazzato, ma ciò non toglie che la prestazione della squadra di Iuliano nella prima frazione sia alquanto soddisfacente. Trame pulite, gioco fluido guidato da un Olivera sempre più tirato a lucido, ben assistito dal jolly Schiattarella, e da Ammari, che al netto di certe amnesie tattiche, sa dare imprevedibilità e corsa al centrocampo. Il Perugia, che Bisoli manda in campo con il 4-3-1-2 con Lanzafame in appoggio a Parigini e Di Carmine, interrotta l’astinenza da gol che durava da cinque gare, non riesce invece a togliersi di dosso quella strana paura che frammenta il gioco e appesantisce le gambe. Poco intraprendente la formazione umbra, nonostante Bisoli dalla panchina si sgoli nel cercare maggiore intensità e grinta. La manovra degli umbri è capace solo di produrre sterili conclusioni dalla distanza.  

LE PAGELLE

SECONDO TEMPO – Sarà la condizione, sarà l’impossibilità di fare le rotazioni, fatto sta che per la terza volta consecutiva al Francioni, il Latina si ritrova in vantaggio a fine primo tempo, e a subire in maniera costante il ritorno degli avversari nella ripresa, senza trovare le giuste contromisure. La squadra si abbassa in maniera preoccupante, e ringrazia la buona sorte se il tiro di Del Prete dopo tre minuti, al termine di un’azione piuttosto confusa, si stampa sul palo. Il baricentro più alto e l’innesto di Ardemagni sono sufficienti alla squadra di Bisoli per condurre la ripresa all’attacco. Non è un caso se Iuliano si affidi prima a Esposito, al posto di Calderoni, sia e Mbaye per Jefferson, passando a un più abbottonato 3-5-1-1 che sa molto di 5-4-1 in fase passiva, con il solo Acosty a lavorare in avanti con Ammari a supporto. Proprio i due sono protagonisti di una bella ripartenza, azionata dal ghanese con uno splendido sto a seguire di tacco, e rifinita dal franco algerino il cui destro non impensierisce Rosati. Non correrà grossi rischi invece il collega Di Gennaro. Il fortino nerazzurro regge fino alla fine. Il Latina, soffre, ma trova altri tre punti. Per il Perugia prosegue il momentaccio.

LATINA (4-3-3) Di Gennaro; Bruscagin, Brosco, Dellafiore, Calderoni (18’st Esposito); Schiattarella, Olivera (43’st Marchionni), Ammari; Acosty, Jefferson (23’ Mbaye), Scaglia. A disposizione: Farelli, Minala, Regoli, Talamo, Bandinelli, Baldanzeddu. All. Iuliano

PERUGIA (4-3-1-2) Rosati; Del Prete, Volta, Belmonte, Rossi (1’st Alhassan); Rizzo, Della Rocca, Spinazzola (30’st Zapata); Lanzafame; Di Carmine (13’st Ardemagni), Parigini. A disposizione: Zima, Peltitnelli, Filipe, Zebli, Mancini, Drolé. All. Bisoli

Arbitro: Pairetto di Nichelino

Marcatori: 11’pt Del Prete (P), 20’pt Ammari (L), 29’pt Acosty (L)

Ammoniti: Rossi (P), Alhassan (P), Olivera (L), Dellafiore (L), Bruscagin (L), Esposito (L), Parigini (P), Mbaye (L)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Pontina: investito da un tir, muore un uomo di 43 anni

  • Coronavirus Latina: sono 169 i nuovi casi positivi in provincia. Altri tre decessi

  • Coronavirus, altri 209 contagi e tre morti in provincia. Boom di casi a Terracina

  • Coronavirus Latina: nuovi casi ancora sopra i 200 in provincia. Altri 6 decessi

  • Morto dopo un inseguimento, la guardia giurata condannata a nove anni per omicidio

  • Coronavirus Latina: 149 i nuovi casi in provincia, ma i guariti sono 190. Altri 4 decessi

Torna su
LatinaToday è in caricamento