Sport

A Sabaudia va di scena la Coppa del Mondo di canottaggio. Subito l’Italia protagonista

Prima giornata della terza prova in corso sulle acque del Lago di Paola. Perfetto sotto il profilo organizzativo il debutto; 16 le barche azzurre che vanno in finale. Bene gli atleti pontini

(foto pagina Facebook della Federazione Italiana Canottaggio)

Tutti gli occhi sono stati puntati sulla città di Sabaudia oggi, venerdì 4 giugno, per l’esordio della terza prova di Coppa del Mondo di canottaggio. Un debutto perfetto per la manifestazione sportiva in corso sulle acque del Lago di Paola che vedrà sfidarsi fino a domenica 6 giugno i 300 atleti delle 25 nazioni in gara che hanno raggiunto la città delle dune per questa tre giorni di sport e non solo.

Nella prima giornata sono state 37 le regate disputate tra qualificazioni e recuperi; primo via alle 9.30 ed ultima partenza alle 15.36. Sotto il profilo organizzativo ottimi feedback dalla Federazione mondiale di canottaggio, la Fisa, sul campo con il presidente Jean-Christophe Rolland e il direttore esecutivo Matt Smith. Le regate, seppur disputate a porte chiuse, sono state trasmesse in diretta mondiale da World Rowing. Sabato e domenica invece prevista la copertura televisiva totale in quattordici Paesi e per l’Italia 7 ore con RaiSport: nello specifico sabato 5 giugno dalle 10.25 alle 13.25 e domenica 6 giugno dalle 10.30 alle 14.15; diretta streaming su RAI Sport Web

I risultati della prima giornata

Il campo di regata, perfetto in ogni dettaglio, ha visto brillare su tutti la nazionale azzurra del DT Francesco Cattaneo, che approdata in finale con sedici equipaggi. Un tifo particolare per gli atleti della provincia di Latina in gara con la nazionale italiana: i terracinesi Simone Venier (quattro di coppia senior maschile) e Matteo Lodo (quattro senza, Matteo Sartori (doppio maschile), figlio di Alessio Sartori, campione olimpico ed oggi assessore allo Sport del Comune di Sabaudia, l’atleta di San Felice Circeo Emanuele Capponi (otto senior) e la priverete Veronica Lisi (quattro di coppia senior femminili).

Al termine della prima giornata di gare, sono 16 le imbarcazioni azzurre che hanno raggiunto la finale. Dalle eliminatorie odierne infatti, alle 11 già in finale diretta (quattro di coppia e otto Senior maschili, doppio, quadruplo ed entrambi i due senza Pesi Leggeri maschili, due senza e quattro senza Senior femminili, doppio, singolo e quattro di coppia Pesi Leggeri femminili) se ne sono aggiunte altre tre nelle specialità olimpiche (due senza e quattro senza Senior maschili e quattro di coppia Senior femminile) e due non olimpiche (i due singoli pielle maschili). In finale con il miglior tempo il quattro senza maschile di Matteo Castaldo (Fiamme Oro (RYCC Savoia), Bruno Rosetti (CC Aniene), Matteo Lodo e Giuseppe Vicino (Fiamme Gialle) e il quattro di coppia femminile di Valentina Iseppi (CC Aniene), Veronica Lisi (SC Padova), Stefania Gobbi (Carabinieri/SC Padova) e Alessandra Montesano (Fiamme Gialle/SC Eridanea).

Finiscono infine ai recuperi le altre sei barche azzurre in gara: il doppio maschile di Gustavo Ferrio (CC Saturnia) e Riccardo Mattana (SC Milano) e quello di Matteo Sartori (Fiamme Gialle) e Nunzio Di Colandrea (Marina Militare/RYCC Savoia), il doppio femminile di Alessandra Patelli (SC Padova) e Chiara Ondoli (CC Aniene) e quello di Stefania Buttignon (Fiamme Oro/SC Timavo) e Clara Guerra (Fiamme Gialle/Pro Monopoli), il quattro senza maschile di Jacopo Frigerio (Fiamme Gialle/SC Lario), Davide Verità (AC Monate), Nicolas Castelnovo (SC Lario) e Alessandro Bonamoneta (Fiamme Gialle/SS Murcarolo), e il quattro di coppia femminile di Linda De Filippis (C Gavirate), Elisa Mondelli (SC Moltrasio), Carmela Pappalardo (CC Aniene) e Ludovica Serafini (CC Aniene).

Le altre due giornate di gara

Domani la seconda giornata di gare a Sabaudia dedicata alle semifinali e alle finalissime di specialità non olimpiche confermate tra le 11.48 e le 12.56. l’Italia scenderà in acqua con 15 equipaggi, di cui sette impegnati nelle finali. Domenica le finalissime di tutte le specialità previste ai Giochi Olimpici di Tokyo.

Gli eventi collaterali

Nella gironata inaugurale della Coppa del Mondo di canottaggio a nel centro di Sabaudia sono iniziati anche gli eventi collaterali che accompagneranno tutta la terza prova. Questa mattina in via Umberto I il sindaco Giada Gervasi ha tagliato il nastro per inaugurare gli Stand Istituzionali, messi a disposizione dall’Amministrazione Comunale per tutte quelle realtà presenti sul territorio che, con il loro contributo, hanno reso possibile l'evento remiero internazionale. Le Fiamme Gialle hanno aderito alla manifestazione allestendo il gazebo con Trofei e bandiere, oltre che a un televisore che riproduce video dell’Attività Istituzionale del III Nucleo Atleti e simulatori di canottaggio e di canoa. Ad accogliere il primo cittadino presso lo Stand gialloverde, il campionissimo delle Fiamme Gialle Romano Battisti, medaglia d’argento in “doppio” Senior ai Giochi Olimpici di Londra 2012 e “grinder” di Luna Rossa alla recente Coppa America di vela.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Sabaudia va di scena la Coppa del Mondo di canottaggio. Subito l’Italia protagonista

LatinaToday è in caricamento