rotate-mobile
Sport

Maietta ribadisce: "Io e Aprile aperti a nuovi ingressi, ma il Latina non è in vendita"

Il presidente nerazzurro ancora una volta smentisce le voci che vorrebbero la società a un passo dalla cessione, ma apre alla cessione di piccole quote

L'Us Latina non è in vendita. Lo ribadisce perentoriamente il presidente Pasquale Maietta in un'intervista rilasciata a Lazio Tv, smentendo di fatto le voci trapelate (per l'ennesima volta) nei giorni scorsi circa un prossimo disimpegno dell'attuale proprietà a favore di nuovi imprecisati acquirenti. "Io e Antonio Aprile gestiamo il Latina e ne deteniamo interamente il pacchetto azionario", ha precisato Maietta. "Scrivere che il Latina è in vendita o che sia stato è assolutamente falso. Se mi dovessi trovare il Latina venduto, significherebbe che si è combinata una truffa alle mie spalle".

Parole forti e chiare che però non chiudono le porte a eventuali ingressi, e questa non è una novità: "Da parte mia e di Aprile c'è la disponibilità a valutare la cessione di una parte delle nostre quote in modo da gestire la società con eventuali nuovi soggetti che abbiano voglia di farlo in maniera seria".

Insomma, nessun disimpegno da parte di Maietta e Aprile, ma piena disponibilità verso chi vorrà acquisire delle quote di minoranza, anche perché l'attuale società è solida e organizzata: "La nostra pianificazione, frutto di un progetto solido e duraturo, è tale da garantirci una serena attività aziendale anche senza nuovi ingressi. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maietta ribadisce: "Io e Aprile aperti a nuovi ingressi, ma il Latina non è in vendita"

LatinaToday è in caricamento