Sport

Andreoli, arriva il rompete le righe. Rivera scalpita: ”Portorico arrivo”

La stagione giunge al termine e la società annuncia il "rompete le righe": tanti gli atleti pontini impegnati con le rispettive nazionali. Rivera: "Pronto per la preparazione olimpica!"

 

 

È passato pochissimo dall’amara giornata dello scorso 15 aprile, quando l’Andreoli usciva sconfitta dal “Palaolimpia” di Frosinone per mano dell’Itas Trento, nella semifinale play-off scudetto. È una macchia che non può intaccare minimamente la stagione disputata dai pontini. Chiusa la “regular season” con 32 punti (10 vittorie e 16 sconfitte) a pari merito con la corregionale Roma; nona posizione acquisita e accesso al girone play-off con Modena e Belluno. Il resto è storia nota … La squadra di Prandi ha raggiunto le battute finali della stagione in una forma smagliante, dopo aver titubato più volte durante il campionato (la ben nota “sindorme da discontinuità” che ha attanagliato il sestetto biancazzurro, soprattutto nella prima parte di stagione). Ad ogni modo il giudizio è ampiamente positivo: otto più! E un grazie sentito per aver portato tanto in alto i colori della città.

 

CON LA CEV IN TASCA - La semifinale scudetto ha comunque dato diritto all’Andreoli di iscriversi alla Coppa Cev nella prossima stagione. Alla kermesse, seconda alla Champions League per importanza, vi prendono parte molti campioni di spessore nazionale e ben 36 squadre. Il primo turno sarebbe previsto per il 24 ottobre - calendario provissorio alla mano - con ritorno fissato al 31 dello stesso mese; il secondo turno in programma il 14 e 21 novembre, mentre il terzo il 5 e il 12 dicembre. Si riprenderà nel 2013 quando si affronteranno le migliori 4 rimaste in gioco e le quattro eliminate dalla Champions League. La formula per il passaggio del turno è denominata “golden set”, ovvero bisogna vincere entrambe le gare; nel caso di parità di vittorie, non viene considerato il punteggio e si disputa un ulteriore set ai 15. Altre regole: nelle coppe europee non ci sono limitazioni di stranieri in campo e si gioca con un pallone differente, lo stesso usato nelle compteizioni nazionali.

 

RIVERA, JAROSZ, & CO. – Dove sono I protagonisti della stagione? Per molti di loro ora inizia il meritato riposo, per altri la fatica continua, ma definirla così, forse, non è propriamente corretto: “Sto raggiungendo i miei compagni di nazionale a Portorico – ha dichiarato Jose Rivera - dove sono già da tre mesi in ritiro per preparare la qualificazione olimpica. Lì il campionato è terminato ad inizio gennaio con la vittoria del Fajardo e dopo un periodo di riposo si sono rimessi in moto. Sono tour de force che faccio volentieri per onorare al meglio la maglia che indosso”. Anche “Kuba” Jarosz, uno dei migliori in casa Andreoli, è in procinto di partire per la Polonia: “Raggiungerò il mio paese in tempo per assistere alle finali scudetto tra Belchatow e Resovia, ma seguirò anche la mia ex squadra, il K?dzierzyn-Ko?le che se la gioca per il terzo posto contro il Wegiel di Lorenzo Bernardi e Michael Lasko. Aspetto di parlare con Anastasi e Gardini per conoscere i programmi estivi”. E in casa Italia si seguirà con particolare attenzione il proseguo della stagione di Enrico Cester, prossimo ad abbracciare il gruppo azzurro in vista delle Olimpiadi londinesi: “Sono felice che Berruto mi abbia dato questa nuova possibilità. Stavolta spero di avere l’opportunità di fare l’esordio in maglia azzurra”.

 

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Andreoli, arriva il rompete le righe. Rivera scalpita: ”Portorico arrivo”

LatinaToday è in caricamento