Galano risponde a Schiattarella. Primo punto esterno per Somma

Finisce 1-1 al Romeo Menti di Vicenza. Pontini avanti con Schiattarella al 36’ del primo tempo. Sul piede di Acosty, due occasioni per chiuderla, ma il palo e Vigorito tengono in piedi i biancorossi, che pareggiano all’8’ della ripresa con Galano

L'esultanza dopo il gol di Schiattarella

Un tempo per parte, ma anche buoni motivi per recriminare per il Latina di Somma, che a Vicenza accarezza per un tempo il sogno di ritrovare la vittoria esterna che manca ormai da due mesi. Non è bastato il gol di Schiattarella, cui hanno fatto seguito due clamorose occasioni di Acosty tra la fine della prima frazione e l’inizio della seconda. Una gemma di Galano ha consentito alla squadra di Marino di non uscire ancora sconfitto dal Menti, che comunque ha palesato il proprio malumore per una vittoria che manca da troppo tempo.

PRIMO TEMPO – E’ la sfida tra due squadre in grosse difficoltà, e nei primi minuti la cosa è abbastanza evidente. Le squadre più che temere l'avversario, temono se stesse, un’altra delusione. Il Vicenza in particolare, che in casa non vince da un mese e mezzo, pur mantenendo le redini del gioco nella prima parte del primo tempo, non quaglia granché. Nel 4-3-3 proposto da Marino, si distingue il duo Gatto-Laverone, che combina in un paio di occasioni, mettendo in leggera apprensione Bruscagin. Sorprende poi la posizione di Galano, impiegato come mezzala destra a centrocampo. Il Latina sale di tono negli ultimi venti minuti, quando il Vicenza si ammoscia progressivamente, e in attacco si scatenano i soliti Acosty e Dumitru. Tra i due esterni agisce ancora Schiattarella, con Mbaye e Moretti a protezione della difesa. L’ex livornese sbloccherà il risultato al 36’ con un bel gol originato da una dormita di Laverone, che appoggia male per Sampirisi e si fa anticipare da Corvia, palla a Schiattarella e preciso destro dal limite che fredda Vigorito. I pontini legittimano il vantaggio nei minuti finali che acuiscono i malumori della piazza vicentina, specie quando Acosty semina il panico nella difesa biancorossa, saltando tre avversari e centrando il palo con un violento diagonale. Vigorito dovrà fare gli straordinari anche sulla punizione di Corvia, evitando che i già copiosi e rumorosi fischi del pubblico vicentino, diventino ancor più assordanti.

SECONDO TEMPO – La clamorosa palla gol capitata ad Acosty in apertura di ripresa (provvidenziale ancora Vigorito in uscita) è il classico episodio da sliding doors. Perché il Latina passa dal potenziale 2-0 che verosimilmente avrebbe chiuso il match, a un amaro 1-1 firmato Galano. Amarezza alimentata anche dallo scivolone di Moretti che consente a Galano di calciare a rete e di superare Farelli con un preciso destro all’incrocio. Sì è un episodio da sliding doors perché il Vicenza prende coraggio, alzando il baricentro e lasciando che si scatenino gli esterni Gatto e Giacomelli, con Galano, che in teoria giocherebbe da mezzala, in pratica fa da trequartista centrale mutando il modulo di partenza in un 4-2-3-1 speculare a quello dei pontini. Il Latina si fa vedere solo di rimessa, ma non riesce a essere sufficientemente incisivo, anche perché Dumitru vaga per il campo senza costrutto, mentre Acosty finisce presto la benzina (Somma lo sostituisce con Regoli). Il Vicenza spinge e mette in difficoltà i pontini soprattutto sul versante mancino con un Giacomelli scatenato, ben supportato da un intraprendente D’Elia. La squadra di Marino ha anche motivi per rammaricarsi quando da un cross proveniente dalla sinistra, Calderoni di testa la colpisce male centrando il palo a Farelli battuto. Sarà l’ultima occasione di un match equilibrato. A sorridere è senz’altro più il Latina, che per lo meno interrompe una striscia di sconfitte consecutive in trasferta che cominciava a pesare. Il Vicenza invece prosegue la sua astinenza da vittorie e ora avrà un’ultima chance domenica per concludere al meglio una prima parte di stagione da dimenticare.

VICENZA (4-3-3) Vigorito; Laverone, Sampirisi, El Hasni, D’Elia; Galano, Urso, Cinelli; Gatto (27’st Gagliardini), Raicevic, Giacomelli. A disposizione: Marcone, Pazienza, Sbrissa, Pettinari, Mantovani, Bianchi, Modic, Rinaudo. All. Marino

LATINA (4-2-3-1) Farelli; Bruscagin, Dellafiore, Esposito, Calderoni; Mbaye, Moretti; Acosty (33’st Regoli), Schiattarella, Dumitru (41’st Ammari); Corvia. A disposizione: De Lucia, Celli, Jefferson, Shahinas, Talamo, Brosco, Campagna. All. Somma

Arbitro: Pezzuto di Lecce

Marcatori: 36’pt Schiattarella (L), 8’st Galano (V)

Ammoniti: D’Elia (V), Mbaye (L), Raicevic (V), Urso (V), Bruscagin (L), Corvia (L), Esposito (L),

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Pontina: investito da un tir, muore un uomo di 43 anni

  • Coronavirus Latina: altri 5 decessi in provincia, 139 i nuovi casi positivi

  • Coronavirus Latina, la curva sale ancora: 260 nuovi contagi in provincia. Tre i decessi

  • Coronavirus Latina: sono 169 i nuovi casi positivi in provincia. Altri tre decessi

  • Tamponi in farmacia, dove farli a Latina e provincia. L'elenco completo e gli indirizzi

  • Coronavirus Latina: nuovi casi ancora sopra i 200 in provincia. Altri 6 decessi

Torna su
LatinaToday è in caricamento