Sport

Brosco e Oduamadi, tre punti e profumo di salvezza. Bari k.o.

Nerazzurri vivaci e propositivi nel primo tempo, e sbloccano all'11' grazie al terzo sigillo in campionato del difensore scuola Roma. Nella ripresa i biancorossi spingono e impegnano Di Gennaro. Nel finale il gol del nigeriano in contropiede

Una vittoria fondamentale, che avvicina la squadra di Iuliano all'ambito traguardo. Un traguardo che non è la serie A, ma che è ben accetto considerando l'evoluzione di questa stagione. Curioso che il Latina trovi i tre punti che avvicinano sensibilmente alla salvezza proprio contro quel Bari avversario lo scorso anno in semifinale playoff. Non c'è ancora il conforto della matematica, ma la seconda vittoria consecutiva consente ai pontini di portarsi a +4 sulla zona playout. Un risultato che a due giorante dal termine, non può non generare ottimismo. 

La proposta tattica che vede Ammari in linea ai due esterni d’attacco nel 4-2-3-1 dimostra tutta la sua validità nella prima frazione di gioco. Il franco-algerino è assoluto protagonista, uomo ovunque in una mediana che lo vede ora come prezioso frangiflutti a protezione della retroguardia, ora come prezioso supporto in fase offensiva, con qualche sortita sugli esterni.
Le maggiori motivazioni, rispetto alla trasferta di Varese, non appesantiscono le gambe ma anzi hanno effetto tonificante per la squadra di Iuliano, che scopre un ottimo Jaadi sulla destra, oltre a un vivacissimo Bidaoui sul versante opposto. Al centro, Litteri fa il lavoro sporco con grande diligenza e spirito di sacrificio. Il gol però lo realizza Brosco, da autentico rapinatore sugli sviluppi di un corner. Rete che legittima un predominio evidente sin dalle prime battute, e che i pontini legittimano nei minuti successivi. Al 18’ serve il miglior Guarna (che non era stato irreprensibile in occasione del gol) per impedire a Brosco di realizzare un’incredibile doppietta.
Il Bari passeggia per il campo, manovrando a ritmi da oratorio. L’asse Minala-Boateng è quello dove la manovra biancorossa si appoggia maggiormente, anche perché Alhassan non riceve da Bidaoui la necessaria assistenza in fase di non possesso. Proprio Minala ha sul piede il pallone del pareggio, ma manca la deviazione sotto porta su cross perfetto di Bellomo. L’ex Torino poi sfiora l’eurogol con un gran destro a giro, e al 33’ costringerà Di Gennaro al suo primo grande intervento con un’uscita disperata. Il Bari ha un sussulto nel finale, ma è difficile capire se sia più per merito dei biancorossi, o per demerito dei pontini che nei minuti finali abbassano sensibilmente i ritmi e il proprio baricentro.

SECONDO TEMPO – Iuliano si gioca subito la carta Oduamadi, in luogo di Jaadi, lentamente eclissatosi dopo un ottimo avvio. La risposta di Nicola arriva subito dopo, con l’innesto di Ebagua al posto di Donati, e conseguente passaggio al 4-2-3-1 che renderà ancora più spregiudicato con l’innesto di Galano al 19’ per Minala, che un minuto prima aveva costretto Di Gennaro al secondo grande intervento dell’incontro. Iuliano intuisce le difficoltà, e richiama Bidaoui (ottimo in avanti, ma pressoché assente in fase difensiva) inserendo Figliomeni. L’innesto successivo di Schiattarella da parte di Nicola, costringe poi i biancorossi a giocare diversi minuti in dieci per l’infortunio di Caputo alla mezz’ora. Un’opportunità in più per i padroni di casa, che subito potrebbero chiudere il match quando Crimi ruba palla a Guarna ma la spedisce sull’esterno della rete da posizione defilata. Non sbaglierà Oduamadi al 46’ quando si presenta a tu per tu con Guarna e lo infila con un preciso diagonale. E’ il gol che cancella l’angoscia, smorzando ogni tentativo di rimonta dei biancorossi. Vince il Latina, che ora vede il traguardo della salvezza.

Tabellino

LATINA (4-2-3-1) Di Gennaro; Ristovski, Brosco, Bruscagin, Alhassan; Crimi, Valiani; Jaadi (8’st Oduamadi), Ammari, Bidaoui (21’st Figliomeni); Litteri (40’st Talamo). A disposizione: Farelli, Angelo, Atiagli, Criscuolo, Bounha, Doudou. All. Iuliano

BARI (4-3-3) Guarna; Sabelli, Contini, Benedetti, Calderoni (24’st Schiattarella); Minala (19’st Galano), Donati (9’st Ebagua), Defendi; Bellomo, Caputo, Boateng. A disposizione: Donnarumma, Rada, Filippini, Salviato, Gomelt, Schiattarella, Micai. All. Nicola

Arbitro: Di Paolo di Avezzano

Marcatori: 11’pt Brosco (L), 46’st Oduamadi (L)

Ammoniti: Minala (B), Alhassan (L), Calderoni (B), Oduamadi (L), Bellomo (B)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brosco e Oduamadi, tre punti e profumo di salvezza. Bari k.o.

LatinaToday è in caricamento