Pallavolo, continua la corsa ai play off: insidiosa trasferta a Padova per la Top Volley

Sul campo della Kioene Padova si gioca alle 18 di domenica 12 febbraio per la 23ma giornata della Superlega UnipolSai: altra sfida cruciale per gli uomini di Bagnoli in chiave play off dopo la vittoria di mercoledì a Sora

Continua la corsa ai play off della Top Volley oggi chiamata all’insidiosa trasferta, la seconda in quattro giorni dopo quella con Sora, sul campo Kioene Padova. La gara, valida per la 23ma giornata della Superlega UnipolSai, la decima del girone di ritorno si gioca alle 18 di domenica 12 febbraio.

Un’altra sfida cruciale per la formazione di Daniele Bagnoli, dopo quella vinta a Sora in quattro set, contro una formazione che anch’essa mira ad entrare tra le prime otto della stagione regolare. La matematica per ora esclude solo Milano dalla lotta vedendo ancora in corsa sei squadre per un solo posto dato che se pur aritmeticamente raggiungibile, Monza (32 punti) ha più di un piede nei playoff scudetto dato che ci sono ancora molti scontri diretti.

Un turno fondamentale dicevamo anche in vista degli altri incontri che vedono le gare casalinghe di Vibo (26) con Verona e Ravenna (23) con Piacenza mentre Molfetta (22) va a Modena. Padova con 18 punti ne dovrebbe recuperare 8 per raggiungere Vibo (26) su 12 ancora disponibili. Discorso diverso per Latina (23) che è a solo tre lunghezze dai calabresi ma con due vittorie in meno (fattore determinante in caso di ex aequo).  

IN CASA PADOVA - Padova dopo aver iniziato la stagione con il piede giusto, era sesta dopo cinque giornate e ancora settima dopo sette, ha chiuso il girone di andata in calando. Ha iniziato il girone di ritorno con otto sconfitte prendendo un solo punto a Vibo e tornando alla vittoria solo mercoledì con Milano (3-1). I padovani hanno confermato il tecnico Valerio Baldovin con lui alcune pedine fondamentali come gli opposti Stefano Giannotti e Sebastiano Milan che nelle ultime gare è stato schierato di banda, i centrali Marco Volpato e Taylor Averill e i liberi Fabio Balaso e Nicolò Bassanello. Sono arrivati i palleggiatori James Shaw dall’Università di Stanford (USA) e Francesco Zoppellari dal Club Italia, il centrale sloveno Danijel Koncilja via Aich Dob (AUT), gli schiacciatori Michele Fedrizzi via Molfetta, lo svedese Jacob Link dal Falkoping, Filip Sestan dal Kastela (SLO) e il canadese Stephen Maar dall’Università McMaster (CAN). Baldovin nell’ultima sfida vinta con Milano ha schierato Shaw al palleggio e Giannotti opposto, Volpato e Averil al centro, Maar e Milan di banda, Balaso libero.

IN CASA LATINA - Daniele Bagnoli contro Sora si è affidato in avvio a Sottile in cabina di regia e Fei opposto, Rossi e Gitto centrali, Maruotti e Klinkenberg schiacciatori, Fanuli libero mentre nel quarto set sono entrati Ishikawa e Penchev.

GLI EX IN CAMPO E I PRECEDENTI - Due ex dell’incontro entrambi nel campo laziale: Alessandro Fei che ha iniziato la carriera a Padova prima nelle giovanili e poi nel triennio 1995-98 in A1 e Gabriele Maruotti (2008-09). Ci sono stati 21 precedenti tra le due formazioni con 12 successi del Latina e 9 di Padova l’ultimo nella gara di andata vinta al tiebreak. Anche in Veneto sono in vantaggio i pontini 4-6.

LE DICHIARAZIONI ALLA VIGILIA  

Gianrio Falivene: “Con i playoff a meno tre, il destino è pienamente nelle nostre mani, senza dover contare su interventi esterni. Raggiungere l’obiettivo è un premio ai sacrifici di inizio stagione e una piccola rivalsa verso chi ci dava già morti ad inizio stagione. Siamo vivi e lotteremo fino all’ultimo pallone”.

Bojan Strugar: “veniamo dai tre punti presi sul campo di Sora, molto importanti per la nostra classifica. Ci aspettiamo contro Padova una gara difficile, dato che loro giocano bene in casa. Noi ci stiamo allenando molto bene e siamo pronti. Abbiamo grandi motivazioni, la prima riscattare la sconfitta dell’andata, poi quella di raggiungere i playoff. Dobbiamo dare il massimo per recuperare i tre punti di svantaggio su Vibo, abbiamo buone possibilità per andare avanti, perché possiamo fare un buon risultato e vincere domenica”.

Marco Franchi: “una partita per noi importante, perché ci servono i punti per continuare a seguire il nostro obiettivo che è quello di entrare nelle prime otto per disputare i playoff. Abbiamo giocato bene contro Sora e dobbiamo continuarlo a fare. Padova quest’anno ha Maar come punto di riferimento è la costante in attacco, ma dobbiamo stare attenti anche al rientro di Giannotti e al lancio del giovane Milan come schiacciatore, in più ha dei buoni centrali. Non sarà una partita facile, ma in questo momento dobbiamo pensare solo a fare punti”. 

Nicolò Bassanello: “Contro Milano abbiamo messo in campo tutto il nostro carattere, vincendo grazie ad una prova di squadra che ci aiuterà ad affrontare il finale di Regular Season con rinnovato entusiasmo. Domenica affronteremo Latina, una squadra composta da giocatori di grandissima esperienza e che di sicuro verrà alla Kioene Arena per cercare di far punti. Noi però dovremo replicare la prova di mercoledì, migliorando ulteriormente la nostra prestazione sotto il punto di vista del gioco. Giocare davanti al nostro pubblico sarà importante”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: i contagi non si fermano: 139 nuovi casi nel Lazio e 11 in provincia

  • Latina, operazione "Dirty Glass": i nomi degli arrestati. Tra loro anche due carabinieri

  • Coronavirus, casi ancora in forte aumento: 165 in più nel Lazio e 23 in provincia

  • Operazione Dirty Glass: riciclaggio, estorsione e corruzione. Ecco i ruoli dei personaggi coinvolti

  • Operazione Dirty Glass: chi è Natan Altomare, "soggetto scaltro e pericoloso"

  • “Spregiudicato e di grande caratura criminale”: ecco chi è Luciano Iannotta

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento