Sport

Calcio: rapporti con la criminalità, altro deferimento per il Latina

Il Tribunale Federale della Figc ha emesso il provvedimento nei confronti dei calciatori Bruno e Crimi e di Pasquale Maietta, per aver intrattenuto rapporti e contatti personali con Costantino Di Silvio, detto "Cha Cha". Deferita anche la società per responsabilità diretta

Marco Crimi

Arriva un altro deferimento da parte del Tribunale Federale Nazionale per il Latina calcio. Oggetto del provvedimento i rapporti che alcuni giocatori e dirigenti avrebbero stretto con esponenti della criminalità organizzata. In particolare sono stati deferiti i giocatori Alessandro Bruno e Marco Crimi all’epoca dei fatti in forza al Latina, e l’allora presidente Pasquale Maietta, come si legge nel comunicato della Figc, per aver violato l’articolo 1 bis comma 1 del Cgs “ovvero di quei principi di lealtà, probità e correttezza che devono essere osservati in ogni rapporto comunque riferibile all’attività sportiva della F.I.G.C., per aver intrattenuto rapporti e contatti personali con Costantino Di Silvio, detto “Cha Cha“, soggetto appartenente alla criminalità organizzata, nella consapevolezza che questi interagiva con i gruppi della tifoseria organizzata del Latina, operando una sorta di protezione della squadra e dei tesserati dell’U.S. Latina Calcio s.r.l.; omettendo di rifiutare l’influenza e la protezione che lo stesso Di Silvio offriva, sia a livello personale, sia con riguardo a situazioni riferibili all’attività sportiva;

Leggi anche: fallimento Latina, deserta la prima asta

Stesso provvedimento anche per la società pontina “a titolo di responsabilità diretta, ai sensi dell’art. 4, comma 1, del C.G.S., per la condotta, ascrivibile al suo Presidente all’epoca dei fatti, Sig. Pasquale MAIETTA, per come sopra decritta, nonché, a titolo di responsabilità oggettiva, ai sensi dell’art. 4, comma 2, del C.G.S., per quanto contestato ai suoi tesserati Sig.ri Alessandro Bruno e Marco Crimi”.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio: rapporti con la criminalità, altro deferimento per il Latina

LatinaToday è in caricamento