Martedì, 19 Ottobre 2021
Sport

Andreoli insaziabile, 3-1 a Modena: è semifinale scudetto!

Nella seconda partita dei play-off, l'Andreoli si impone con merito anche su Casa Modena: la favola continua! Prandi soddisfatto: " Decisivo il secondo set, e le battute corte"

 

Incredibile ma vero, l’Andreoli sta continuando a seguire la parabola in ascesa che era iniziata solo l’altro ieri con la sorprendente vittoria sulla più quotata Sisley Belluno, nel primo incontro di questi play-off. Alla squadra di Prandi oggi serviva un solo set per assicurarsi la semifinale scudetto, ma i pontini sono andati oltre, andando ad accapararrsi tutta la posta in palio: “La chiave della partita è stato il secondo set – ha dichiarato Prandi a fine partita -. Noi oggi eravamo pronti a soffrire. Modena ha giocato bene, poi c'è stata la chiave di volta nel secondo set, quando siamo riusciti a metterli in difficoltà con la batuta corta e sono entrati in confusione”. Con questo 3 a 1 Latina ha dimostrato ancora una volta come sia arrivata in grande spolvero atletico a questa volata play-off e di voler rimanere concentrata fino all’ultimo set della competizione. I pontini salgono a 6 punti in classifica dunque! 3 Punti per Belluno (che va di diritto a giocarsi l’Europa nella semifinale per la “Challenger Cup”), e 0 per Casa Modena; ora bisogna segnare in rosso sul calendario alcune date importanti, ovvero 12, 15 e 18 aprile, quando l’Andreoli si giocherà un posto nella finale scudetto con la fortissima Trento: “Noi stasera festeggiamo, ma da domani pensiamo a Trento - ha commentato il capitano Daniele Sottile -. Questo girone ha dimostrato che “regular season” e play-off non sono la stessa cosa. Abbiamo battuto Trento in stagione è vero, ma dobbiamo rimanere con i piedi per terra come abbiamo fatto fino a adesso grazie a  Prandi, che ha infuso in noi la calma necessaria in momenti come questo ad alta tensione, e ai quali non siamo mai stati abituati”. E proprio in vista della partita con Trento, la dirigenza pontina dovrà sciogliere il “nodo struttura”, visto che il “Palabianchini” di via dei Mille, non è abilitato ad ospitare gradi eventi come una semifinale scudetto: “Dobbiamo goderci questo momento – ha detto il presidente Falivene -. Parecchi “Soloni” ci davano per spacciati già a inizio campionato, e io risposi che ce la saremmo giocata partita per partita. Per quanto riguarda la “location” dove disputeremo il match con Trento, ci sono due possibilità: Frosinone o Roma. Solo nei prossimi giorni ci sarà la decisione definitiva”.

 

PRIMO SET – Si inizia all’insegna dell’equilibrio: un errore di Dennis consente a Latina di passare in vantaggio, ma l’italo cubano si fa subito perdonare rispondendo con un contrattacco (ed è 3-4). Si va 8-7 al primo tempo tecnico a dimosrazione di come le due squadre sentano la gara. Sottile è efficace a muro, Dennis dall'altra parte rimette la situazione in parità; Esko e Casoli vanno a segno per Modena, e Prandi chiama tempo sul 13-15. Ma Latina sbaglia ancora, con Rivera, e si torna nuovamente in equilibrio. Intanto Bagnoli inserisce Bellei alla battuta e la scelta si rivela azzeccatassima: l’opposto mette 3 ace di fila che consentono a Modena di prendere il largo sul 17-23. Prandi mette dentro Diachkov e Troy, ma l’inerzia del set non cambia: Anderson chiude il set sul 19-25.

SECONDO SET – Si riparte sempre all’insegna dell’equilibrio. È Jarosz a mettersi in luce per Latina con l’ace del 3-4; poi il muro doppio Rivera- Cester e si va al riposo del primo tempo tecnico sull'8-7. È un batti e ribatti: Dennis - con un ace -, e Casoli aumentano il bottino per Modena; Jarosz e Gitto (con un primo tempo) capovolgono la situazione sul 13-11. Dopo un errore del subentrato Martino, si va al riposo del secondo tempo tecnico sul 16-13 per Latina. L’Andreoli prende il largo con un contrattacco di Fragkos: Bagnoli non può far altro che chiamare tempo. Si riprende con un contrattacco di Jarosz e un muro di Cester (del 22-15); vanno dentro Carletti e Troy in battuta, poi Anderson tenta il recupero e infila due ace di fila. Prandi inserisce Pantaleon, ma è Jarosz a chiudere il set stavolta, sul 25-20, e la semifinale scudetto è ufficialmente acquisita.

TERZO SET – Prandi conferma Troy nel sestetto iniziale e si affida a Tailli (Bagnoli dall’altra parte tiene in campo Martino). Latina è sempre in palla, e non ha intenzione di accontentarsi: bene Troy in contrattacco, e Gitto a muro (per il 4-3 Latina); poi Cester va a segno di prima intenzione e sul suo contrattacco successivo, Bagnoli chiede tempo. Si rientra e Rivera va a segno su ace e poi ancora con Cester per il 12-8. Per Modena Dennis risponde in contrattacco, ma l’Andreoli tiene botta con Troy (sul 15-11) e si va 16-12 al secondo tempo tecnico. Si viaggia in equilibrio: Esko la butta a terra di prima intenzione, Martino e Rivera sbagliano, e sul 19-18 Prandi chiama tempo. Gitto rompe gli equilibri sul 23-21, poi Sala sbaglia in battuta regalando il set ai pontini sul 25-23.

QUARTO SET – Si rientra con Pantaleon in campo. Modena pare accelerare, e sulle prime battute si porta sul 3-0. Ma Latina risale la china: Pantaleon segna un ace (sul 6-7), e si va 6-8 al riposo del primo tempo tecnico. Sottile e Rivera metteono a segno ace uno dietro l'altro. A loro si aggiunge anche il greco Pantaleon, a segno di prima intenzione, e Fragkos. Grazie a un errore di Dennis e un ace dello statunitense Troy, Latina si porta in vantaggio di cinque lunghezze (16-11). Bagnoli allora opera un doppio cambio: dentro Carletti e Bellei. Anderson va a segno su ace e Prandi ferma subito il gioco. Modena si rifà sotto con un contrattacco di Martino e Prandi si gioca la carta Galabinov. Sala pareggia i conti sul 17-17, ma Latina approfitta degli errori avversari e va ancora a segno col bulgaro Galabinov. Sul 23-20 Bagnoli chiama tempo. Modena batte un colpo con Sala a muro, e si rifà sotto sul 24-23. Ma Troy chiude il set sul 25-23, per la gioia immensa dello spogliatoi di Latina e con un Falivene euforico (e invasore di campo!) con tanto di bottiglia di spumante per brindare alla vittoria.

 

PLAY-OFF 2011/2012 | Andreoli Latina-Casa Modena 3-1 (19-25, 25-20, 25-23, 25-23)

 

Andreoli Latina:  Rivera 5, Cester 12, Jarosz 11, Fragkos 7, Gitto 9, Sottile 4; De Pandis (L), Diachkov, Troy 8, Tailli (L), Guemart, Galabinov 1. All. Prandi

 

Casa Modena: Casoli 2, Kadziewicz 7, Dennis 14, Anderson 19, Sala 13, Esko 5; Manià (L), Bellei 3, Carletti, Martino 5. N.e. Castellani (L). All.: Bagnoli

 

Arbitri: La Micela, Saltalippi

 

Note: 980 spettatori, 4690 ­euro d’incasso

 

Durata set: 27‘, 28‘, 27‘, 28. Tot. 1h50’

 

Andreoli Latina: Battute vincenti 7, battute sbagliate 17, muri 10, errori 21, Attacco 54%

Modena: bv 9, bs 22, m 7, e 32, a 51%

 

MVP: Daniele Sottile

 

 

 

 

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Andreoli insaziabile, 3-1 a Modena: è semifinale scudetto!

LatinaToday è in caricamento