“Mettere l’ex Rossi Sud a disposizione delle società sportive”: l’appello a Comune e Provincia

A farlo l’Osservatorio per lo Sport attraverso il suo presidente Muzio: “Invito Comune e Provincia a correre in aiuto delle Asd che stanno rischiando di fallire”

Mettere la ex Rossi Sud a disposizione delle società sportive”: questo l’appello che arriva a Comune e Provincia dall'Osservatorio per lo Sport e il Turismo sportivo della provincia di Latina. “Lo spazio c’è, è pronto, e la possibilità di mettere d’accordo Comune e Provincia sulla possibilità di concedere in locazione all’Ente di piazza del Popolo gli spazi dell’ex Polo Fieristico della ex Rossi Sud (proprietà dell’Amministrazione Provinciale) a prezzi bassi è una cosa fattibile”.

“Sono contenta che anche a livello locale in molti – afferma Annalisa Muzio, presidente dell’Osservatorio per lo Sport – si siano finalmente accorti dell’importanza dello sport, sia a livello sociale che a livello economico, e si sia finalmente riacceso, in qualche modo, il dibattito sul grande problema degli impianti sportivi. La verità è che Latina è assolutamente carente da questo punto di vista, cosa inaccettabile soprattutto in una città che, anno dopo anno, esporta campioni e talenti in ogni disciplina. Io, a questo punto rispondo e rilancio a tutto quello detto e scritto in questi giorni con una proposta concreta avanzata a nome delle oltre cento società sportive che rappresento con l’Osservatorio.

Invito il Comune e la Provincia di Latina a correre in aiuto delle Asd che stanno rischiando di fallire, con tutte le conseguenze sociali ed economiche che ne conseguono, prendendo in esame la possibilità di mettere a disposizione i locali della ex Rossi Sud. Rivolgo un appello al presidente della Provincia, Carlo Medici, affinché accetti di concedere in locazione al Comune, a prezzi calmierati così come previsto per gli accordi tra Enti pubblici, la struttura di via Monti Lepini e rivolgo un appello al sindaco di Latina, Damiano Coletta, affinché prenda in seria considerazione questa possibilità concedendo, poi, gli spazi alle Asd”.

Un appello che, spiegano dall’Osservatorio per lo Sport, “secondo i primi colloqui informali avvenuti ieri, vedrebbe il presidente della Provincia favorevole e disposto ad accettare la proposta”. Un appello che suona come “un grido d’allarme lanciato dalle società e da tutto l’indotto rappresentato dal mondo dello sport che sta vivendo un momento difficile soprattutto a Latina dove, oltre a mancare le palestre delle scuole a causa dell’emergenza Covid, mancano anche le strutture pubbliche come il Palazzetto, non ancora a norma, la piscina comunale open e il Pala Ceci chiusi perché i bandi comunali ancora non sono pronti. E le associazioni che praticano pallavolo, basket, judo, karate (solo per citarne alcune) rischiano di scomparire”.

“Ci sono – ricorda il presidente dell’Osservatorio – tante associazioni a rischio chiusura per l’incapacità, prima governativa e poi locale, di trovare un raccordo tra le esigenze di prevenzione sanitaria e la ripartenza di tutte le attività economiche e sociali. Il Piano scuola, nella parte sull’utilizzo delle palestre, non ha fatto altro che aumentare i dubbi dei presidi e delle associazioni sportive. Per questo, anche qui, chiediamo al Comune di prevedere l’istituzione di una Commissione che possa controllare l’utilizzo, secondo le vigenti nome sanitarie, delle palestre da parte delle associazioni. In questo modo potremo tutelare gli interessi di presidi e Asd a vantaggio dei tanti ragazzi che oggi non possono fare sport. Per le strutture pubbliche del Comune, invece, – conclude Muzio – ho ricevuto rassicurazioni in merito al fatto che i bandi siano quasi pronti, ma ci vuole ancora troppo tempo e noi non lo abbiamo. La stagione fredda si avvicina e molte Asd non sanno dove svolgere le proprie attività che, lo ricordo sono importanti non solo a livello economico perché danno lavoro a centinai di famiglie, ma hanno anche un ruolo sociale importantissimo, soprattutto per i nostri ragazzi che già stanno vivendo momenti di grande difficoltà alle prese con un’emergenza che sta cambiando abitudini e stili di vita. L’Osservatorio, dunque, si mette a disposizione dei due Enti, Comune e Provincia, anche con i propri esperti e consulenti, per potere mettere in pratica la proposta di utilizzare l’ex Rossi Sud”. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 236 nuovi casi in provincia e altre quattro vittime del covid da Latina e Fondi

  • Coronavirus Latina: altri 5 decessi in provincia, 139 i nuovi casi positivi

  • Coronavirus Latina, la curva sale ancora: 260 nuovi contagi in provincia. Tre i decessi

  • Coronavirus, nuova impennata: 309 casi in provincia, quattro morti. In aumento i ricoveri

  • Coronavirus Latina: sono 169 i nuovi casi positivi in provincia. Altri tre decessi

  • Coronavirus Latina: la curva dei contagi non si piega, altri 257 in provincia. Tre i decessi

Torna su
LatinaToday è in caricamento