Sport

Pallavolo, trasferta per la Top Volley sul campo “stregato” di Piacenza

Il Latina non vince in terra emiliana da dodici anni. I pontini hanno già “blindato” un posto nel tabellone dei playoff, alla matematica mancano tre set, mentre per la Copra Piacenza continua la rincorsa all’ottavo posto

E’ chiamata ad una trasferta difficile domani alle 18 la top Volley, ospite della Copra Piacenza; un campo stregato per Latina che non vince a a Piacenza da dodici anni, dal lontano 15 dicembre 2002.

Anche se le due formazioni sono relativamente vicine in classifica, la Top Volley è sesta e Piacenza nona, hanno obiettivi diversi da raggiungere. I pontini hanno già “blindato” un posto nel tabellone dei playoff, alla matematica mancano tre set, gli emiliani rincorrono l’ottavo posto con sei punti da recuperare a Ravenna e otto a Molfetta.

GLI AVVERSARI DEL LATINA - In settimana hanno esonerato il tecnico Radici e affidato la squadra al secondo Marco Camperi con Marco Meoni in panchina. Una scelta societaria che vuole dare lo stimolo per far bene in questo fine campionato dopo otto sconfitte consecutive racimolando solo un punto (con Città di Castello), l’ultima vittoria il 26 dicembre in casa con Milano. Ha influito anche l’eliminazione in Champions, dopo aver chiuso la league al secondo posto con quattro vittorie e due sconfitte è stata eliminata agli ottavi dai russi dello Zenit Kazan.

Piacenza è una formazione piena di campioni che ha raccolto meno di quanto sperava causa anche le vicissitudini societarie di inizio campionato. Al palleggio c’è il portoghese Tavares, opposto il cubano Poey che fece l’esordio proprio nella partita di andata al PalaBianchini, centrali l’ex Kohut, il russo Ostapenko, Alletti e l’ex azzurro Tencati, schiacciatori Zlatanov, Papi, l’olandese Ter Horst e Massari, libero il brasiliano Mario Junior e Marra.

LA TOP VOLLEY - In casa pontina si arriva all’appuntamento con la buona prestazione contro Milano dove non si è lasciato nulla agli avversari dimostrando di rimanere concentrati anche in appuntamenti che sembrano sulla carta più facili. Le ultime prestazioni hanno dato la consapevolezza alla formazione di Blengini di essere una squadra in continua crescita. Gianlorenzo Blengini continua gara dopo gara ad alternare i suoi uomini, anche se nelle ultime gare ha puntato su Sottile in regia e Starovic opposto, Semenzato e van de Voorde al centro, Skrimov e Urnaut di banda con Manià e Tailli che si alternano nel ruolo di libero, con tutti gli altri pronti ad entrare.

I PRECEDENTI E GLI EX IN CAMPO - Sono 25 i precedenti tra le due squadre, 7 vinti dai pontini e 18 dagli emiliani, a Piacenza il bilancio è di 10-1 per i padroni di casa l’unica vittoria risale al 15 dicembre 2002 (2-3). Molti gli ex in campo: Emanuel Kohut a Latina nel 2010-11 da una parte; Loris Manià (2006-07), Tine Urnaut (2009-10), Andrea Semenzato (2010-11) e Gianlorenzo Blengini (vice allenatore dal 2001 al 2004) dall’altra.

I COMMENTI

Todor Skrimov: “Sarà una partita molto difficile anche se loro sono in una situazione complicata. Non è mai facile giocare a Piacenza, una squadra che ha tanta esperienza e un pubblico caloroso che conosce la pallavolo. Andiamo per vincere e per far capire che siamo pronti per i playoff”.
Marco Camperi: “Quella che andremo a giocare domenica sarà per noi la prima di cinque finali. La sfida con Latina andrà quindi affrontata a tutti gli effetti come una finale da dentro o fuori. I ragazzi sono consapevoli che dovranno dare tutto il possibile e cercare di dare anche di più ma sono convinto che tutta la squadra, abituata a questo tipo di confronti e sfide, saprà giocare al meglio e scenderà in campo con la giusta determinazione”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallavolo, trasferta per la Top Volley sul campo “stregato” di Piacenza

LatinaToday è in caricamento