Sport Sabaudia

Pattinaggio artistico, titolo italiano al duo pontino Essolino-Bertazzoli

I portacolori della società "Il Sole", hanno trionfato Campionati nazionali di Follonica nella specialità Coppia Danza categoria Allievi regionali

I pontini Giordana Essolino e Paolo Bertazzoli ai vertici del pattinaggio artistico nazionale. I due giovani atleti, portacolori della società “Il Sole”, confermando gli ottimi risultati degli ultimi anni, hanno conquistato il titolo di campione italiano Uisp 2013 nella specialità Coppia Danza categoria Allievi regionali, salendo sul gradino più alto ai Campionati nazionali di Follonica.

“I ragazzi - afferma la loro insegnante Claudia Capitani, ex atleta azzurra nella stessa specialità - si sono dimostrati sicuri e determinati, hanno danzato in sincronia con eleganza e velocità, rendendo vita difficile alle agguerrite coppie emiliane, lombarde e liguri”.

Ancor più importante questo titolo, considerando che gli atleti si allenano su piste ben più piccole delle regolamentari, e che si trovano solo al momento della gara a dover adattare il loro programma a delle dimensioni maggiori, spingendo molto di più per rendere il loro “disco” veloce e scorrevole, caratteristica importante ai fini del punteggio. Ulteriore difficoltà è quella di adattare la danza obbligatoria Country Polka, che necessita assolutamente della precisa esecuzione del disegno obbligatorio, facendo i passi esclusivamente in determinati punti della pista.

I ragazzi hanno ricevuto anche gli elogi da parte del sindaco di Sabaudia Maurizio Lucci, che si è congratulato con loro per l’importante risultato. E i due pattinatori potranno essere ammirati proprio a Sabaudia il 20 Luglio, alle ore 21, presso la pista di piazza Circe nello spettacolo di fine corso che, come tutti gli anni, raccoglie un interessato e numeroso pubblico.

Sono veramente soddisfatta - prosegue l’insegnante della coppia – perché, nonostante nel corso dei dieci anni di attività molti miei atleti abbiano dimostrato grande valore a livello nazionale, nessuno però aveva ancora vinto il titolo italiano, e ancor di più dato che a vincerlo è stata la mia figlia primogenita, che pattina da dieci anni, insieme al suo partner, sui pattini da tre. Anche se la differenza di esperienza è notevole, Paolo si è dimostrato elegantissimo e molto sicuro, ha dato il meglio di se annullando completamente questo divario. Di gare ne hanno disputate altre, ma mai come questa volta i ragazzi hanno realmente danzato, creando un’ottima unione che ha incantato la giuria. Divido il merito anche con il loro maestro di ballo Ignazio Carbone, in quanto l'eleganza e l'affiatamento dei ragazzi sono anche merito del fatto che dallo scorso novembre stanno studiando i balli della danza sportiva, alle cui competizioni si avvicineranno a breve”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pattinaggio artistico, titolo italiano al duo pontino Essolino-Bertazzoli

LatinaToday è in caricamento