menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pallavolo, tutto in una gara per i play off: Ninfa Latina ospita Molfetta

Tre punti fondamentali quelli in palio domani nella gara delle 18 al PalaBianchini: Latina, reduce dalla bella prova e dalla vittoria di giovedì a Picenza, e Molfetta si contendono un posto nella griglia playoff scudetto

Tutto in una gara. Sono tre fondamentali per Ninfa Latina e Molfetta quelli in palio nella gara di domani, domenica 28 febbraio, alle 18 al PalaBianchini valida per la 21ma giornata della SuperLega UnipolSai.

I nerazzurri, infatti, ospitano i diretti avversari con cui si contendono un posto nella griglia playoff scudetto. La vincente centrerà l’obiettivo stagionale, la perdente dovrà aspettare le altre gare, soprattutto il posticipo di martedì tra Padova e Milano e giocarsi tutto all’ultima giornata.

Latina deve confermare la buona prestazione di giovedì sera a Piacenza dove ha ritrovato sia il gioco che la forma fisica di alcuni giocatori chiave.

GLI AVVERSARI DI NINFA LATINA - Molfetta è stata ad inizio stagione la rivelazione del campionato con una partenza che ha tenuto testa alle big, blindando il sesto posto che ancora conserva. Ha avuto due cambi alla guida. Il primo con al timone l’ex Flavio Gulinelli che a fine novembre ha scelto l’avventura olimpica con la nazionale dell’Egitto. La seconda con un altro ex, Paolo Montagnani che è stato in sella due mesi e mezzo e poi ha salutato, quindi da una settimana è arrivato il “mago di Turi” Vincenzo Di Pinto che l’aveva allenata lo scorso anno. Ma il motore in campo della squadra è la diagonale cubana composta dal palleggiatore Raydel Hierrezuelo e l’opposto Ramos Hernandez, la stessa che si aggiudicò la medaglia d’Argento al Mondiale di Roma 2010. Ottimi anche i centrali Rocco Barone e l’ex Davide Candellaro, mentre in banda si alternano il brasiliano Joao Rafael, Luigi Randazzo e Michele Fedrizzi con l’ex Daniele De Pandis libero.

Molfetta come dicevamo è sesta in classifica a 26 punti con una lunghezza su Padova e due su Latina, ma soprattutto quattro su Monza (ospita Civitanova a cui serve una vittoria per chiudere al primo posto la stagione regolare e confermarsi in Champions). Posizione che gli permette di vedere il traguardo playoff da vicino, se si aggiunge che all’ultima giornata ospiterà il fanalino di coda Piacenza. Nel girone di ritorno ha conquistato 8 punti, prendendone due a Verona, tre con Milano, uno a Padova e due con Perugia.

IN CASA NINFA - Ninfa nell’anno solare non ha ancora vinto in casa, viene da quattro sconfitte consecutive, infatti l’ultima vittoria è datata 20 dicembre 2015 con Padova al tiebreak. C’è da dire che ha affrontato Civitanova, Modena, Ravenna e Trento. Mentre fuori casa nel 2016 ha incamerato 8 punti andando a vincere a Monza, Verona e Piacenza. Proprio in Emilia giovedì, Placì ha potuto contare su tutta la rosa, schierando Sottile in regia, la staffetta Hirsch-Pavlov come opposti, Yosifov e Rossi al centro, Sket e Maruotti di banda, Romiti libero. 

I PRECEDENTI E GLI EX IN CAMPO - Sesto scontro diretto tra i due club, Latina ha vinto i primi quattro, Molfetta invece l’andata al tiebreak. Le due gare giocate al PalaBianchini sono terminate entrambe 3-0. Cinque ex in campo oltre ai già citati Candellaro (2013-14) e De Pandis (2011-12) ci sono Andrea Mattei (2012-13), Alen Sket e Roberto Romiti lo scorso anno a Molfetta.

I COMMENTI

Camillo Placì: “Sarà una gara tosta con obbiettivi di classifica, perché c’è la possibilità con una vittoria di entrare nei playoff per noi e di consolidare il sesto posto per loro. È la penultima gara di campionato piena di spunti interessanti. Uno di questi è che Molfetta è in Puglia, la mia regione, per cui sarà per me una sfida importante. Una società che ha fatto bene in questi ultimi anni e saluto anche il ritorno di Di Pinto sulla panchina, un tecnico della mia generazione. Spero che il PalaBianchini sia pieno di nostri tifosi, perché mi dicono che da Molfetta arriveranno in molti con un tifo organizzato. Spero che sia una bella gara, tra due squadre che giocano una buona pallavolo, con l’intento di aggiudicarci questa sfida delicata”.
Gabriele Maruotti: “Sarà una partita decisiva per noi, lo spartiacque tra un Campionato importante o uno mediocre. Per noi è una finale, dove c’è un solo risultato in palio: la vittoria. Dopo la prestazione concreta a Piacenza, vogliamo dimostrare di essere una squadra matura per i playoff. Dobbiamo scendere in campo carichi e con la voglia di dare battaglia dal primo all’ultimo pallone. Sappiamo che da Molfetta arriveranno in molti e spero che il pubblico del PalaBianchini accorra numeroso a questa sfida per darci una mano”.
Davide Candellaro: “Siamo giunti ad una gara decisiva, ma tutte lo sono da ora in poi. Non dobbiamo sottovalutare nulla e far cadere meno palloni possibili. Abbiamo di fronte un avversario in forma e con le stesse nostre ambizioni, cioè di piazzarsi al meglio alla fine della regular season. Ci saranno un po' di nostri tifosi e la cosa non può che stimolarci ulteriormente”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento