“Special Sport Day”, Juri Chechi a Latina per la chiusura del progetto nazionale

“Il Signore degli anelli” testimonial dell’iniziativa nel capoluogo pontino per una bella serata di sport e solidarietà che ha segnato la conclusione della prima edizione del progetto “Special Sport Day”

Una bella serata di sport e solidarietà quella vissuta a Latina alla presenza di tanti atleti speciali e di campionissimi dello sport con un ospite d’eccezione: “Il Signore degli anelli”, Juri Chechi, in veste di testimonial di un’importante iniziativa. 

L’evento si è svolto a Latina, presso Villa Verdevolo in occasione della conclusione della prima edizione del progetto nazionale di sport e disabilità “Special Sport Day” realizzata in collaborazione con Coni, Opes e Comitato Paralimpico e  realizzato con il patrocinio di: ANCI, Lega Calcio Serie A, Lega Calcio Serie B, Assocalciatori,  e Special Olympics. 

Per quattro mesi atleti disabili, fisici e mentali, insieme a grandi campioni dello sport e a testimonial dello spettacolo (da Tiziano Ferro a Cristina Ghedina, da Anna Safroncik al capitano della Fiorentina Gonzalo Rodriguez), hanno girato l’Italia attraverso undici tappe (Latina, Roma, Cagliari, Napoli, Palermo, Ascoli, Udine, Firenze, Perugia, Milano, Chieti), per lanciare un messaggio semplice ed importante: i pregiudizi possono essere spezzati integrando la persona disabile attraverso lo sport per una crescita sociale di tutti. Il progetto è stato realizzato in collaborazione con partner privati, tra cui Sistema Gioco Italia e DYI Ticket.

Tra i partner privati spicca la collaborazione con AbbVie azienda biofarmaceutica del nostro territorio, nell’ambito dell’iniziativa “AbbVie accende il rispetto” iniziativa veicolata a livello nazionale per generare quello che chiamano un impatto significativo sulla vita delle persone passando da un concetto di curare a prendersi cura delle persone stesse.                

Il format del progetto, viene spiegato in una nota, “prende vita da una frase di A. Einstein: ‘E' più facile spezzare un atomo che un pregiudizio’. Infatti, lo sport rappresenta per le persone diversamente abili uno strumento di sviluppo delle capacità fisiche e psichiche, di crescita sociale e umana, per consentire una piena integrazione nella società". 

In  molte delle tappe nazionali, partite proprio da Latina, Juri Chechi che come impegno sociale è anche testimonial della Giornata Nazionale del Parkinson, è stato presente con la sua diretta testimonianza, parlando ai ragazzi del ruolo fondamentale dello sport e dei suoi valori positivi. “Mi fa molto piacere essere di nuovo a Latina per la chiusura di questa prima edizione di 'Special Sport Day' – ha detto Juri Chechi – Dal contatto con questi ragazzi ho davvero imparato molto sui valori dello sport come palestra di vita. E’ una grande lezione di cui mi fa piacere essere testimone e per trasmetterla ai più giovani”.

Ospiti della serata anche tanti campioni di “Special Olympics” di Latina, cioè il programma mondiale di sport per disabili mentali: gli atleti sono stati premiati da Juri Chechi, da Gianni Di Pietro e dal direttore provinciale di Special Olympics, Giovanni Di Giorgi, che è anche il direttore ed ideatore del progetto “Special Sport Day”.

A fine serata anche un’altra bella sorpresa: l’imprenditore di Latina Gianni Di Pietro, presidente di “Special Sport Day”, ha voluto passare il testimone della solidarietà da un campione all’altro. Era, infatti, presente anche la moglie del compianto Pietro Mennea, Manuela Olivieri, che ha ricordato con voce commossa l’impegno dei Mennea nel sociale. “Sono davvero orgoglioso e commosso di poter ospitare questo passaggio di testimone tra due campionissimi come Pietro Mennea e Juri Chechi – ha detto Gianni Di Pietro – per la campagna a sostegno dei ragazzi con disabilità. Ringrazio tutti coloro che hanno sostenuto il progetto “Special Sport Day” e rinnovo l’appuntamento per la seconda edizione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 236 nuovi casi in provincia e altre quattro vittime del covid da Latina e Fondi

  • Coronavirus Latina: ancora 260 nuovi casi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus Latina: la curva non scende, 244 nuovi casi in provincia. Altri 3 decessi

  • Coronavirus Latina: si impenna ancora la curva, 274 i nuovi casi. Altri 6 decessi

  • Coronavirus, nuova impennata: 309 casi in provincia, quattro morti. In aumento i ricoveri

  • Coronavirus, racconto dal reparto dei pazienti gravi: "Covid contagiosissimo e pericoloso. L'età si abbassa"

Torna su
LatinaToday è in caricamento