Spezia-Latina, le pagelle dei nerazzurri: Farelli super ma la difesa è inguardabile

Pessima prestazione dell’intero pacchetto arretrato che paga anche la scarsa assistenza in fase difensiva dei due esterni alti. Dumitru, gol e sfortuna.

Simone Farelli

Neanche la seconda trasferta nel giro di tre giorni in terra ligure riesce a segnare la svolta per il Latina, che rimedia la quinta sconfitta consecutiva in trasferta (quarta con Somma al timone), ed è un k.o. meritato al cospetto di uno Spezia a tratti spettacolare soprattutto nel primo tempo. Una squadra, quella ligure, in cui il cambio di guida tecnica ha sortito gli effetti sperati, come confermano i 7 punti nelle ultime tre gare, e il netto cambio di atteggiamento della squadra, aggressiva, gagliarda, a tratti anche spettacolare. L’esatto opposto dei pontini, che se in casa riescono a offrire buone prestazioni, lontani dal Francioni spesso mettono in mostra il peggio di sé.

LATINA (4-3-3) Farelli 7,5; Bruscagin 5 Brosco 4,5 Esposito 4,5 Calderoni 5,5; Mbaye 5,5 (22’st Jefferson 5,5) Moretti 5,5 (34’st Campagna s.v.); Schiattarella 5 Ammari 4,5 (1’st Scaglia 5,5) Dumitru 7; Corvia 6. A disposizione: De Lucia, Celli, Baldanzeddu, Olivera, Regoli, Scaglia, Shahinas, Talamo. All. Somma 5

Farelli 7,5 – Da rivedere in loop la paratona sull’inzuccata di Ciurria, perché il tempo di reazione è ridottissimo rispetto alla velocità della conclusione. Si ripete su Nenè poco dopo. Nulla può sui due gol del brasiliano.

Bruscagin 5 – A sua parzialissima discolpa, la scarsa assistenza ricevuta da Dumitru. Ma nell’uno contro uno Situm lo ridicolizza sistematicamente. In occasione del raddoppio, gli lascia troppo spazio e si fa fregare dalle sue finte.

Brosco 4,5 – La difesa balla, e avverte la mancanza di un leader come Dellafiore. Primo responsabile in occasione del primo gol di Nenè, che lo anticipa nettamente. Sul secondo gol è fermo come tutta la difesa.

Esposito 4,5 – E pensare che Nenè e Calaiò non sono due fulmini di guerra. Eppure gli interventi in cui lo si vede predominare, sono sempre e solo quelli che l’arbitro sanziona. Come Brosco, è immobile sul gol del raddoppio.

Calderoni 5,5 – Si salva parzialmente perché per lo meno quando spinge dà fastidio. Ma dietro è un mezzo disastro, anche perché Ammari guarda la partita e non lo aiuta manco col pensiero.

Mbaye 5,5 – Sulle palle alte spicca la sua fisicità, ma palla al piede è roba da film horror. Emblematica un’azione a fine primo tempo, quando preferisce raccogliere una palla piuttosto che accontentarsi della rimessa, la controlla male e la spedisce in fallo laterale (22’st Jefferson 5,5 – Entra nel momento più buio del match, quando il Latina dovrebbe spingere ma si ferma alle intenzioni. Non ha il pedigree dell’attaccante spacca partita).

Moretti 5,5 – E’ l’unico che nel primo tempo manifesta barlumi di idee, ma paga l’assenza di gente che parli la sua stessa lingua. Si assopisce con il passare dei minuti (34’st Campagna s.v.)

Schiattarella 5 – Logica vorrebbe che venisse impiegato sulla fascia, così potrebbe anche dare una mano in copertura. Invece sta lì sulla trequarti a correre a vuoto senza costrutto. Nella ripresa ritorna sulla fascia ma la sua gara ha ormai le sembianze di un secchio rotto e riparato solo dopo aver perso tutta l’acqua che conteneva.

Ammari 4,5 – Il cross che manda in gol Corvia è l’unica cosa decente che partorisce nel suo anonimo pomeriggio. Peccato che l’ex bresciano fosse in offside. Spettatore non pagante, assente in fase di non possesso, totalmente inconcludente in fase propositiva (1’st Scaglia 5,5 – Ha un inizio incoraggiante, salvo poi perdersi progressivamente. Parte come trequartista fino ad arretrare in mediana, quando Somma inserisce la batteria pesante).

Dumitru 7 – Agisce sulla corsia, ma la sensazione è che in appoggio a Corvia potrebbe sfruttare meglio gli spazi aperti dalla punta scuola Roma. Tra l’altro non contribuisce granché alla fase difensiva; compensa però con alcuni strappi devastanti, gli unici nei quali la difesa dello Spezia va in evidente affanno. Segna un bel gol e ne sfiora un altro che avrebbe fatto venire giù il “Picco”.  

Corvia 6 – Da verificare se su Terzi abbia commesso o meno fallo. Fatto sta che il gol di Dumitru porta la sua firma. Si smazza per tutta la partita, e deve essere deprimente fare tutto quel lavoraccio senza ottenere il minimo riscontro positivo. Novello Don Chisciotte.

Somma 5 – Ok le assenze, ma le scelte in attacco non convincono. Se è lui il primo a non entusiasmarsi per le prestazioni di Schiattarella come trequartista centrale perché insistere? Perché schierare gli esterni al centro e i centrali sulle fasce? Quattro sconfitte in altrettante trasferte. E’ forse giunto il momento di fare attente valutazioni che vadano oltre i mea culpa nel post partita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 236 nuovi casi in provincia e altre quattro vittime del covid da Latina e Fondi

  • Coronavirus Latina: ancora 260 nuovi casi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus Latina: la curva non scende, 244 nuovi casi in provincia. Altri 3 decessi

  • Coronavirus, la curva continua a salire: altri 236 casi, ancora sette morti in 24 ore

  • Coronavirus Latina: si impenna ancora la curva, 274 i nuovi casi. Altri 6 decessi

  • Coronavirus, racconto dal reparto dei pazienti gravi: "Covid contagiosissimo e pericoloso. L'età si abbassa"

Torna su
LatinaToday è in caricamento