Sport

Dellafiore spezza il digiuno. Vittoria e tre punti per il Latina

Una rete del difensore italo-argentino all'11' della ripresa, decide la sfida al Francioni contro il Lanciano. Gara brutta e povera di emozioni: pontini graziati nel primo tempo, bravi a sbloccarsi e a gestire il risultato nella ripresa

Il Latina ritrova la vittoria dopo oltre due mesi e mezzo, e può tirare un grosso sospiro di sollievo. Curioso che i tre punti si ripresentino in un pomeriggio poco esaltante sotto il profilo del gioco, ma tant’è. La fortuna restituisce ai pontini quel che in altre occasioni era stato negato. Tre punti d’oro, che fanno respirare, e generano dei seppur timidi sorrisi.

E’ la prova della verità, del riscatto, o almeno dovrebbe essere. Perché il Latina, grazie anche alla complicità del Lanciano, dà vita a una partita totalmente priva di contenuti. Le due squadre si annullano, dando vita a un primo tempo a tratti inguardabile. L’assenza del metronomo Viviani può giustificare i difetti nella raffazzonata manovra dei pontini, ma fino a un certo punto. La squadra è molle, incapace di costruire un’azione da gol degna di questo nome, nonostante l’impegno e i movimenti delle punte, le generose discese di Rossi. Anche gli ospiti sembrano accettare i ritmi blandi e la prospettiva di un pareggio tutt’altro che sgradito, cercando magari di colpire laddove si presenti l’opportunità. Opportunità che si verificano e sempre per “gentile” omaggio dei padroni di casa. Al 10’ Farelli sbaglia totalmente il tempo dell’uscita, ma viene graziato dal pallonetto fuori misura di Gatto. Lo stesso attaccante frentano, sciupa la più clamorosa delle occasioni al 36’, quando viene lanciato da Piccolo, bravo a rubar palla a Dellafiore, e a tu per tu con Farelli la spedisce fuori. Tre minuti dopo il palo di Vastola su cross ancora di Gatto. Si tratta però di episodi estemporanei, pallidi colori di un primo tempo sbiadito.

LE PAGELLE

SECONDO TEMPO – La scossa per i pontini arriva quasi subito e con il giocatore meno atteso. Dellafiore, decide di sbloccare il risultato, e di cogliere il personale riscatto dopo una serie di partite negative. Il gol arriva all’11’, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, in cui Petagna costringe Nicolas alla prodezza, vanificata dal tap in mischia del difensore italoargentino. La partita non racconterà più granché. I pontini gestiscono agevolmente la partita, anche a causa della pochezza offensiva manifestata dagli ospiti, ai quali non bastano gli innesti di Grossi e Monacchelo. Per i pontini ci sarà spazio anche per un paio di contropiede mal sfruttati, e per gli ingressi di Doudou e Sforzini. Ma quel che conta è il risultato, che vede di nuovo il Latina cogliere i tre punti. Era ora.

LATINA (3-5-2) Farelli; Brosco, Cottafava, Dellafiore; Almici  (26’st Milani), Crimi, Bruno, Valiani, Rossi; Pettinari (43’st Sforzini), Petagna (40’st Doudou). A disposizione: Spilabotte, Nelson Atiagli, Bruscagin, Paolucci, Sbaffo, Ricciardi. All. Breda

VIRTUS LANCIANO (4-3-3) Nicolas; Aquilanti, Troest, Ferrario, Mammarella (19’pt Nunzella); Vastola (38’st Monachello), Paghera, Di Cecco; Piccolo, Thiam, Gatto (18’st Grossi). A disposizione: Aridità, Amenta, Conti, Nunzella, Bacinovic, Agazzi, Pinato. All. D'Aversa

ARBITRO: Candussio di Cervignano nel Friuli

MARCATORI: 11’st Dellafiore (L)

AMMONITI: Paghera (V), Vastola (V), Mammarella (V), Ferrario (V), Milani (L), 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dellafiore spezza il digiuno. Vittoria e tre punti per il Latina

LatinaToday è in caricamento