Us Latina, ufficiale l’esonero di Mark Iuliano. Al suo posto Somma

Con un breve comunicato, la società ha ufficializzato l’esonero del tecnico cosentino. Fatali le ultime tre gare in cui la squadra ha raccolto un solo punto mostrando una preoccupante involuzione nel gioco. Al suo posto l'ex allenatore della Salernitana, nativo proprio di Latina

Colpo di scena in casa Latina: dopo undici giornate di campionato è arrivato l’esonero di Mark Iuliano. La notizia del cambio di allenatore era già nell’aria da un paio di giorni, all’indomani della brutta sconfitta patita a Brescia, la seconda consecutiva dopo quella interna con la Ternana di martedì scorso. Decisivi per le sorti di Iuliano proprio gli ultimi tre turni di campionato, contro avversari sulla carta non trascendentali, che hanno fruttato la miseria di un punto, conquistato a Como contro l’ultima in classifica.

Un trend che non ha soddisfatto la società, preoccupata anche dall’involuzione nel gioco della squadra, che fino a due settimane fa stazionava in piena zona playoff, attualmente distante solo quattro punti. “L’Us Latina Calcio rende noto che Mark Iuliano è stato sollevato dall’incarico di allenatore della prima squadra. La società ringrazia Mark Iuliano per l’impegno, la dedizione e la serietà con cui ha diretto la squadra in questi 10 mesi di guida tecnica”, il comunicato con il quale la società nerazzurra ha poco fa ufficializzato il cambio di allenatore. Iuliano lascia la panchina nerazzurra, dopo essere stato promosso dalla Primavera per sostituire Roberto Breda lo scorso gennaio. Con lui il Latina, all’epoca ultimo in classifica, riuscì a salvarsi all’ultima giornata pareggiando con il Modena.

Iuliano lascia il Latina dopo aver conquistato tredici punti in undici partite (frutto di tre vittorie, quattro pareggi e altrettante sconfitte), con tredici gol fatti e altrettanti subiti. Il suo sostituto è Mario Somma. Il tecnico classe 1963 nato proprio a Latina, torna sulla panchina di una squadra di Serie B, tre anni dopo l'ultima infausta esperienza a Grosseto, conclusasi dopo un mese con l'esonero. Dopo sei stagioni di gavetta in serie D, con tre esoneri, due undicesimi posti e la vittoria di un campionato con la Cavese (2002/2003), prima di tre promozioni consecutive, cui seguiranno quelle con Arezzo dalla C1 alla B e con l'Empoli dalla B alla A. La sua prima e unica esperienza nella massima serie si conclude con un esonero, stesso destino nella stagione 2006/07 sulla panchina del Brescia. Seguiranno due salvezze con Piacenza e Mantova. Infine Triestina (3 mesi e poi esonero), Cosenza (due mesi prima di dimettersi), Grosseto, fino all'incredibile esonero rimediato a Salerno, in seguito a una lite con il direttore sportivo Fabiani, nel mese di agosto, prima ancora che iniziasse il campionato di Lega Pro, poi vinto dai campani. 
Curiosità, Somma è il padre di Michele, difensore scuola Roma, in prestito proprio al Brescia, squadra fatale all'ormai ex tecnico Iuliano. 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 236 nuovi casi in provincia e altre quattro vittime del covid da Latina e Fondi

  • Coronavirus Latina: altri 5 decessi in provincia, 139 i nuovi casi positivi

  • Coronavirus Latina: ancora 260 nuovi casi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus Latina, la curva sale ancora: 260 nuovi contagi in provincia. Tre i decessi

  • Coronavirus, nuova impennata: 309 casi in provincia, quattro morti. In aumento i ricoveri

  • Coronavirus Latina: la curva dei contagi non si piega, altri 257 in provincia. Tre i decessi

Torna su
LatinaToday è in caricamento