rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Sport Prampolini / Via dei Mille

Pallavolo, Andreoli a caccia di punti importanti contro San Giustino

Match delicato per i pontini che, nella seconda partita casalinga consecutiva dopo quella vinta con Verona, potrebbero approfittare anche dello scontro diretto tra Vibo Valentina e Cuneo

Partita da non sbagliare quella di oggi per l’Andreoli  - reduce dalla vittoria casalinga contro Verona - che nel pomeriggio alle 18 scenderà in campo contro il Vivi Altotevere San Giustino per una giornata – la 14esima – dal sapore importante in chiave classifica.

In virtù dei risultati degli anticipi di ieri – Modena batte la capolista Trentino per 3 a 1 e con lo stesso risultato Macerata sconfigge il Piacenza in trasferta – ma soprattutto in virtù di quanto accadrà nello scontro diretto tra Vibo Valentia e Cuneo che si giocherà alle 16.30 – Vibo è a 20 punti come il Latina e Cuneo a 23 – ,con una vittoria i pontini potrebbero di fatto accorciare la classifica e rosicchiare punti importanti alle dirette avversarie. Match da non steccare, quindi, con gli umbri che sono decimi in classifica con 11 punti.

GLI AVVERSARI DELL’ANDDREOLI - L’Altotevere ha iniziato il girone di ritorno con le “pronosticabili” sconfitte a Macerata e con Piacenza. È guidata da Marco Fenoglio che ha iniziato come rilevatore statistico con il Cuneo allenato da Prandi, per poi avere i maggiori successi nel femminile, nel biennio passato a Bergamo dove ha vinto la Coppa Italia e lo Scudetto nel 2006 e la champions nel 2007. Il tecnico può variare il suo sestetto con Mc Kibbin o l’ex Torre al palleggio, l’ex van den Dries opposto, Bohme, De Togni o Coali al centro, Maric, Fiore, Cebulj o l’ex Mattioli di banda, Cesarini libero ma deve sempre tener presente di dover schierare due italiani, come vuole il regolamento.  

NOMI E NUMERI DELLA PARTITA - Difficile come sempre pronosticare la formazione che metterà in campo Silvano Prandi che con Verona ha schierato Sottile in regia e Jarosz opposto, Gitto e Verhees al centro, Rauwerdink e Fragkos (sostituito da Noda) di banda, Rossini libero. Gli ex in campo sono Paolo Torre a Latina in tre fasi , nel 1998-99, nel 2001-05 e nel 2008, Bram van den Dries nel 2009-10, Francesco Mattioli nel 2005-07; mentre dall’altra parte ci sono Jeroen Rauwerdink lo scorso anno e Daniele Sottile nel 2006-07 quando il club giocava a Perugia.

Diciannove i precedenti tra le due società in A1 (compreso quando stava a Perugia) di cui 6 vinti da Latina e 13 dagli umbri, nel Lazio il bilancio è di nove gare giocate di cui due vinte da i pontini e sette dai Veneti.

Radiocronaca integrale su Radio Antenne Erreci (FM 97.300 MHz, anche sul web www.radioantenne.it) a cura di Gabriele Viscomi, Radio Rai si collegherà con Manuela Collazzo per la rubrica “Pallavolando”, mentre Lazio Tv trasmetterà la gara lunedì alle 23 con varie repliche durante la settimana con la telecronaca di Roberto Italiano.

I COMMENTI

Massimiliano Prandi: ”dopo l’ottimo risultato di domenica scorsa affrontiamo una squadra ostica che ci darà sicuramente battaglia contro la quale vogliamo proseguire la nostra crescita. Ci stiamo preparando per affrontare questo periodo di partite intense, nel migliore dei modi. San Giustino è una squadra giovane e combattiva contro la quale dovremo imporre subito il nostro miglior gioco”.

Murphy Troy: “dopo una vittoria è sempre importante riconfermala subito sul campo con un’altra buona prova. Abbiamo superato il test Verona, una gara molto importante per noi. Con questa gara abbiamo ricominciato un anno nuovo, abbiamo chiuso il passato male, ma ora dobbiamo riprendere la marcia che ci eravamo prefissi e siamo pronti per fare bene la seconda metà del campionato. È un piacere giocare contro il mio amico Mc Kibbin”.

Silvano Prandi: “San Giustino è una squadra che temo molto, è più forte di Verona, quindi prevedo una gara più difficile di quella di domenica. Penso che noi possiamo fare una prestazione migliore, perché la vittoria ci ha dato più sicurezza in noi stessi. Che ci possa essere un progresso e cogliere i frutti del lavoro fatto nell’ultimo mese. Ci siamo allenati con una migliore qualità. Sono quindi fiducioso che faremo una buona partita”.

Marco Fenoglio (allenatore Altotevere San Giustino) -"Vivi Altotevere, dal punto di vista tecnico e tattico, ha raggiunto livelli ottimali, ciò che manca è la continuità, giocare bene per una partita intera, è necessario più ritmo, più intensità. Una squadra giovane come la nostra, per ottenere il massimo da ogni gara, deve giocare senza pause, non ci possiamo permettere cali di tensione. Contro Piacenza abbiamo giocato una delle nostre peggiori partite, se si esclude il secondo set, e non siamo mai stati in grado di mettere sotto pressione l'avversario. Questa settimana ho chiesto ai miei ragazzi un salto di qualità, maggior sicurezza nei propri mezzi, di credere nelle loro capacità, e di mettere in pratica quanto di buono riusciamo a costruire nel corso della settimana. Sono comunque soddisfatto di quanto abbiamo fatto fino ad ora. Ad inizio stagione molti ci davano per spacciati; a parere di alcune persone non saremmo stati in grado di centrare neanche una vittoria. Forse molti di loro si dovranno ricredere, abbiamo chiuso il girone di andata con 11 punti in classifica, e giocato una buona pallavolo, e ciò mi rende orgoglioso dei miei ragazzi. Ci siamo posti un obbiettivo: chiudere il campionato con 20 punti in classifica, questo per noi sarebbe un grandissimo risultato, se consideriamo da dove siamo partiti. Domenica prossima ci attende una autentica battaglia. Giocare contro Latina è sempre molto difficile, è dotata di una rosa completa, ben assortita, con giocatori intercambiabili. Questa caratteristica può mettere in difficoltà chiunque, perchè durante la gara vengono meno i punti di riferimento. Se vogliamo tornare a casa con un risultato positivo dovremo cambiare marcia, in caso contrario, ci attende un'altra domenica difficile.
Dovremo ripetere e migliorare la buona gara che abbiamo disputato nel girone di andata, in cui abbiamo perso al Tie Break, poichè ci siamo fatti rimontare tre punti di vantaggio nel momento cruciale del quinto set, non consentendoci di vincere. Daremo il massimo per tornare a casa con un risultato positivo, vogliamo riscattare la sconfitta di domenica. Sono fiducioso perchè manca davvero poco per fare l'ultimo salto di qualità, una vittoria importante, la classica scintilla che accende l'entusiasmo. Gestire una rosa composta da molti giovani, alcuni dei quali al debutto nel massimo campionato di pallavolo, può essere difficile, questo è normale, ma noi crediamo che attraverso il lavoro, riusciremo a toglierci delle belle soddisfazioni”.

Vincenzo Porro (vice allenatore Altotevere San Giustino): “Latina è una formazione costruita per centrare obbiettivi importanti e con buone individualità. La classifica attuale non rispecchia,  per intero, il valore della formazione laziale che può disporre di ottimi cambi in ogni reparto. Prandi tende a far ruotare, nel corso della gara, molti componenti della rosa e questo può essere uno svantaggio perché non ci dà punti di riferimento. In questa settimana ci siamo allenati molto bene, siamo fiduciosi, cercheremo di riscattarci dalla brutta prestazione di domenica contro Piacenza. Ci manca poco per fare il salto di qualità definitivo, ci serve un risultato di prestigio, contro una grande squadra: proveremo a centrarlo con Latina”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallavolo, Andreoli a caccia di punti importanti contro San Giustino

LatinaToday è in caricamento