rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Sport

Tre pali, zero gol al "Curi". Perugia e Latina non si fanno male

Un buon Latina tiene testa agli umbri, portando a casa un punto che fa morale. Buone indicazioni dal nuovo modulo, e rammarico per due pali

L’astinenza da vittorie fuori casa prosegue, ma per una volta i pontini possono guardare con positività al pareggio (il sesto in campionato) ottenuto in casa del Perugia. Servivano indicazioni che certificassero i progressi della squadra di Breda, a rischio esonero in caso di sconfitta, evidenziati con il passaggio alla difesa a quattro. E’ mancato solo il colpo finale, al quale i pontini sono andati vicini in un paio di occasioni. Il campo a tratti impraticabile, e la mancanza di un incursore come Crimi hanno pesato.

CAMBIO DI MODULO - Si pensava al cambio di modulo, e poi a un dietrofront di Breda. E invece il tecnico dei pontini sorprende tutti proponendo il 4-2-3-1. Out Cottafava dietro, spazio a Brosco e Dellafiore centrale con Almici e Bruscagin ai lati, a centrocampo Valiani fa l’uomo di raccordo tra centrocampo e attacco, con Rossi e Pettinari esterni. In attacco, né Sforzini, né Paolucci, ma ancora Petagna.
La novità non snatura la squadra, che anzi sembra trovarsi piuttosto a suo agio. Perché in fase di non possesso, Valiani è prezioso nei ripiegamenti, e i pontini non soffrono l’inferiorità numerica. Il Latina tiene bene il campo, pur lasciando il possesso ai padroni di casa. Ma la pochezza offensiva di entrambe le formazioni si manifesta anche oggi. I tiri nello specchio latitano da ambo le parti. Tra gli umbri, eccezion fatta per alcuni velleitari tentativi dalla distanza di Lanzafame e per alcune serpentine di Parigini che costringono i pontini a spendere due gialli, c’è poco da annotare. L’unico grande intervento di Di Gennaro, avviene però su un’azione poi interrotta dall’arbitro Maresca per offside di Falcinelli.
Il Latina sembra poter far male quando spinge, ma forse pecca di convinzione nei propri mezzi. C’è poi Pettinari, finalmente libero di partire largo sulla fascia, che fatica ad entrare nel vivo del match. Petagna fa il suo solito lavoro con generosità ma senza concretezza. E nel finale di tempo, per poco non ci scappa il gol, ma la deviazione di Valiani, sugli sviluppi di un corner, si stampa sulla traversa.

LE PAGELLE DEI PONTINI 

SECONDO TEMPO – Il Latina decide di prendere l’iniziativa, guadagnando metri di campo e sistemandosi costantemente nella trequarti avversaria. Il Perugia perde lo smalto del primo tempo, allungandosi pericolosamente. Cosa che accade anche agli avversari, anche a causa di un campo la cui pesantezza si fa sentire sui muscoli dei giocatori.
Breda lascia negli spogliatoi Petagna, inserendo Paolucci. Le occasioni scarseggiano, ma quelle poche che si verificano, rischiano di cambiare le sorti del match. Due pali al 24’ e al 27’, uno per parte. Più foriero di rimpianti quello colpito da Parigini, ben imbeccato sul versante destro, più clamoroso l’autopalo colpito da Goldaniga, che nell’anticipare Rossi, per poco non beffa Provedel con un pallonetto. Camplone toglie prima una punta Falcinelli, inserendo Taddei, per poi inserirne un’altra, Perea, al posto di Verre. Risponde Breda con gli innesti dei redivivi Sbaffo e Ricciardi. Proprio il numero dieci del Latina sarà protagonista di una bella cavalcata palla al piede, con perfetto lancio per Paolucci, il quale perde poi l’attimo giusto per rientrare e calciare in porta. Alle ripartenze si affida il Latina, a cui il pareggio tutto sommato non dispiace. Il Perugia ci prova nel finale ma scardinare la doppia linea difensiva disposta dai pontini è impresa ardua. Finisce 0-0, la sfida tra due attacchi tra i più sterili della B, non poteva che terminare con questo punteggio.

Tabellino

PERUGIA (3-5-2) Provedel; Goldaniga, Giacomazzi, Flores; Fazzi, Lanzafame, Fossati, Verre (23’st Perea), Crescenzi (28’st Vinicius); Falcinelli (9’st Taddei), Parigini. A disposizione: Koprivec, Lo Porto, Nicco, Rossi, Comotto, Rabusic. All. Camplone

LATINA (4-2-3-1) Di Gennaro; Almici, Brosco, Dellafiore, Bruscagin; Viviani (32’st Ricciardi), Bruno; Pettinari (29’st Sbaffo), Valiani, Rossi; Petagna (1’st Paolucci). A disposizione: Farelli, Cottafava, Ashong, Milani, Talamo, Ricciardi, Sforzini. All. Breda

Arbitro: Maresca di Napoli

Ammoniti: Brosco (L), Bruscagin (L), Goldaniga (P), Valiani (L)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tre pali, zero gol al "Curi". Perugia e Latina non si fanno male

LatinaToday è in caricamento