Giovedì, 28 Ottobre 2021
Sport Prampolini / Via dei Mille

Pallavolo, è finale europea: ecco la grande notte dell’Andreoli

Sale l'attesa a Latina; mercoledì 27 febbraio alle 20.30 al palazzetto di via dei Mille si gioca l'andata della finale di Coppa Cev; Andreoli in campo contro i turchi del l'Halkbank di Ankara

Ci siamo. In casa Andreoli è tutto pronto per la partita più importante dell’anno: mercoledì sera, 27 febbraio, alle 20.30 i pontini scendono in campo al PalaBianchini contro l’Halkbank di Ankara per l’andata della finale di Coppa Cev. Il ritorno è fissato in Turchia il 3 marzo.

Per vincere la finale della competizione europea, come nelle precedenti fasi, a parità di vittorie (senza tener conto del computo dei set) si disputerà il golden set.

Si tratta dell’ultimo sforzo per i due club che sono rimasti in corsa nel gruppo dei 36 partecipanti.
GLI AVVERSARI DELL’ANDREOLI - L’Halkbank Ankara è stata fondata nel 1983, ha nel proprio palmares cinque scudetti (consecutivi dal 1991-92 al 1995-96) e tre Coppe di Turchia (1991-92, 1992-93 e 1995-96), è alla 14ma partecipazione alle Coppe Europee (5 Champions) e il miglior risultato era stato il terzo posto nella final four di Coppa Confederale nel 2006-07. Ha un bilancio totale di 89 gare giocate nelle competizioni europee con 57 vittorie e 32 sconfitte, in casa sale a 37 vittorie su 44 gare giocate, mentre in trasferta il bilancio è di 19 vittorie e 24 sconfitte.

Ha affrontato sette volte club italiani nelle competizioni europee ed è uscita vincitrice solo una volta (ottavi confederale 2004-05 con Trento per quoziente punti). Estrapolando solo la stagione in corso la formazione di Ankara ha vinto tutte le gare di Coppa escluso l’esordio in Polonia con il Bydgoszcz, però ribaltato al golden set in casa (15-8). Ha eliminato dopo i polacchi gli olandesi dello Zwolle, i russi dell’Odintsovo (ex Santilli, ora sono rimasti Totolo e lo scout Contrario), i belgi del Roeselare (provenienti dalla champions) e gli ucraini del Kharkiv. In campionato l’Halkbank è seconda in classifica dopo 18 giornate con 42.70 punti (41 conquistati sul campo gli altri dalle giovanili) grazie a 14 vittorie e 4 sconfitte (7-2 il bilancio sia in casa che fuori). Ma è difficile fare dei paragoni perché le regole del campionato sono differenti a quelle della Coppa. In Turchia possono giocare solo due stranieri (tre se s’incontrano squadre che disputano competizioni continentali), mentre in Europa non c’è restringimento. E proprio sugli stranieri si basa la forza dell’Ankara che può schierare lo statunitense schiacciatore William Priddy, medaglia olimpica a Pechino 2008, oltre: argento alla Grand Champions Cup 2005, un oro (2008), un argento (2012) e un bronzo (2007) alla World League. Con lui una vecchia conoscenza della Serie A, il venezuelano Luis Augusto Diaz tre stagioni a Vibo (2006-07, 2008-09 e 2011-12) nel mezzo Padova e due a Modena, e l’opposto egiziano Ahmed Abdelhay.

IN CASA ANDREOLI - Silvano Prandi sta recuperando tutti suoi “acciaccati”; nella gara di sabato ha schierato Sottile in regia, Jarosz opposto, Patriarca e Verhees centrali, Rauwerdink e Fragkos schiacciatori, Rossini libero, nel corso della gara ha inserito Gitto, Guemart e Cisolla.
Diretta su Lazio Tv (digitale terrestre canale 650, e regionale canale 12) e su Silver TV (piattaforma Sky canale 892) con la telecronaca di Roberto Italiano, radiocronaca integrale su Radio Antenne Erreci (FM 97.300 MHz, anche sul web www.radioantenne.it) a cura di Gabriele Viscomi, sarà possibile seguire la gara punto a punto sul live score del sito della Cev: www.cev.lu.

I COMMENTI

Alberto Cisolla: “Siamo al dunque di una manifestazione in cui puntiamo moltissimo. Non lo abbiamo mai nascosto e siamo al punto di giocarci questa meritatissima finale. Prima di queste partite l’importante è portarci dentro solo cose positive, stare sereni e scendere in campo con la consapevolezza che se giochiamo come sappiamo, possiamo battere chiunque. Ankara è una squadra molto forte, con giocatori di livello e di esperienza, sarà difficile. Però è una finale anche per loro, quindi le tensioni ci saranno da entrambe le parti. L’importante è la consapevolezza di sapere che gare come queste si giocano poche volte nella carriera, quindi bisogna scendere in campo per dare tutto il possibile e per raggiungere l’obiettivo”.  
 Gianrio Falivene: “come già ripetuto, la storia la poi leggere o la puoi scrivere. Noi ora la possiamo scrivere, con l’aiuto del pubblico e di tutti. Spero di vedere un PalaBianchini stracolmo di persone che amano questo sport. Per quanto riguarda i nostri avversari dico solo che una squadra turca l’abbiamo eliminata già, ora ce ne troviamo un’altra in campo. È talmente storica l’occasione che il Sindaco di Latina sarà con noi in queste due gare e lo ringrazio perché c’è stato vicino in tutti questi momenti”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallavolo, è finale europea: ecco la grande notte dell’Andreoli

LatinaToday è in caricamento