Sport

Pallavolo, il punto della Taiwan Excellence sulla prima parte della stagione

A parlare in conferenza i due tecnici. Di Pinto: “Siamo ancora alla ricerca di continuità di gioco e di risultati. Quella di Monza una tappa importante per noi”

Con una conferenza stampa la Taiwan Excellence ha voluta fare un punto sulla prima parte di questa stagione. A prendere la parola, dopo gli onori di casa del presidente Gianrio Falivene, i tecnici Vincenzo Di Pinto e Marco Franchi, a fare gli onori di casa il presidente Gianrio Falivene.

Di Pinto: “Manchiamo ancora di continuità” 

“Monza è una tappa importante per noi, viviamo un momento di incertezza per via di qualche acciacco, ma affrontiamo la trasferta con molta fiducia - ha detto Di Pinto -. Stiamo vivendo un momento positivo dopo la vittoria con Ravenna, ma siamo ancora alla ricerca di continuità di gioco e di risultati. Le premesse estive non erano sbagliate, ma una cosa è un progetto e un’altra è la realizzazione. Non siamo riusciti ancora a compiere il progetto per via di problemi fisici che ci siamo portati dietro dall’attività delle Nazionali. Discorso diverso per Savani che sta crescendo e risolvendo gli acciacchi. Questi problemi fisici ci hanno condizionato in alcune partite e soprattutto in allenamento. Ora dobbiamo aumentare il ritmo nella ‘zona rossa’ la parte finale dell’allenamento”.

Volevo ringraziare Gitto centrale che aveva percentuali in attacco e a muro da far invidia, ha dato la disponibilità di cambiare ruolo e allenarsi come schiacciatore-ricettore” - ha poi concluso l’allenatore di Latina -.

Franchi: “Ancora tanto da lavorare” 

“Quando ci mettiamo in testa di giocare a pallavolo, giochiamo un’ottima pallavolo. Ovviamente alcune volte non siamo al meglio fisicamente - ha detto Marco Franchi nel corso dell’incontro con i giornalisti -. Quando siamo al completo ci sarà più continuità di gioco e già lo abbiamo dimostrato con squadre di alto livello”. 

“Abbiamo dei picchi da far temere qualsiasi formazione. Il calo in alcune gare non sempre è stato dovuto allo stato fisico, come le volte in cui siamo stati in vantaggio di due set e non abbiamo chiuso la gara. Ma dobbiamo lavorare sul chiudere la partita, credo che quando saremo al completo questo non accadrà. Yuki (Ishikawa ndr) è stato recuperato grazie alla nostra equipe medica e lo aspettiamo al rientro dal Giappone. Dobbiamo lavorare e migliorare in qualche fondamentale come la battuta, soprattutto sui nostri battitori che possono forzare” ha concluso Franchi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallavolo, il punto della Taiwan Excellence sulla prima parte della stagione

LatinaToday è in caricamento