rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Sport

Tabù trasferta sfatato: Alhassan e Valiani decisivi, Ternana k.o.

I pontini colgono la prima vittoria in trasferta della stagione in casa degli umbri. Sblocca il risultato Alhassan al 12' del primo tempo. Nella ripresa, i pontini resistono al ritorno dei neroverdi, e chiudono nel finale con Valiani

L’ultima volta fu in quel di Cesena, lo scorso campionato. Nove mesi dopo il Latina torna a vincere lontano dal “Francioni”, sfatando in un colpo solo il tabu trasferta e quello che vedeva i pontini mai vittoriosi per due gare di fila. Una vittoria preziosa, ottenuta con qualità, cinismo ed esperienza. Bravi i nerazzurri a rendere sterile ogni iniziativa della Ternana nel primo tempo, e a resistere nei minuti di maggior pressione dei padroni di casa, e a colpire ancora nel finale, chiudendo il risultato. Tre punti d’oro, perché dopo diversi mesi i pontini escono dalla zona playout.

CONTINUITA’ – Per la prima volta Iuliano non cambia nessun giocatore rispetto all’undici proposto sabato scorso contro il Pescara. Lo stesso fa il collega Tesser, che una settimana fa aveva bloccato il Bologna al Dall’Ara.
Ma se contro i felsinei, la Ternana aveva potuto giocare di rimessa, diverso è il discorso quando si gioca in casa. Gli umbri infatti lamentano una certa carenza di qualità in mezzo al campo, che si palesa nei momenti in cui devono fare la partita. Le cose poi si complicano quando Alhassan spezza l’equilibrio con un gran gol, al termine di una bella azione solitaria. Il gol, giunto al 12’, fa il paio con un’altra occasione capitata al 4’ sul destro di Viviani, che dalla distanza aveva spaventato Brignoli. Sotto di un gol, la Ternana è costretta a fare gioco, ma i limiti dei neroverdi presto vengono a galla. Merito poi è anche del Latina, ben messi in campo da Iuliano, e perfettamente diretti dal capitano Viviani. Con una squadra corta e aggressiva, i pontini imbrigliano alla perfezione i padroni di casa, che a parte qualche spunto sulle corsie, faticano a imbeccare le due punte Avenatti e Ceravolo. Quest’ultimo cerca di allargarsi, e di abbassarsi nel tentativo di giocare qualche pallone in più.
La bontà della gara dei pontini, è ulteriormente testimoniata dal cambio che Tesser effettua al 39’ del primo tempo, quando toglie una mezzala di sostanza come Crecco, per inserire Falletti, un fantasista, passando al 3-4-1-2. Non è un caso che subito la Ternana si affacci con più convinzione e pericolosità nell’area di rigore pontina, anche se la porta di Di Gennaro non corre grossi pericoli. Anche Iuliano dal canto suo opera un cambio, ma l’uscita anticipata di Alhassan (al suo posto Bruscagin) è dovuta a un infortunio.

LE PAGELLE DEI NERAZZURRI 

INIZIO DA BRIVIDI – Che sia una Ternana più convinta, lo conferma l’inizio della ripresa. In cinque minuti i padroni di casa vanno tre volte a un passo dal pareggio; e se al 2’ e al 3’ Di Gennaro è prodigioso sulle conclusioni di Falletti e di Avenatti, deve accendere un cero in onore del palo alla sua destra, che ricaccia l’imparabile conclusione di Avenatti, lanciato a rete da un clamoroso pasticcio di Brosco. Il Latina si desta a fatica, rispondendo dopo un quarto d’ora con la spizzata di Paolucci su bell’invito di Bruscagin, che si spegne di poco sul fondo.

SUPERIORITA’ NUMERICA – Da uomo in più a sciagura, il passo è breve per Falletti. Il fantasista uruguagio prima si fa ammonire a inizio ripresa, poi rimedia il secondo giallo al 20’ per simulazione, lasciando i suoi in inferiorità numerica. Con la Ternana in dieci, ma comunque costretta ad attaccare per cogliere il pareggio, Iuliano cerca di sfruttare gli spazi che logicamente si aprono in contropiede, inserendo Sowe per l’ex Litteri. Tuttavia, la Ternana continua ad attaccare in barba all’uomo in meno, mentre nelle file del Latina a tratti sembra crescere la paura di dar seguito a un digiuno di vittorie fuori casa che dura da ormai nove mesi. La formazione pontina si abbassa eccessivamente, consegnando ai padroni di casa la conduzione del match, e attaccando con poca convinzione nei frangenti in cui la Ternana tira il fiato. Migliorano le cose nella parte finale del secondo tempo, quando il Latina trova gli spazi per penetrare nella retroguardia avversaria. La premiata ditta Viviani-Valiani confeziona il gol che mette il lucchetto sul risultato, con un pregevole “dai e vai”, concluso dalla mezzala ex Siena con un perfetto esterno destro. Vince il Latina, la cura Iuliano comincia a funzionare seriamente. 

Tabellino

Ternana (3-5-2) Brignoli; Valjent, Meccariello, Popescu; Fazio, Gavazzi, Eramo, Crecco (39’pt Falletti) Vitale; Avenatti, Ceravolo. A disposizione: Sala, Piredda, Viola, Falletti, Bastrini, Dugandzic, Russo, Dianda, Palumbo. All. Tesser

Latina (4-3-3) Di Gennaro; Angelo, Brosco, Dellafiore, Alhassan (44’pt Bruscagin); Crimi, Viviani, Valiani; Ristovski, Litteri (22’st Sowe), Paolucci (43’st Figliomeni). A disposizione: Farelli, Criscuolo, Buohna, Ammari, Sowe, Jaadi. All. Iuliano

Arbitro: Minelli di Varese

Marcatori: 12’pt Alhassan (L), 42’st Valiani (L)

Ammoniti: Alhassan (L), Meccariello (T), Falletti (T), Vitale (T), Gavazzi (T),

Espulsi: 19’st Falletti (T) per doppia ammonizione

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tabù trasferta sfatato: Alhassan e Valiani decisivi, Ternana k.o.

LatinaToday è in caricamento