Lunedì, 18 Ottobre 2021
Sport

Pallavolo, giù il sipario: l’Andreoli chiude l’anno tra gli applausi

Bilancio positivo in una stagione che ha visto i pontini centrare tutti gli obiettivi, tra cui la finale di Coppa Cev e i quarti di play off scudetto

Una stagione da incorniciare, anche se portata avanti tra alti e bassi. Nonostante la gara di mercoledì scorso al PalaBianchini abbia lasciato l’amaro in bocca segnando la fine del campionato, per l’Andreoli il bilancio è del tutto positivo.

Gli uomini di Prandi dopo la gara contro Macerata sono usciti tra gli applausi da un palazzetto gremito che li ha ripagati di un anno strepitoso e nonostante tutto ricco di soddisfazioni. E ora anche se cominciano a rincorrersi le voci sul futuro di mister Prandi o dei giocatori, è tempo anche di tirare le somme su quanto di buono è stato fatto.

Il bilancio complessivo è di 41 gare giocate, stracciato il precedente record che era di 32 nelle stagioni 2002-03 e 2003-04, ma quel che più conta con il 51.2% di gare vinte contro il 50% delle annate già citate. Tre obiettivi per la società e tutti centrati. Il primo quello di qualificarsi per la Coppa Italia, eliminati ai quarti da Macerata, il secondo di arrivare più in alto possibile in Coppa Cev, e la finale era il massimo che si chiedeva. Il terzo era quello entrare nei quarti playoff, dove l’Andreoli, prima ha eliminato San Giustino, poi ha messo in seria difficoltà ancora una volta Macerata portandola in gara-4 come fece nel 2002-03.

Il presidente Gianrio Falivene: ”Le sconfitte non fanno mai piacere, ma siamo usciti dal torneo contro una grande squadra e con un grande pubblico. C’è il rammarico di qualche sconfitta di troppo in regolar season che ci ha fatto scendere nella griglia playoff e pescare Macerata. Ma non ci dimentichiamo che siamo stati impegnati anche in Europa, dove siamo arrivati alla finale di Ankara. Ora dobbiamo decidere sul futuro. Prima di tutto la guida tecnica e con essa vedere che squadra poter mettere in campo, considerando che il prossimo anno purtroppo non saremo impegnati nelle Coppe. Una cosa Latina l’ha ritrovata… il grande pubblico”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallavolo, giù il sipario: l’Andreoli chiude l’anno tra gli applausi

LatinaToday è in caricamento