Sabato, 15 Maggio 2021
Sport

Canottaggio, il cordoglio del comune di Sabaudia per la morte del campione Filippo Mondelli

Il sindaco Gervasi: "Campione in acqua e nella vita, ha saputo combattere a testa alta". Il presidnete della Provincia Medici: "Con lui il mondo del canottaggio e lo sport italiano perdono una figura della quale essere orgogliosi"

La notizia della morte del campione di canottaggio Filippo Mondelli, a soli 27 anni, ha sconvolto anche la città di Sabaudia, dove Mondelli si allenava da tempo. Profondo cordoglio per la scomparsa ddell'atleta è stata espressa anche dal sindaco Giada Gervasi. 

"E' con grande sgomento - ha scritto il primo cittadino di Sabaudia nella serata di ieri, 29 aprile, che apprendo della scomparsa di Filippo Mondelli, atleta appartenente al gruppo sportivo della Guardia di Finanza ma rappresentante dell’intero mondo remiero italiano e dello sport in generale. Un campione in acqua e nella vita, che ha saputo combattere a testa alta e con piena determinazione una battaglia che non gli ha lasciato scampo e di fronte alla quale anche noi, quest’oggi, siamo obbligati a piegarci. A nome di tutta l’amministrazione comunale e della comunità che rappresento, rivolgo alla famiglia e a tutto il III Nucleo Atleti Fiamme Gialle di Sabaudia le mie più sentite condoglianze, nella consapevolezza che questo profondo momento di lutto rappresenta il dolore di una città intera".

Cordoglio è stato espresso anche dal presidente della Provinicia Carlo Medici. “Mondelli era un grande sportivo – ricorda Medici – ed era molto legato alla città di Sabaudia e al III Nucleo Atleti Fiamme Gialle, un vero campione ma soprattutto un ragazzo di grande valore umano. Con lui il mondo del canottaggio e lo sport italiano perdono una figura della quale essere orgogliosi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Canottaggio, il cordoglio del comune di Sabaudia per la morte del campione Filippo Mondelli

LatinaToday è in caricamento