Sport

Calcia fuori un rigore che non c'è: sindaco di Aprilia premia il 13enne campione di fair play

L’"errore" di Nicolò dal dischetto ha fatto in pochi giorni il giro d’Italia. Il riconoscimento e i complimenti del primo cittadino Terra per il suo “gesto di rara sportività"

In breve ha fatto il giro di tutta Italia il gesto di Nicolò vero esempio di fair play. Nel corso di una partita per la categoria Giovanissimi l’arbitro fischia un rigore che non c’è e lui, giovanissimo calciatore di 13 anni in forza alla Asd La Pelota Aprilia, decide di tirarlo fuori. 

Per questo ieri il sindaco di Aprilia, Antonio Terra, ha voluto premiarlo. “Il nostro concittadino Niccolò Francescotti, promettente atleta di 13 anni, che milita nella Pelota Fc Aprilia, è un campione di fair play - ha detto il primo cittadino -. Il suo ‘errore’ dal dischetto ha fatto in pochi giorni il giro d'Italia, raccogliendo l'elogio anche dei più autorevoli osservatori. Personalmente sono orgoglioso di lui, ed esprimo il plauso dell'Amministrazione comunale e di tutta la Città di Aprilia". 

“Ho incontrato Nicolò, con la sua famiglia, nel mio ufficio insieme all'assessore Vittorio Marchitti e al consigliere comunale Pasquale De Maio per congratularci personalmente con lui e testimoniargli il nostro apprezzamento per un gesto di rara sportività che sicuramente non è passato inosservato. Congratulazioni Niccolò, e auguri il tuo futuro sportivo ed umano” scrive sulla sua pagina Facebook il primo cittadino di Aprilia che ha consegnato al giovane calciatore un riconoscimento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcia fuori un rigore che non c'è: sindaco di Aprilia premia il 13enne campione di fair play

LatinaToday è in caricamento