Domenica, 17 Ottobre 2021
Sport

Pallavolo, un raggiante Falivene apre la stagione dell’Andreoli

Dopo l’inizio della preparazione, conferenza stampa alla presenza del presidente Falivene, di mister Santilli e dei Giocatori. Il numero uno dell’Andreoli: “Dopo tanto parlare si comincia”

“Dopo tanto parlare si comincia” così esordisce il presidente dell’Andreoli Gianrio Falivene alla conferenza stampa di ieri pomeriggio presso la sede in via Don Morosini che, dopo l'inizio della preparazione, dà il via ufficiale alla nuova stagione. “Abbiamo tutti molta voglia di fare. E’ indubbio che ormai da qualche anno siamo una società in crescita, che migliora i propri risultati di stagione in stagione, per cui l’obiettivo sarà di mantenere questa tendenza, sia a livello di risultati che di struttura societaria”.

“Con oggi prende via ufficialmente il Santilli-ter”, scherza il presidente a proposito dell’arrivo del nuovo allenatore. “Assieme a Luigi Goldner, abbiamo maturato il progetto di far rientrare il tecnico per la terza volta a Latina durante un viaggio a Monaco di Baviera, dopo una buona quantità di stinco e birra” aggiunge sorridendo. “Dai progetti di fanta-volley siamo riusciti a passare a un’operazione di mercato concreta che ha riportato il tecnico nella nostra realtà per la terza volta. Siamo molto orgogliosi di questo rientro e crediamo fortemente che sia la persona giusta a guidare la nostra squadra in campionato e in coppa. Non nascondo che c’è ancora dell’amarezza per la sconfitta della finale europea, per cui affrontiamo l’avventura in Challenge Cup con lo spirito di chi vuole cambiare la storia. Roberto Santilli è la persona giusta a portarci alla vittoria”.

Roberto Santilli che raccoglie l’eredità pesante lasciata da un tecnico blasonato come Silvano Prandi che ha saputo ottenere ottimi risultati nella società latinense: “E’ una grande responsabilità raccogliere tale eredità e sono consapevole delle aspettative che la città nutre per questa stagione. Guardando la realtà dell’Andreoli da una prospettiva più ampia, vorrei sottolineare la crescita che la società ha fatto dall’anno 2001-2002 ad oggi. In un’epoca in cui già resistere è un obiettivo difficile da raggiungere, la società è riuscita in questi anni a crescere e a consolidarsi; mi rende orgoglioso essere stato chiamato a migliorare ancora le alte prestazioni delle stagioni passate. Pur essendo consapevole delle difficoltà che si potranno incontrare, sono convinto che lottando tutti i giorni e lavorando con entusiasmo e costanza in palestra, metteremo le basi per il raggiungimento di risultati importanti”. Girandosi verso i giocatori il tecnico aggiunge: “ognuno di loro è stato scelto proprio per queste doti che reputo fondamentali in un giocatore: l’entusiasmo e la voglia di migliorarsi tutti i giorni”.

Con queste parole il coach presenta brevemente i giocatori soffermandosi in particolare sui nuovi arrivati ancora sconosciuti al pubblico di Latina: “Maurice Torres è un giovane americano che proviene dai campionati universitari, ragazzo fisicamente dotato che potrà togliersi delle grandi soddisfazioni una volta ambientato nel campionato di massima serie italiano; Matteo Paris, vice di capitan Sottile, proviene da soli due anni di serie A ma incarna l’emblema della forza dell’ambizione, è un atleta con notevoli doti tecniche e con una grandissima voglia di crescere; Davide Candellaro, l’uomo del nord, saprà guadagnarsi il campo sia per il livello tecnico che possiede che per l’entusiasmo che lo caratterizza”. Per quel che riguarda i giocatori confermati, ormai ben conosciuti dai tifosi, il tecnico sottolinea: “Ho cercato nei giocatori dell’anno scorso le caratteristiche che ritengo indispensabili per gli obiettivi che ci siamo posti. L’entusiasmo e la voglia di lottare. Conosco e apprezzo questi giocatori e li ho voluti fortemente per questa nuova avventura. I cambiamenti giusti in un organico vanno fatti con intelligenza senza stravolgere gli equilibri di un gruppo”.

“Siamo molto soddisfatti della campagna acquisti di quest’anno – conclude Falivene -. Abbiamo lavorato in ottica futura vista la regola delle non retrocessioni e visto il potenziale dei giovani in squadra. Tale regola, pur essendo stata oggetto di polemiche, ci fornisce i presupposti per lavorare con serenità ad un progetto a lungo termine. Questa la ragione per cui sono stati firmati dei contratti pluriennali non solo con il coach Santilli, ma anche con alcuni giocatori futuribili.”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallavolo, un raggiante Falivene apre la stagione dell’Andreoli

LatinaToday è in caricamento