Sport Prampolini / Via dei Mille

Pallavolo: la spunta Macerata, per l’Andreoli finisce il campionato

Un secco 3-0 in casa, davanti ad un PalaBianchini stracolmo, nei quarti di finale dei play off scudetto e per i pontini si chiude una stagione intensa

Niente da fare per l’Andreoli. Una grintosa, anche se forse anche un po’ nervosa, Macerata ha superato ieri in tre set i pontini aggiudicandosi il passaggio alle semifinale dei play off scudetto targati Linkem.

Si chiude così per Latina una stagione comunque strepitosa; una stagione condotta fino alla fine sul doppio binario del campionato e della Coppa Cev con la finale persa in Turchia.

Tornando alla gara di ieri, nonostante una scenografia di pubblico da urlo, alla fine hanno pesato come un macigno i 18 muri dei marchigiani (6 di Savani) e i 7 ace, le armi vincenti di Macerata di questa stagione.

IL VIDEO - L'INGRESSO IN CAMPO DEL LATINA

Meno incisiva di mercoledì scorso Latina che non ha saputo tenere testa ai campioni d’Italia come, nonostante il 3 -0 aveva fatto anche nella gara3 di domenica al Palafontescodella.

E così, anche se con l’amaro in bocca, per i pontini si chiude il campionato che comunque, anche quest’anno, li ha visti protagonisti fino alla fine.

LA PARTITA

Silvano Prandi schiera Sottile in regia e Troy opposto, Verhees e Gitto centrali, Rauwerdink e Noda schiacciatori e Rossini libero. Alberto Giuliani risponde con Travica al palleggio e Zaytsev opposto con compiti di ricezione, Stankovic e Podrascanin al centro, Savani e Parodi schiacciatori, Henno libero.

PRIMO SET - Contrattacco Zaytsev ed errore Troy (0-3), muro Savani, doppio ace Zaytsev, 2-7 e Latina chiama tempo. Si riprende con un altro ace di Zaytsev (2-8). Contrattacco Noda (6-10), contrattacco Zaytsev (6-12), Podrascanin di prima intenzione ed errore Troy, 7-15 e Prandi ferma il gioco. Sull’11-19 dentro Jarosz, muro Podrascanin (11-20), sul 13-22 dentro Massimiliano Prandi, ace di Sottile (16-23), muro Gitto ed errore Savani (19-24) e il set si chiude con un muro di Savani sul 19-25.

SECONDO SET - Jarosz in campo, due muri di Podrascani e Savani (0-2), ace Savani (3-6) e timeout Latina, errore Noda per il 4-8. errore Noda e contrattacco Zaytsev (4-10), errore Parodi (6-10), errore Zaytsev (8-11), muro Stankovic (9-14), dentro Troy, sul 10-15 dentro Fragkos, muro Stankovic (10-16). Contrattacco Troy (12-16), Travica di prima intenzione (12-18), dentro Patriarca, contrattacco Zaytsev, 12-19 e Prandi chiama tempo. Sul 13-19 dentro Lampariello in seconda linea, sul 14-21 dentro Massimiliano Prandi, Podrascanin di prima intenzione (14-22), contrattacco Fragkos (17-23), ace di Podrascanin che chiude il set sul 17-25.

TERZO SET  - In campo i sestetti di partenza. Contrattacco Savani (0-2), muro Stankovic e ace Zaytsev (1-5), contrattacco Noda (3-5), fallo di seconda linea di Savani, ace Troy, contrattacco Noda (7-6), contrattacco Zaytsev per il 7-8 del timeout tecnico. Doppio muro Podrascanin (7-10) e Prandi chiama tempo. Muro di Podrascanin (8-12), muro di Gitto (10-12), contrattacco Troy (12-13), errore Troy (12-15), per il 13-16 del secondo tempo tecnico. Contrattacco Noda (15-16) doppio cambio con Monopoli e Starovic in campo, contrattacco di Noda, 17-17 e Giuliani chiama tempo, dentro Lampariello per la seconda linea. Muro Parodi, 17-19 e Latina ferma il gioco e manda in campo Patriarca. Trattenuta di Henno, errore Parodi (20-19), rientrano Travica e Zaytsev, ace di Travica, dentro Massimiliano Prandi, muro di Savani ed errore Rauwerdink per il 23-25 finale

I COMMENTI

Ivan Zaytsev: “Li abbiamo murati vivi… Sono contentissimo, adesso pensiamo a Piacenza che c’è tra una settimana e speriamo di arrivare fino in cima”.

Jeroen Rauwerdink: “Oggi abbiamo subito molti muri, non abbiamo giocato bene in attacco. Potevamo fare meglio. Questo playoff è la sintesi della nostra stagione dove siamo stati impegnati anche in Coppa cev. Il rammarico maggiore è quello di non aver chiuso la gara a Macerata domenica”.

Daniele Sottile: “Noi abbiamo giocato male ma il merito è anche di Macerata. Siamo arrivati a questi playoff stanchi e con qualche acciacco di troppo. Ma dobbiamo vedere le cose positive: un grande pubblico che ringrazio”.

Silvano Prandi: “Va avanti la squadra più forte e quella pronosticata da tutti. Abbiamo preso tante murate, molte a uno. Abbiamo cominciato sempre con tanti errori. Peccato perché personalmente ci tenevo molto. Bilanci non ne voglio fare, sono ancora concentrato sulla gara di oggi. È andata così, complimenti alla Lube”.

Andreoli Latina-Lube Banca Mache Macerata 0-3 (19-25, 17-25, 23-25)
Andreoli Latina: Verhees 1, Sottile 2, Rauwerdink 6, Gitto 8, Troy 12, Noda 12; Rossini (L), Jarosz 3, Fragkos 1, M.Prandi, N.e: Guemart. All. S.Prandi
Lube Banca Mache Macerata: Parodi 9, Podrascanin 11, Zaytsev 17, Savani 12, Stankovic 5, Travica 4; Henno (L), Monopoli, Starovic, Lampariello. N.e. Kooy, Pajenk. All. Giuliani
Arbitri: Boris, Braico
Note: Spettatori 1537, per un incasso di 12393 euro
Durata set: 24‘, 26‘, 31‘. Tot. 1h21’
Andreoli Latina: Battute vincenti 2, battute sbagliate 8, muri 6, errori 17, attacco 36%   
Macerata: bv 7, bs 8, m 18, e 13, a 41%
MVP Ivan Zaytsev

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallavolo: la spunta Macerata, per l’Andreoli finisce il campionato

LatinaToday è in caricamento