Pallavolo: pronta per la nuova stagione, la Ninfa Latina si presenta

Serata di gala a villa Egidio presentata dal vice direttore di Rai Sport Jacopo Volpi. “Dopo aver rasentato le porte dell’inferno, saremo i più rognosi in campo” ha detto Falivene. Maruotti: “Contento di fare il capitano”

La Ninfa Latina (foto postata sulla pagina facebook della Top Volley Latina)

Una vera e propria serata di gala per la presentazione della Ninfa Latina.

Tanti gli ospiti che ieri pomeriggio hanno raggiunto Villa Egidio per partecipare all’importante evento e che anticipa l’inizio della stagione 2015/2016 presentato dal giornalista e vice direttore di Rai Sport Jacopo Volpi.

Davanti al pubblico presente hanno così sfilato i giocatori, lo staff tecnico e quello medico della Ninfa Latina che domenica a Padova farà il suo esordio nel campionato di SuperLega. 
Dopo aver rasentato le porte dell’inferno, saremo i più rognosi in campo - ha detto Gianrio Falivene -. Gli stimoli non ci mancano, il fatto che la squadra è nuovo è positivo. Sarà un campionato con tante novità, mantenendo l’etichetta di miglior campionato al Mondo. Saremo veramente rognosi, il nostro obiettivo è semplice: vincere tutte le partite, poi se gli avversari vinceranno gli faremo i complimenti”.

La parola anche al nuovo allenatore Camillo Placì. “In questo anno è la mia terza squadra - ha dichiarato -. Dal Qatar passando per la nazionale della Serbia e arrivare qui a Latina. Mi piacciono le città a dimensione d’uomo e mi sono trovato subito bene qui. Cinque squadre hanno una qualità tecnica superiore, poi c’è un gruppo dove possiamo dire la nostra. Questa è una squadra nuova, ma con molti giocatori che sono motivati. Molti di loro hanno proprio chiesto di venire qui. Perché è una società seria, che ha garantito sempre di lavorare bene. E le voci nel nostro ambiente si espandono e molti giocatori e tecnici parlano molto bene di Latina e vorrebbero venire qui”.

Poi anche il Gabriele Maruotti che si è detto “contento di fare il capitano, è la mia prima volta, lo farò con grande onore. Stiamo scoprendo di giorno in giorno quale è la nostra forza. Dobbiamo pensare a far bene subito e a concentrarci gara dopo gara”.

GLI ALTRI INTERVENTI
Enrico Forte (Regione Lazio): “Questa è la realtà più importante della nostra regione. Latina è la seconda città del Lazio che però non ha struttura all’altezza di quello che fa per lo sport, palazzetto e stadio non idonei per le serie che ospita”.
Andrea Burlandi (CR Lazio): “Ciò che caratterizza questa squadra è che rappresenta la nostra regione. È un punto di riferimento per tutto il movimento. Una storia che parte da lontano, da Cori, che da molti anni si è consolidata nella massima serie. Un complimento alla sua dirigenza”.
Filippo Di Franco: (Farmaceutica Lodigiana): “Nel 2013 è nato per caso un contatto, ci siamo appassionato con la finale della Coppa Europea e adesso siamo ancora qui per cercare di festeggiare con la squadra”
Vitaliano Tiscione (Bpl): “Ringrazio a nome della Banca e del presidente. Siamo da molti anni accanto a questa società e quest’anno abbiamo confermato questo binomio”.
 

 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Latina: lutto nell’Arma dei Carabinieri, muore l’appuntato Alessandro Cosmo

  • Coronavirus: Lazio in zona arancione. Nuove restrizioni anche per la provincia di Latina

  • Vaccini agli over 80: avviso ai medici di medicina generale. Si parte il primo febbraio

  • Coronavirus Latina, cresciuti i casi di tipo familiare. Al Goretti situazione di “continuativa emergenza”

  • Coronavirus, Latina e il Lazio in zona arancione: quali i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus Latina: sono 119 i nuovi casi positivi in provincia. Un altro decesso

Torna su
LatinaToday è in caricamento