Giovedì, 28 Ottobre 2021
Sport

Pallavolo, Volley Terracina: lo sfogo del presidente Iannarilli

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

Dopo il passaggio di un servizio televisivo, andato in onda durante il telegiornale sull'emittente Lazio Tv del 4 novembre, nel quale l'assessore al Turismo del Comune di Terracina, nonché editore della stessa tv, sig. Gianfranco Sciscione, presentava l’evento che si terrà il giorno 22 novembre nella città tirrenica di un incontro di boxe valido per il titolo europeo, sottolineando come il palcoscenico cittadino terracinese si prestasse a questi eventi, non ultima la tappa del campionato mondiale di off-shore, ma che purtroppo non poteva far parlare di se in giro per l'Italia in quanto non vi fossero squadre rappresentative della città che portassero alto il nome di essa, il presidente della De Gregorio Volley Terracina desidera dire la sua.

"Le parole dell'assessore Sciscione mi lasciano basito e un po' deluso, in quanto, essendo appunto il delegato allo Sport della città, dovrebbe sapere che c'è una squadra di pallavolo femminile di Terracina che milita in serie B1 e che da ben 2 anni sta disputando un campionato nazionale andando a giocare sui campi di tutta Italia portando sulle maglie il nome della città e al quale, la stessa emittente di cui l'assessore è editore, non riserva mai né un servizio televisivo che accrescerebbe di molto la visibilità della città e della squadra, né tantomeno concede anche il solo passaggio del risultato della partita giocata sul rullo della tv, almeno come dato di cronaca.

Faccio sempre presente che la squadra e la società, sono portate avanti dalla forza, dallo sforzo economico e dalla passione di poche persone che oltre alla 1a squadra, posseggono un settore giovanile non indifferente nel quale veicolano centinaia di bambini di tutte le età: non è possibile che tutte le testate sportive, siano esse provinciali, regionali e nazionali, parlano delle nostre partite e/o iniziative, e a livello locale non si riesce ad avere uno spazio "sacrosanto", quanto casomai "scontato", ma bisogna sempre cercare rifugio altrove.

Questa cosa non riesco proprio a spiegarmela o forse devo proprio credere al detto che ‘nemo propheta in patria’?”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallavolo, Volley Terracina: lo sfogo del presidente Iannarilli

LatinaToday è in caricamento