Giovedì, 21 Ottobre 2021
Sport Prampolini / Via dei Mille

Pallavolo, prima per Simoni in campionato: l’Andreoli ospita Cuneo

Nell’anticipo di sabato 25 gennaio al PalaBianchini il Latina sfida la Bre Lanutti. Esordio in camionato per mister Simoni dopo la prima vincente di mercoledì in Challenge Cup. Intanto Fortunato torna all'Andreoli

Esordio anche in campionato per il neo allenatore dell’Andreoli, dopo la prima vincente di mercoledì in Challenge Cup – il Latina ha superato il Parnu 3-0 guadagnando l’accesso ai quarti di finale -.

Domani alle 18 al PalaBianchini va in scena l’anticipo tra l’Andreoli e la Bre Lannutti Cuneo, valido per la 14esima giornata. Una gara molto delicata e importante per entrambe le formazioni che puntano sul girone di ritorno per ribaltare la propria classifica.

GLI AVVERSARI DELL’ANDREOLI - Cuneo scende a Latina, dove sosterà per poi raggiungere Macerata per la gara di Coppa Italia, con il proprio bagaglio di esperienza. La bacheca dei piemontesi è ricca di trofei con lo Scudetto 1999-2000, 5 Coppe Italia, 4 Supercoppe italiane e in Europa 2 Coppe delle Coppe, 1 Coppa Cev, 2 Confederali e 2 Euro-Supercoppe oltre a 8 titoli giovanili. Nelle file della Bre Lannutti anche tre ex: Jeroen Rawerding, lo scorso anno in maglia biancoblu, Daniele De Pandis (due anni fa) e Emanuel Kohut (tre anni fa), con Sottile dall’altra parte del campo che è stato a Cuneo, oltre che nelle giovanili, nel 1997-2000 e poi 2002-2004.

Cuneo ha chiuso il girone di andata strappando l’ultimo posto utile per disputare la Coppa Italia con all’attivo 13 punti e un bilancio di 4 vittorie e 7 sconfitte. Ha iniziato il girone di ritorno con la sconfitta a Perugia 3-0 e la vittoria con Verona 3-0. In quest’ultima gara il tecnico Roberto Piazza ha schierato una formazione senza stranieri (se si esclude Kohut), preferendo Casadei a Rouzier e Mauruotti a Rawerdink quindi proponendo Coscione al palleggio e Casadei opposto, De Togni e Kohut al centro, Maruotti e Antonov di banda, De Pandis libero


IN CASA ANDREOLI - In casa Andreoli c’è l’esordio in campionato di Dario Simoni come tecnico e Marco Franchi come vice. Nel frattempo si guarda all’infermeria per poter recuperare qualche pedina. Contro il Parnu e Macerata è stato schierato Sottile in regia e Starovic opposto, Gitto e Verhees al centro, Fragkos e DeRocco schiacciatori, Rossini libero.

I PRECEDENTI - Nei 20 precedenti tra le due formazioni nel massimo campionato, 15 sono andati a favore dei piemontesi e 5 ai pontini, nel Lazio il bilancio è di 4-6, Latina ha vinto gli ultimi due incontri casalinghi.

LE DICHIARAZIONI

Gianrio Falivene: “La vittoria di mercoledì in Coppa deve essere di aperitivo per quello che abbiamo in programma. Ora ci rituffiamo nel campionato con una gara molto importante. Contro Cuneo dovremo dimostrare di essere più concreti con l’obiettivo di iniziare la risalita”.
Daniele Sottile: “Abbiamo l’ennesima occasione per portare a casa una vittoria che ci manca. Cercheremo con aggressività di raggiungere questo nostro obiettivo. Affronteremo diversi ex in questa partita che hanno fatto bene qui da noi, fa piacere sempre incontrarli”.
Andreas Fragkos: “Dobbiamo affrontare questa gara contro Cuneo con il massimo impegno e determinazione. Sappiamo che è una squadra forte e dovremmo dare il nostro 100 per 100 e poi vedremo cosa succederà”.
Gabriele Maruotti: “Quella di domenica contro Latina sarà il fulcro del nostro campionato, in quanto, dopo la vittoria su Verona, avremmo la possibilità di vincere due match consecutivi. Questa settimana ci siamo concentrati molto sulla prossima gara, focalizzando tutta l’attenzione sull’Andreoli, anche se sono quattro giorni dopo ci aspetterà un importante impegno a Macerata, per la Coppa Italia. Con la vittoria di domenica scorsa abbiamo trovato le certezze ed i nostri punti di forza, che sono stati utili per risollevarci un po’ dopo il momento di difficoltà che abbiamo attraversato. La formazione che andiamo ad affrontare sabato ha cambiato il proprio allenatore pochi giorni fa e la storia ci insegna che, a seguito di una cosa del genere, c’è un forte spirito di rivalsa. I giocatori saranno sicuramente maggiormente motivati a dimostrare qualcosa di più. Dal canto nostro, noi dovremmo cercare di stare attenti, senza sottovalutare la partita, per andare a Latina carichi e determinati per portare a casa punti fondamentali per la classifica”.
Javier Gonzalez “Siamo in viaggio per Latina, dove domani affronteremo l’Andreoli nel match di campionato. La formazione pontina ha appena cambiato allenatore e superato il turno di Challenge Cup: sicuramente avranno la carica dalla loro! Noi siamo consapevoli del fatto che non sarà una gara facile, ma siamo fiduciosi, soprattutto dopo la vittoria su Verona della scorsa settimana”.

IL MERCATO - Francesco Fortunato torna in maglia biancoblu dopo il quadriennio 2003-07. L’atleta nato a Bassano del Grappa ma residente a Latina con la famiglia ha siglato un accordo che lo vede legato fino fine stagione con l’Andreoli. Il Consiglio federale oggi ha dato l’ok alla trattativa, dato che Fortunato aveva iniziato la stagione ad Avellino, società che si è ritirata dal campionato di A-2 a fine novembre, quindi lo vedeva già tesserato per un altro club.

Si arricchisce così la rosa a disposizione di Dario Simoni con un altro centrale.

Fortunato ha iniziato la sua carriera a Schio (94-97) per poi passare alla Piaggio Roma (97-01), quindi a Trento (01-03) e il quadriennio a Latina (03-07), cinque anni a Cuneo (07-12), il trasferimento a Sora la scorsa stagione e quindi ad Avellino. Nella sua carriera ha vinto sei titoli: lo scudetto e la Coppa Confederale a Roma nel 1999-2000; scudetto e Coppa Cev 2009-10, Supercoppa e Coppa Italia 2010-11 con Cuneo. 26 le presenze in nazionale, esordio a Saint Etienne (FRA) il 2 maggio 2001 amichevole Francia-Italia (0-3). Con la maglia azzurra ha vinto i giochi del Mediterraneo 2001 e l’argento all’Europeo juniores 1996. è detentore del record di muri in una gara con 12 punti messi a segno il 17 marzo 2010 tra Andreoli Latina-Bre Lannutti Cuneo (2-3).

“Sono tornato a casa - ha dichiarato Francesco Fortunato -, sono contento al di là dalle disavventure che mi sono capitate quest’anno. Sono felice di dare una mano a Latina. A questa società devo molto, vivo in questa Città, qui sono nati i miei figli. Sono convinto che Latina non merita la posizione che ha. Si può risalire la classifica, c’è la possibilità di farlo, bisogna trovare il trend positivo e sfruttare questa serie di partite in casa dove possiamo contare sull’aiuto del pubblico”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallavolo, prima per Simoni in campionato: l’Andreoli ospita Cuneo

LatinaToday è in caricamento