Pallavolo, volata per la Coppa Italia: le statistiche dopo la 12esima giornata

Ieri la vittoria della Top Volley in trasferta sulla Revivre Milano. Viva la battaglia per la qualificazione agli ultimi tre posti della Coppa Italia contesi da cinque formazioni tra cui Latina

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

Manca una sola giornata al termine del girone di andata della Superlega UnipolSai. Giro di boa che stabilirà le dodici formazioni che parteciperanno alla Del Monte Coppa Italia.

Latina con la vittoria a Busto Arsizio sulla Revivre ha ancora la possibilità di centrare l’obiettivo. La classifica ha già decretato le prime quattro squadre che salteranno gli ottavi di finale e sono Civitanova, Trento, Modena e Perugia. Piacenza, Verona e Monza ospiteranno la gara in casa, la quarta uscirà fuori tra Vibo e Padova (ospita Verona). Gli ultimi tre posti sono contesi da cinque formazioni, con Sora, Ravenna e Molfetta che hanno due punti di vantaggio su Latina e Milano.

Si deciderà tutto domenica, dove Milano è ospite di Perugia, Molfetta attende Trento, scontro diretto tra Ravenna e Sora. Latina ospita alle 18 al PalaBianchini la Tonno Callipo Vibo Valentia. Occorre una vittoria per cercare di superare una diretta rivale e centrale l’obiettivo, i pontini sanno che a parità di punti inciderà chi avrà vinto più partite e solo dopo il quoziente set. Sarà il campo a decidere.

Diamo uno sguardo alle statistiche. Giulio Sabbi (Molfetta) rimane in cima alla classifica dei marcatori a quota 272, lo inseguono Fernando Hernandez (Piacenza) con 264 punti e Tsvetan Sokolov (Civitanova) con 224; Gabriele Maruotti a 162.

Fernando Hernandez è leader negli ace con 27, con sei punti Ivan Zaytsev (Perugia) si porta a quota 26, terzi Luca Vettori (Modena) e Max Holt (Modena) con 23; Fei 13.

A muro Marko Podrascanin (Perugia) con 31 punti scavalca Tsvetan Sokolov (Civitanova) fermo a quota 30, Svetoslav Gotsev (Sora) 29; Andrea Rossi 26 e Carmelo Gitto 24.
Per quanto riguarda le statistiche di squadra in attacco rimane al comando Civitanova con il 56,7% di palle positive, seguita da Trento al 53.3% e Piacenza 52.5%; sale al decimo posto Latina con il 47,1%. Negli ace rimane al comando Modena con una media set di 2.04 (92 con 207 errori), seguita da Civitanova con 1.76 (79 con 215 errori) e Perugia a 1.67 (80 ace contro 194 errori), 13ma Latina con 1.00 (47 con 161 errori). Perugia è la squadra che ha una media di muri a set superiore con 2.44 (117), seguita da Verona 2.43 (107), Ravenna 2.37 (116), ottava Latina 2.17 (102). I pontini sono la seconda squadra che ha commesso meno errori con una media a set di 5.32, dietro solo a Vibo 5.25 e davanti a Monza 5.61.

I COMMENTI DOPO LA PARTITA CONTRO MILANO

Gabriele Maruotti: “Ci eravamo ripromessi a inizio partita di rimanere tranquilli in questa gara e, nonostante un po’ di nervosismo, a fine terzo set, siamo riusciti a mantenere la calma, reagendo alle situazioni difficili con una formazione rimaneggiata e restando attaccati sempre alla gara. Oggi Penchev ci ha dato una grande mano sostituendo Fei e gli faccio veramente i complimenti. Siamo stati bravi in battuta, abbiamo tenuto in ricezione: una prestazione solida e una vittoria della squadra soprattutto per la nostra situazione di emergenza”.

Riccardo Sbertoli: “La cosa che non ha funzionato è sicuramente il numero di errori in battuta. Non so dare sinceramente una spiegazione perché è la prima volta che ci capita di sbagliare 28 servizi in un match, ottenendo veramente poco da questo fondamentale. Non c’è stato verso di cambiare: se non forzavamo sbagliavamo, se tiravamo pure. Una serata difficile sotto questo aspetto. La differenza è stata proprio questa, con il numero di errori esagerato”.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento