Sport

Latina-Modena 1-1, le pagelle: Viviani saluta con un gol. Crimi guerriero. Attacco spuntato

Il capitano realizza il penalty dell’1-1 e si congeda dai pontini dopo due stagioni da protagonista. Bene il suo compagno di reparto. Ennesima prova incolore del reparto avanzato

Un pari per portare a casa la salvezza. Missione compiuta per Iuliano e il suo Latina che pareggia al Francioni contro il Modena, condannandolo a giocarsi la permanenza in B ai playout, e conquistando la permanenza nella serie cadetta. Un risultato conquistato grazie ancora una volta al capitano Viviani, che trova il miglior modo per salutare una città che per due anni lo ha visto crescere, lo ha coccolato e lanciato verso lidi più prestigiosi.

LATINA (4-3-3) Di Gennaro 6,5; Ristovski 6 Brosco 6 Bruscagin 5 Alhassan 5,5; Angelo 6,5 Viviani 7 Crimi 6,5; Oduamadi 6 Litteri 6,5 (9’st Bounha 6) Bidaoui 5,5 (30’st Figliomeni s.v.). A disposizione: Farelli, Nelson, Criscuolo, Doudou, Jaadi, Celli, Shahinas. All. Iuliano 7

Di Gennaro 6,5 – Sul gol è sfortunato. L’impresa (l’ennesima) l’aveva compiuta, poi Bruscagin e Alhassan hanno fatto il pasticciaccio. Chiude con un buon risultato una stagione da assoluto protagonista. La Serie A (e magari l’Inter) lo aspetta.

Ristovski 6,5 – In crescita rispetto alle ultime prestazioni. Affonda con raziocinio, ma quando spinge son dolori. Opera bene in combo con Angelo, e infatti la catena di destra è quella che regala maggiori pericoli. Tiene bene dietro, imbavagliando Fedato.

Brosco 6 – L’attacco del Modena fa male solo una volta, e lui è assolto da ogni colpa. Il “Diablo” Granoche non farà più male anche per merito suo.

Bruscagin 5,5 – Si fionda sul pallone che Di Gennaro toglie dai piedi di Fedato. E con Alhassan completa il disastro. Unico grave errore in una partita pressoché perfetta

Alhassan 5,5 – Stesso discorso di Bruscagin. Commette un grave errore, a cui per fortuna Viviani pone rimedio. Peccato perché in fase propositiva ha fatto vedere qualcosa di interessante

Angelo 6,5 – Interpreta bene un ruolo inconsueto, quello di mezzala, non disdegnando le sortite sulla fascia, pane quotidiano. Ma è in difesa che fa le cose più apprezzabili, si vedano dei fondamentali raddoppi su Fedato le cui discese vengono puntualmente nullificate.

Viviani 7 – Implacabile dal dischetto, segna il gol più importante della stagione, quello che regala la salvezza alla sua squadra di cui era diventato elemento imprescindibile. Trovare un sostituto sarà davvero dura.

Crimi 6,5 – L’assenza di Valiani, le condizioni non ottimali di Viviani e la presenza di un fuori ruolo come Angelo, fanno sì che sia lui a svolgere il ruolo di mastino sradica palloni. E non sbaglia un intervento

Oduamadi 5 – Corre, e va bene, ma poi? Non si ricorda una sua giocata a effetto, un dribbling riuscito, un tiro in porta. Nulla.

Litteri 6 – Chiude mestamente la sua avventura stagionale con il Latina con un deprimente zero nella casella dei gol fatti. Ma anche ieri ha dimostrato coraggio e uno spirito battagliero che spesso lo ha condotto fino nella propria trequarti per recuperare palloni e unirsi alla causa. Da un suo colpo di testa si genera il rigore. Si fa male dopo un’ora. Ha un altro anno di contratto, ma potrebbe essere stata l’ultima gara in maglia nerazzurra (9’st Bouhna 5,5 – Qualche sponda interessante, come quella che consente a Crimi di sfiorare il gol vittoria in chiusura di match. Troppo poco per giustificare un voto positivo. La sensazione è che abbia giocato più per la moria di attaccanti che per reali motivazioni tecnico-tattiche).

Bidaoui 5,5 – Sfodera l’ennesima prestazione fatta di ghirigori (tanti) e di giocate concrete (poche). Certo, se si trovasse in un contesto diverso, con un reparto offensivo che funzioni, magari anche le sue giocate ne beneficerebbero (30’st Figliomeni s.v.).

Iuliano 7 – Un pareggio che vale quanto una vittoria. La sua “Champions League” l’ha portata a casa. Non  tutti avrebbero accettato un incarico così rischioso all’inizio della propria carriera di allenatore. Lui si è lanciato in questa sfida, raccogliendo una squadra in ultima posizione, scalandone otto e conquistando una meritata salvezza. Chissà che non gli venga data un’altra chance. Per quanto fatto, la meriterebbe.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Latina-Modena 1-1, le pagelle: Viviani saluta con un gol. Crimi guerriero. Attacco spuntato

LatinaToday è in caricamento