Corvia non basta, Antenucci condanna il Latina: al ‘Francioni’ vince la Spal

Quinta sconfitta consecutiva per i pontini che cedono in casa contro la capolista. Botta e risposta Corvia-Bonifazi nel primo quarto d'ora di gara. Nella ripresa ospiti in dieci (rosso a Bonifazi), ma che trovano il gol vittoria con Antenucci

Sale a dieci la striscia di gare senza vittorie per il Latina, che ormai non festeggia più da due mesi. L’1-0 di Terni è un pallidissimo ricordo. E mentre sia gli umbri che il Trapani, che all’epoca sembrano praticamente spacciati, si stanno lentamente tirando fuori dalla zona retrocessione, il Latina è invece sprofondato. Il sestultimo posto è pressoché irraggiungibile (il Trapani è avanti 10 punti) così come i playout distanti ben otto punti. Non è bastata la carica di Mancini, né il bel gol di Corvia. Il Latina, com’è già accaduto nelle ultime gare, non è stato in grado di durare più di un tempo. E nella gara odierna è capitolata nonostante l’uomo in più.

PRIMO TEMPO – 36 punti separano Spal e Latina. Un testa coda che difficilmente la gente si sarebbe aspettato a inizio stagione, non tanto per la qualità dell’organico pontino, quanto per il fatto che la formazione di Semplici era una neopromossa. Da neopromossa a capolista, la Spal arriva al ‘Francioni’ con i galloni della big, eppure l’enorme gap in termini di punti non si intravede. Al ‘Francioni’ va in scena una gara equilibratissima, con il Latina, vuoi anche per una serenità determinata dalle buone nuove in ambito societario, che gioca a viso aperto, copre bene il campo e va anche in vantaggio. Segna Corvia, mandato in porta con un delizioso filtrante di Insigne, preferito a Buonaiuto, nello stesso tridente vistosi a Salerno, completato da De Giorgio. A centrocampo Pinato torna nel suo antico ruolo di esterno sinistro, con Bruscagin a coprire l’altro versante, e la ritrovata coppia Bandinelli-De Vitis nella cerniera di centrocampo.
Corsie che Vivarini è costretto a rivisitare quando Dellafiore dà forfait lasciando il posto a Nica, con Bruscagin che scala dietro. La Spal non sta a guardare, e riesce a trovare il gol due minuti dopo il lampo di Corvia, con una specie di ‘scorpione’ a opera di Bonifazi. È una gara piacevole, dove entrambe le squadre riescono a trovare la porta: Antenucci grazia Pinsoglio che gli aveva regalato il pallone con uno sciagurato rinvio, mentre Insigne si fa ipnotizzare in uscita dal talentuoso Meret. Semplici può comunque essere soddisfatto per la prova dei suoi, con le fasce piuttosto attive – specie la destra con Lazzari – e un tandem offensivo che si muove bene e crea problemi. Antenucci resta temibile pur se poco concreto, mentre Finotto gli gira intorno cercando spesso sbocchi sul binario mancino. Dall’altra parte ottima la prestazione soprattutto di Insigne, che ispira manda in porta anche De Giorgio il cui colpo di testa è però troppo tenero per mettere a disagio Meret.

SECONDO TEMPO – I ritmi della gara si abbassano, e stavolta è un aspetto che coinvolge non solo il Latina. La Spal però è squadra che resta sul pezzo, mentre i nerazzurri, con la precisione di un orologio svizzero, puntualmente si ammosciano allo scoccare dell’ora di gioco. Non basta neppure il rosso a Bonifazi per doppia ammonizione. Il Latina giocherà per oltre mezz’ora in superiorità numerica, ma non se ne accorge nessuno. Ci si accorge di quanto sia forte la Spal e Antenucci, quando il bomber si inserisce alla perfezione per tradurre in rete il perfetto suggerimento del solito Lazzari. Una sentenza, che rende sempre il sogno promozione una possibilità sempre più concreta. Così come è ormai un dato quasi oggettivo il ritorno in Lega Pro dei pontini. Buonaiuto e Rolando sono soluzioni troppo poco incisive per poter raddrizzare il match. Vince la Spal. Per il Latina solo i complimenti per un buon primo tempo.

Latina-Spal 1-2

LATINA (3-4-3) Pinsoglio; Coppolaro, Dellafiore (31'pt Nica), Garcia Tena; Bruscagin, De Vitis, Bandinelli, Pinato (26'st Rolando); Insigne (16'st Buonaiuto), Corvia, De Giorgio. A disposizione: Grandi, Maciucca, Varga, Mariga, Di Nardo, Jordan, Negro. All. Vivarini

SPAL (3-5-2) Meret; Bonifazi, Vicari (22'st Gasparetto), Cremonesi; Lazzari, Schiattarella, Arini, Mora, Costa; Finotto (18'st Zigoni), Antenucci (35'st Schiavon). A disposizione: Marchegiani, Giani, Silvestri, Castagnetti, Ghiglione, Del Grosso, Costantini. All. Semplici

Arbitro: Abisso di Palermo

Marcatori: 12'pt Corvia (L), 14'pt Bonifazi (S), 23'st Antenucci (S)

Ammoniti: Corvia (L), Bonifazi (S), Mora (S)

Espulsi: 13'st Bonifazi (S) per doppia ammonizione 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Novembre 1985: l'atroce delitto di Rossella Angelico. Latina la ricorda intitolandole una rotonda

  • Maltempo, tragedia sfiorata: cade un albero su un'auto in transito

  • Operazione Astice secondo atto: nuovi arresti a Latina

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

  • Maltempo a Gaeta, “La Signora del Vento” danneggiata dalla forte mareggiata

  • Meteo a Latina: peggiorano le previsioni, l’allerta da gialla passa ad arancione

Torna su
LatinaToday è in caricamento