Scaglia e Schiattarella la luce della squadra. Mariga sostanza e qualità. Le pagelle di Latina-Avellino

Grande prova di tutta la squadra nella partita che segna il ritorno alla vittoria dei pontini dopo oltre due mesi. Sugli scudi i due esterni. Bene anche la difesa. Si sblocca finalmente Boakye

Luigi Scaglia

Torna alla vittoria dopo oltre due mesi il Latina di Gautieri. La maniera migliore per rilanciarsi e dimenticare il pesante k.o. di Cesena giunto al termine di una prestazione piuttosto negativa. La reazione invocata, anzi, pretesa dal presidente Maietta, c’è stata. Segno che in questa squadra il carattere c’è, anche se non sempre viene fuori. Ora serve ritrovare la continuità, perché la corsa verso la salvezza è ancora lunga e ricca di ostacoli.

LATINA (4-4-2) Ujkani s.v.; Bruscagin 7 Dellafiore 7 Esposito 7 Calderoni 6,5; Scaglia 7,5 Mbaye 6,5 Mariga 7 Schiattarella 7 (46’st Shahinas s.v.); Boakye 6,5 (34’st Corvia s.v.) Acosty 6 (22’st Dumitru 6). A disposizione: Leone, Corvia, Figliomeni, Brosco, Nelson, Paponi. All. Gautieri 7

Ujkani s.v. – Pomeriggio dei sogni per lui. Senza vivere pericoli.

Bruscagin 7 – Per una volta si concede qualche discesa in più, con assist per il gol di Boakye.

Dellafiore 7 – Anestetizza lo spauracchio Castaldo. E Ujkani ringrazia per il pomeriggio di relax.

Esposito 7 – Come il suo compagno, gioca con sicurezza e concede poco o nulla agli avanti avversari. Neppure l’ingresso di Tavano migliora le cose.

Calderoni 6,5 – Scende con la consueta costanza, anche se la qualità dei suoi cross non sempre è di livello alto.

Scaglia 7,5 – Un po’ punta esterna, un po’ esterno di centrocampo. Va dove lo porta l’istinto e il talento. Si accende il suo mancino, e si illumina l’intero reparto offensivo. E poi la chicca finale, con un gol da copertina.

Mbaye 6,5 – Parte inizialmente basso sulla linea di Mariga, quasi a formare un 4-4-2. Quando si abbassa Schiattarella slitta sul centrodestra. Tanta sostanza, ma anche apprezzabili discese palla al piede, specie nella seconda parte di gara.

Mariga 7 – Magari non ha l’estro di Olivera, ma sa come leggere gli spartiti, e dirigere la sua orchestra. Ci mette anche la necessaria garra che non guasta mai. La sblocca su punizione, a conferma che il piede non è poi così ruvido.

Schiattarella 7 – Jolly da cui questo Latina non può prescindere. Un po’ esterno, un po’ mezzala, un po’ trequartista quando detta l’ultimo passaggio. Tanta mansioni che non ne annebbiano le idee (46’st Shahinas s.v. – Esordio in campionato per il giovane prodotto della cantera).

Boakye 6,5 – Pronti via e per poco non si sblocca. Il palo gli dice di no. Ma che sia un’altra gara, e soprattutto un altro Boakye lo si nota subito. Al netto di alcune imprecisioni, figlie anche di una logica frenesia, fa sentire la sua presenza. E trova pure il gol, facile ma pesantissimo (34’st Corvia s.v.).

Acosty 6 – Molto largo a sinistra per poi cercare pertugi dove infilarsi centralmente. Fa il suo senza strafare, ché la caviglia dà ancora troppi problemi (22’st Dumitru s.v. – Bocciato dopo la pallida prova di Cesena. Entra quando la partita è di fatto chiusa. Non ha occasioni per farsi notare).  

Gautieri 7 – Lettura perfetta della partita, e scelte iniziati azzeccate. Il 4-3-3 camaleontico schianta su tutti i fronti l’Avellino. La squadra vince con bel gioco e personalità. Ora serve la continuità.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Usura e spaccio, Antonio Di Silvio intercettato: "Io non sono uno zingaro come gli altri"

  • Usura, estorsione e spaccio: otto arresti. In carcere anche Antonio Di Silvio

  • Preso con due etti di cocaina dopo un inseguimento, in lacrime davanti al giudice

  • Cinque chili di droga nascosta nell’armadio, impossibile dimostrare che era sua: assolto

  • Dramma a Terracina: uomo si toglie la vita impiccandosi a un ponte

  • Furti di auto col trucco dello "spinotto": confessa uno dei ladri della banda

Torna su
LatinaToday è in caricamento