Sport

Pallavolo, in casa della capolista: gara difficile per la Top Volley

Dopo l’anticipo di ieri tra Macerata e Perugia, oggi pomeriggio alle 18 va in scena il big match di questa decima giornata della SuperLega UnipolSai con i pontini che sfidano i primi della classe di Modena

Dopo l’anticipo di ieri tra Macerata e Perugia, oggi pomeriggio alle 18 va in scena il big match di questa decima giornata della SuperLega UnipolSai, un’altra gara da cerchietto rosso per gli appassionati della pallavolo quella che vede la Top Volley Latina ospite della capolista Modena.

Importanti per la qualificazione alla Coppa Italia anche Verona-Ravenna e soprattutto Piacenza-Molfetta.

GLI AVVERSARI DEL LATINA - La capolista Modena ha iniziato il campionato con otto vittorie e un solo set perso (nella prima giornata, il primo set con Perugia 24-26) inanellando 24 set vinti senza perderne neppure uno. Si notevolmente rinforzata rispetto allo scorso anno confermando i due inseriti a campionato in corso: Bruno e Ngapeth, oltre che a Sala e Kovacevic. Inserendo il serbo Peric e l’ex Verhees, insieme agli azzurri Piano, Vettori e Rossini. Alla terza stagione invece il tecnico Angelo Lorenzetti che nel posticipo di lunedì con Città di Castello ha schierato Bruno al palleggio e Vettori opposto, Piano e Verhees centrali, Petric e Ngapeth schiacciatori, Rossini libero.

LA TOP VOLLEY - Latina si presenta all’appuntamento con sei gare consecutive in cui ha fatto punti, l’ultima al tiebreak contro Piacenza. Ha lanciato con largo anticipo la volata per un posto nel tabellone della Coppa Italia, dove andranno solo le prime otto del girone di andata, oggi si deve guardare da Molfetta che è a meno sei e ha in programma le trasferte a Piacenza, Ravenna e Perugia e l’incontro casalingo con Macerata. In casa Latina c’è la consapevolezza della forza di Modena ma anche la voglia di ripetere l’ottime prove contro le “grandi” dove si è giocato sempre alla pari. Gianlorenzo Blengini sta alternando i sui uomini contro Piacenza ha chiuso con Sottile in regia e Starovic opposto, Semenzato e van de Voorde al centro, Skrimov e Rauwerdink martelli, Manià libero.

I PRECEDENTI E GLI EX IN CAMPO - Due “freschi” ex nelle file di Modena, Pieter Verhees nell’ultimo biennio (2012-14) e il formiano Salvatore Rossini che dopo le giovanili (2003-05) ha disputato due campionati in maglia biancoblu (2012-14), nel quadrato del Latina ci sono Loris Manià che proviene da un quinquennio in Emilia (2009-14) e Gianlorenzo Blengini vice allenatore nel biennio 2004-06. Latina e Modena si sono già affrontate nella massima serie 26 volte con 9 successi pontini e 16 emiliani, il bilancio al PalaPanini è di 8 vittorie e 4 sconfitte per i padroni di casa.

I COMMENTI

Gianlorenzo Blengini: “Modena, al di là dei risultati, sta giocando con una qualità di altissimo livello e con un ritmo di gioco molto alto. Abbiamo studiato e rivisto tutti i video delle gare e posso dire che si esprimono con due fondamentali di assoluto livello: in battuta, soprattutto in salto di Petric e di Vettori, che nelle variazioni e nella qualità del cambio palla con un numero di errori molto basso. Questo caratterizza la qualità che in questo momento credo che sia superiore a tutte le altre squadre del campionato, sarà interessante vederli soprattutto con Macerata e Trento che devono ancora affrontare. Noi andiamo per fare la nostra gara sapendo che con loro gli errori e le imprecisioni si pagano a caro prezzo”.

Angelo Lorenzetti: “Non è retorica, quella che arriva a Modena è una squadra molto forte e come per tutte le altre gare va affrontata al massimo della concentrazione, senza mollare di un centimetro. Latina ha in Sottile un palleggiatore di livello assoluto ed un gioco simile al nostro visto che può contare su di una grande batteria di schiacciatori. E’ vero, dicembre sarà un mese durissimo, nel quale dovremo stare sul pezzo ogni istante, anche perché ci si gioca l’accesso alla Final Four di Coppa Italia, un obiettivo molto importante per noi. La pressione sulla squadra? C’è, è chiaro, ma i ragazzi la stanno gestendo bene, andiamo avanti così, consci delle difficoltà e della nostra forza”.

Salvatore Rossini: “Latina sta facendo bene, si trova nelle posizioni più alte della classifica, appena dietro al quartetto di testa. Ha dato del filo da torcere a Piacenza e a Trento, perciò dovremo prestare molta attenzione e partire subito col piede sull'acceleratore. Per me è una gara importante e diversa dalle altre perché in quella piazza ci ho giocato due anni. Ho tanti amici a Latina e sono particolarmente emozionato, visto che con diversi giocatori ho un bel legame al di fuori dal campo. Andrò a trovarli sabato in albergo per salutarli, ma in partita non farò sconti».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallavolo, in casa della capolista: gara difficile per la Top Volley

LatinaToday è in caricamento