rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Sport

Andrij Diachkov: un ucraino alla corte di Prandi

Partito un asso ne arriva un altro. Roca è in volo verso la Russia. A Latina è arrivato Andrij Diachkov proveniente direttamente da Casa Modena

 

 

L’alta dirigenza pontina l’aveva detto: “probabilmente già abbiamo la soluzione alla partenza di Alain Roca”. E infatti è stato ufficializzato in questi giorni l’ingaggio dello schiacciatore Andrij Diachkov, ventiseienne ucraino proveniente dalle fila di CasaModena, squadra nella quale ha iniziato questa stagione.

  

IL PROFILO – Il giovane talento ucraino sarà a disposizione di coach Prandi già a partire da giovedì 5 gennaio, quando Latina dovrà vedersela con la “corazzata” Trento (una sfida che per Latina si presenta ad alto coefficiente di difficoltà, soprattutto alla luce degli ultimi risultati dei pontini: ben tre sconfitte di fila). Il ventiseienne ucraino, 202 centimetri di altezza, proviene da Casa Modena; in precedenza aveva giocato a Loreto e a Forlì (sempre in A1). In patria ha iniziato a giocare a pallavolo all’età di 14 anni, debuttando nella pallavolo che conta nel 2005 con l’Azot Cherchasy. Dal 2007 al 2009 ha fatto parte del Lokomotiv Karkiv. Nel suo palmares ci son due scudetti (2005 e 2007). L’ucraino, da pochissimo sbarcato in terra pontina, ha già le idee chiare su quale potrà essere il suo contributo alla causa Andreoli: “Sono qui a Latina perché voglio fare il meglio possibile. Se ci sarà la possibilità di giocare è ancora meglio per me”. E poi continua soffermandosi sulla sua formazione “pallavolistica”, segnata dalla cultura sportiva del suo Paese: ”Ho iniziato da giovanissimo nelle squadre di Kiev. La nostra struttura dello sport è diversa da qui: ho studiato in una scuola speciale che ti prepara allo sport. Poi mi sono iscritto all’università e da lì è iniziata con l’Azot Cherkasy la mia carriera nella pallavolo. Conosco il campionato italiano e so quanto sia difficile, ma ce la metterò tutta per dimostrare il mio valore ad iniziare dai primi allenamenti”.

 

GLI AUSPICI DI FALIVENE – Soddisfatto del nuovo innesto è il primo tifoso dell’Andreoli Gianrio Falivene, che ha anche commentato la partenza dell’asso cubano Alain Roca: “Diachkov avrà il compito di sostituire Roca, un compito difficile perché il cubano ha dimostrato tutta la sua classe, ma sono sicuro che Andrij farà bene. Sono sicuro che si inserirà velocemente nel gruppo e che si potrà esprimere ad alto livello, sfruttando quest’ulteriore chance che il campionato italiano gli sta offrendo. Per quanto riguarda la partenza di Alain non abbiamo potuto rifiutare l’opportunità economica che gli si era presentata”.

 

 

 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Andrij Diachkov: un ucraino alla corte di Prandi

LatinaToday è in caricamento