Pallacanestro in carrozzella, un Nazionale Under 22 si allena ad Aprilia

L’atleta Giulio Maria Papi (classe 1994) con gli azzurri del basket destinato ai diversamente abili sarà a Saragozza dal 3 all’8 settembre dove prenderà parte al Campionato Europeo

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

Sta allenandosi presso la tensostruttura della Virtus Basket di Via Respighi l’atleta Giulio Maria Papi (classe 1994), che dopo aver superato gravi problemi di salute ha saputo riprendere l’attività sportiva e conquistare un posto nella Nazionale Under 22 della Fipic (Federazione Italiana Pallacanestro in Carrozzina). Con gli azzurri del basket destinato ai diversamente abili Giulio Maria Papi sarà a Saragozza dal 3 all’8 settembre dove prenderà parte al Campionato Europeo.

La sua storia sportiva parte dalla Fondazione Santa Lucia, fiore all’occhiello per la neuro-riabilitazione in Italia, all’interno della quale è possibile praticare molte discipline sportive paraolimpiche, tra cui appunto la pallacanestro in carrozzina.

Con il Santa Lucia, Giulio Maria Papi ha esordito nelle Giovanili, vincendo il campionato ed essendo premiato come miglior giocatore della stagione, quindi ha iniziato ad allenarsi nella prima squadra in Serie A. Qui si è fatto notare dalla Fipic che lo ha convocato in Nazionale.

Nel corso della stagione estiva sta trascorrendo un periodo di riposo in località Campoleone e, per evitare lo stress degli spostamenti fino alla palestra del Santa Lucia ed allo stesso tempo continuare gli allenamenti, sta frequentando la struttura sportiva della Virtus Basket.

Qui è stato accolto, in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale, dal Vicesindaco Franco Gabriele e dal Consigliere Comunale Presidente della Commissione Cultura Luana Caporaso, i quali hanno formulato i migliori auspici per il prossimo torneo sportivo internazionale in cui l’atleta sarà protagonista. Inoltre, i rappresentanti dell’Amministrazione hanno espresso il proprio ringraziamento alla Fondazione Santa Lucia, al coach Carlo Di Giusto e tutto lo staff, nonché all’allenatore delle Giovanili Djodji Damas Ntendarere per l’importante lavoro e l’infaticabile impegno nell’inserimento dei giovani diversamente abili attraverso lo sport di squadra.

Torna su
LatinaToday è in caricamento