Domenica, 19 Settembre 2021
Sport Cisterna di Latina

Pallavolo, la Top Volley parte bene ma poi cede a Modena: arriva un'altra sconfitta

Ko in trasferta (3-1) con i pontini che non sono riusciti a bissare il successo infrasettimanale contro Vibo. Deluso Kovac: “Dovevamo vincere almeno un altro set”

Si sono infrante contro Modena le speranze della Top Volley Cisterna di bissare la vittoria di martedì contro Vibo. I pontini sono partiti bene cedendo alla fine del quarto set agli uomini guidati da Andrea Giani. Dopo aver perso ai vantaggi il primo set (26-24) sprecando anche un set point, i ragazzi di coach Boban Kovac hanno poi vinto il secondo riaprendo la partita (19-25), ma nel terzo e nel quarto parziale hanno avuto la meglio i padroni di casa. L’ultima vittoria dei pontini con il Modena risale al 3-1 imposto al PalaBianchini alla decima giornata della regular season del 2014. Con 14 punti totalizzati Szwarc è stato il miglior realizzatore della formazione pontina, seguito da Cavuto con 13 punti.

I commenti del post gara

“Dovevamo vincere almeno un altro set e invece abbiamo smesso di giocare, non è possibile giocare così, doveva essere un buon momento, una fase di riscatto e invece anche questa volta non abbiamo fatto lo step che andava fatto - ha detto Boban Kovac al termine della gara -, non riusciamo mai ad esprimerci bene, io cerco di essere positivo ma è davvero molto dura così”.

La partita

La Top Volley di Boban Kovac scende in campo con Seganov in palleggio opposto a Sabbi, laterali Tillie e Cavuto, Szwarc e Krick al centro, con Cavaccini libero. Giani risponde con la diagonale Christenson-Vettori, in banda Petric e Lavia, al centro Bossi-Mazzone, mentre il libero è Jenia Grebennikov.
PRIMO SET - La Top Volley parte con entusiasmo e, dopo il successo con Vibo, vuole dare continuità con una prestazione importante. Si gioca punto a punto, con Christenson da una parte e Seganov dall’altra che trovano bene i propri schiacciatori, dal 12-12 la Top Volley piazza un break che la spinge sul 15-17. Kovac e Giani cercano soluzioni nei timeout, si arriva al 18-17 con Modena che rialza subito la testa. L’opposto Sabbi al servizio porta di nuovo avanti Cisterna: sul 19-21 il match continua a crescere di livello. I pontini si fanno annullare un set point poi Modena affonda e il primo set si chiude 26-24.
SECONDO SET - Nel secondo parziale è Cisterna a partire fortissimo, 5-8, non si ferma la Top Volley che cresce fino al 12-15. La formazione pontina vuole riaprire la partita e tiene alti i giri del motore (16-21) riuscendo a chiudere il secondo spicchio di partita 19-25.
TERZO SET - Partita riaperta ma nel terzo set è la Leo Shoes a partire meglio portandosi avanti 6-3 anche se le cose non vanno bene al servizio (11-5). Modena accelera, Cisterna fatica, 23-11. Christenson e compagni chiudono il secondo parziale 25-13. Il quarto set inizia ancora nel segno dei padroni di casa che affondano (10-5) e scappano fino al 22-13 trascinati dai punti di Buchegger e Porro.
QUARTO SET - La Top Volley Cisterna non riesce a rispondere e Modena chiude il set 25-18 vincendo il match 3-1. La sfida che s’è giocata al PalaPanini di Modena era l’ultima gara della regular season di Superlega Credem Banca, ora per la formazione pontina ci sarà una lunga pausa in attesa di poter ripartire per i play-off per il quinto posto.

I tabellini

Leo Shoes Modena – Top Volley Cisterna 3-1
Leo Shoes Modena: Christenson 4, Lavia 19, Bossi 7, Vettori 15, Petric 13, Mazzone 3, Sanguinetti (L), Iannelli (L), Karlitzek 0, Grebennikov (L), Buchegger 1, Porro 1. N.E. Estrada Mazorra, Stankovic. All. Giani. Top Volley Cisterna: Seganov 1, Tillie 3, Szwarc 14, Sabbi 7, Cavuto 13, Krick 7, Rondoni (L), Sottile 0, Cavaccini (L), Onwuelo 1, Rossato 1, Randazzo 3. N.E. Rossi. All. Kovac
ARBITRI: Luciani, Canessa
PARZIALI 26-24, 19-25, 25-13, 25-18
NOTE – durata set: 32′, 26′, 20′, 24′; tot: 102’.
MVP: Daniele Lavia (Leo Shoes Modena)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallavolo, la Top Volley parte bene ma poi cede a Modena: arriva un'altra sconfitta

LatinaToday è in caricamento