menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mondiale IBO sul ring di Fondi, è iniziato il conto alla rovescia per Magnesi e Kinigamazi

Alle 22 incrociano i guantoni l'imbattuto "Lonewolf" di Cave e il ruandese guarito dal Covid. Sottoclou con altri quatto match professionistici. Serata a porte chiuse, targata Buccioni-Branco

Attesa

Dopo 21 giorni sarà finalmente Michael Magnesi vs Patrick Kinigamazi. Ore 22, il ring del Palazzetto dello Sport di Fondi illuminerà la scena in cui verrà assegna la cintura Mondiale IBO dei pesi superpiuma. La strada per arrivare alla serata inizialmente programmata il 6 novembre si è rivelata tortuosa. La positività al Covid-19 di Kinigamazi ha stoppato l''evento messo in piedi dalle scuderie BBT Productions di Davide Buccioni eA&B Events di Alessandra Branco, main sponsor Le Cinéma Café, con il patrocinio del Comune e della Pro Loco di Fondi. Nuova data fissata dagli organizzatori con la speranza che il pugile ruandese si negativizzasse. Adesso tocca ai pugili nello scenario surreale dell'assenza di pubblico, dovuta all'emergenza sanitaria. 

Face-to-face

Il face-to-face, durante le visite mediche e il peso, ha ribadito l'acceso agonismo tra i due, che da giorni corre via social. "La sola possibilità che ha di battermi è che riceva la vittoria su un piatto d’argento dai tre giudici italiani, ma se vogliamo parlare solo di boxe non può battermi" aveva postato Kinigamazi. "Patrick è molto ottimista. Pensa di arrivare ai punti, ma non ha capito che il match finirà prima del limite" aveva replicato Magnesi. Le dichiarazioni in presenza stavolta sono sembrate più diplomatiche: "A causa dello stop, sono stato fermo almeno 10 giorni», spiega Kinigamazi. "E’ stato un momento difficile ma non è mai mancato l’ottimismo, fisicamente e mentalmente sto bene. Magnesi è un buon pugile, ma in carriera ne ho incontrati di più forti, e quindi non lo temo". Così Magnesi: "Sono pronto e concentrato. Il rinvio dell’incontro è stato pesante, ma alla fine, grazie anche al duro allenamento, sono arrivato fino qui senza problemi. Mi sono affidato completamente ai miei allenatori, non mi interessa quello che dice l'avversario"

Numeri

Tra i due c'è una differenza di 600 grammi. La bilancia per Magnesi si è fermata a 58 kg esatti, a 58.600 kg per Kinigamazi. Originario di Cave e residente a Civitavecchia,  il 26enne Michael Magnesi (17-0-0) è imbattuto. Delle 17 vittorie ottenute in altrettanti incontri, 9 sono avvenute per ko. Patrick Kinigamazi (32-2-0), 37 anni, ruandese residente a Thonex in Svizzera, non perde un match dal 2012. Quattro vittorie per ko al suo attivo. 

Sottoclou

Ricco, il sottoclou. A completare il tabellone, infatti, altri 4 incontri: quello d’apertura, alle 20, sarà tra i supermedi Simone Becchi (ITA) e Nikola Mancic (SRB); seguiranno quelli tra i pesi medi Yuri Lupparelli (ITA) e Sladjan Dragisic (SRB), tra i superwelter Damiano Falcinelli (ITA) e Idiozan Matos (BRA) e tra Eti Qamili (ITA) e Alex Ferramosca (ITA). Questi ultimi si affrontano per i quarti del Trofeo delle Cinture FPI supergallo. 

Media

A porte chiuse per via dell’emergenza sanitaria da coronavirus, con accesso consentito solo agli addetti ai lavori, la serata sarà trasmessa in diretta alle 21 su Sportitalia (canale 60 del digitale terrestre), oltre che in live streaming sul sito della Gazzetta dello Sport e sul canale Youtube della Federazione Pugilistica Italiana. Sarà possibile seguire l'appuntamento anche su Radio Show Italia 103.5.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento