Powerlifting: Danilo Ceirani campione del mondo negli USA

L'atleta pontino ha bissato il titolo conquistato nel 2018 a Malta, nel sollevamento pesi su panca piana e stacco da terra. "Non mollo finché fisico e testa mi diranno di sì"

Profilo

Un pontino che si conferma campione del mondo di powerlifting, il sollevamento pesi nelle singole discipline: squat, panca piana e stacco da terra. Il titolo è di Danilo Ceirani (ella foto a sx), 55 anni di Latina, dirigente di una multinazionale chimica e amante della storia romana e della Seconda Guerra Mondiale. La grande soddisfazione è arrivata per lui ai mondiali della Wdfpf ( world drug free powerlifting federation ) organizzati nei giorni scorsi dalla federazione americana nella contea di Henderson nello stato del Kentucky. Come già era accaduto lo scorso anno a Malta, Danilo, che faceva parte della spedizione azzurra nella categoria dei Master si è imposto nelle discipline della panca piana e dello stacco da terra. 

Bilanciere 

Perfetta esecuzione della tecnica di sollevamento e gestione del carico di peso al bilanciere hanno consentivo a Danilo di imporsi nei 130 kg di panca piana e 190 kg di stacco da terra.Danilo, 92.4 kg di massa muscolare distribuiti su un metro e 77 centimetri di statura è uno dei due italiani che si sono portati a casa il titolo. L’altro è stato l’atleta di Francesco Pellizzoni di Salsomaggiore, che nella categoria M1 + 125  kg, ha realizzato il triplete in squat, panca piana e stacco da terra, stabilendo il record mondiale stacco da terra con 242,5 kg. Danilo Cierani è tornato vincitore nella sua Latina dopo essersi confrontati in una kermesse da 200 atleti per 14 nazioni: USA, Canada, Inghilterra, Germania, Francia, Italia, Scozia, Irlanda del Nord, Eire, Russia, Ucraina, Moldavia, Belgio e Olanda con oltre 200 atleti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Futuro

Siccome dietro ogni vittoria però c'è un grande sacrificio senza il quale non si ottengono i risultati, sono sempre la cura dell'alimentazione e la regolarità degli allenamenti a delineare la strada del successo. E Danilo Ceirani è diventato così un esempio per gli e atleti e le atlete più giovani del Palafitness di Latina, dove Danilo costruisce le sue vittorie e trasmette la voglie di emergere nello sport a prescindere dalla specialità. “Ringrazio tutti coloro che hanno contribuito al mio secondo titolo mondiale consecutivo – esordisce Danilo Ceirani -, che mi ripaga di tanto lavoro al Palafitness di Latina,  diventato così un centro non solo di wellness ma anche di formazione agonistica. Quando penso di smettere? Finché sarò abbastanza integro nel fisico e concentrato nella testa, non mollo". Non rimane che augurare a Danilo un in bocca a lupo per il suo futuro agonistico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: nel Lazio 1219 nuovi casi, numeri record in provincia. D’Amato: “Questi i giorni più difficili”

  • Incidente a Sabaudia sulla Migliara 53, scontro tra auto e furgone: muore un ragazzo, due feriti

  • Coronavirus Latina, 126 nuovi casi. Sotto osservazione zone della movida e coprifuoco

  • Coronavirus: nel Lazio 1541 nuovi casi e 10 decessi. In provincia il secondo dato più alto di sempre

  • Coronavirus, 1687 nuovi casi nel Lazio e 9 morti. E' massima allerta

  • Coronavirus, ancora 124 contagi in provincia e un altro morto. Ottavo decesso in otto giorni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento