Buonaiuto si sblocca, ma non basta. A Trapani altro pareggio per il Latina

Secondo 1-1 consecutivo per i pontini che vanno sotto anche contro la squadra di Calori dopo 13' con Manconi. Al 39' la prima rete dell'ex Perugia su splendido assist di Insigne. Latina migliore solo nella seconda parte del primo tempo. Nella ripresa Jallow e Curiale sfiorano la vittoria

Come martedì scorso non cambia molto. Il Latina pareggia anche a Trapani, dopo essere passato in svantaggio, soffrendo soprattutto nel secondo tempo, e resta nella posizione che oggi gli varrebbe il playout (ma il Brescia ha una gara in meno, ndr). Un pari che non muove la classifica, che quasi certamente fa più male ai siciliani, ai quali una vittoria serviva e molto per tentare di accorciare il divario tra la zona retrocessione e quella playout. Vivarini potrà guardare il bicchiere mezzo pieno, perché anche oggi nel complesso la sua squadra ha fatto meno degli avversari. Ma in virtù della robusta penalizzazione in arrivo, battere le dirette concorrenti è una dettaglio da cui non si può prescindere.

PRIMO TEMPO – Si potrebbe quasi dividere la prima frazione in due mini tempi. Uno per parte. La prima parte è tutta ad appannaggio dei padroni di casa. Calori sceglie Rizzato in difesa sulla sinistra, risolvendo il dualismo Citro-Manconi, inserendoli contestualmente in campo a danno di Jallow. Vivarini invece esclude De Vitis, arretrando nuovamente Bandinelli in mediana, con il rientro di Insigne in attacco. Ma al di là delle scelte dei singoli a essere determinante è l’atteggiamento delle due squadre. E nell’approccio i siciliani si fanno senz’altro preferire. La partenza aggressiva della squadra di Calori sorprende un Latina fin troppo timido e dimesso. Il trio difensivo fatica a prendere le misure delle due mobili punte, Manconi in particolare, la cui giocata d’alta scuola sblocca il match poco prima che scocchi il quarto d’ora. Il tutto, un minuto prima che il Latina riuscisse a effettuare il primo cambio forzato per l’infortunio di Di Matteo (sostituito da Rolando). Seguirà un’altra decina di minuti in cui il Trapani continua con la sua gara fatta di aggressività e ritmi sostenuti, a fronte di un Latina in palese difficoltà. Alla distanza, però, la squadra di Calori paga dazio, allentando la pressione e lasciando campo al Latina, che con colpevole ritardo riesce a entrare in partita. A prendersi lo spartito per dirigere l’orchestra è Insigne jr, i cui movimenti a tutto campo sono di difficile lettura per la retroguardia trapanese. Il fratellino di Lorenzo è poi ispiratissimo e partorisce sempre qualcosa di interessante ogniqualvolta aziona il suo mancino. L’apertura a sinistra per Bruscagin (che di testa sbaglierà l’assist al centro) al 35’ è solo il prologo a quanto farà qualche minuto dopo, quando con il suo piede preferito confeziona un assist al bacio per la testa di Buonaiuto. Pareggio e prima rete stagionale per l’ex Perugia. A quel punto la storia della partita ha un solo narratore, che ha l’accento pontino. I nerazzurri assaltano la retroguardia trapanese, che si salva in pieno recupero ancora sul Buonaiuto, che arriva in leggero ritardo su un bel pallone di Bruscagin, non riuscendo a correggere in rete il pallone. Per Calori rabbia, tanta, a cui si aggiunge la preoccupazione per l’infortunio occorso a Coronado, che lascia il posto a Nizzetto.

SECONDO TEMPO – Come se avesse ricaricato le pile, il Trapani riparte a spron battuto. Con Citro e Maracchi la squadra di Calori si avvicina subito al raddoppio. È soprattutto sul fronte sinistro che i granata fanno male, con Rizzato e Barillà che creano più di qualche problema a Rolando, molto più a suo agio quando c’è da spingere che in fase difensiva. Non a caso l’azione più pericolosa per i pontini arriva grazie a una sua esaltante serpentina. Calori cambia l’intero reparto offensivo, inserendo prima Jallow (che tanto per cambiare giostra proprio sul versante più debole dei nerazzurri) e Curiale per Manconi. e Il Latina prova a chiudersi e a ripartire. Vivarini risponde con De Vitis per Bruscagin, e De Giorgio per Corvia, chiudendo con un abbottonato 4-4-2. Ma è il Trapani con lo scatenato Jallow e Curiale ad avere più motivi per recriminare. Per il Latina è il secondo 1-1 di file, e il 16° pareggio stagionale. Per uscire dalla zona calda serve di più.

TRAPANI (4-3-1-2) Pigliacelli; Fazio, Pagliarulo, Kresic, Rizzato; Maracchi, Colombatto, Barillà; Coronado (43’pt Nizzetto); Citro (18’st Jallow), Manconi (30’st Curiale). A disposizione: Guerrieri, Cason, Rossi, Curiale, Ciaramitaro, Visconti, Raffaello. All. Calori

LATINA (3-4-3) Pinsoglio; Brosco, Dellafiore, Garcia Tena; Bruscagin (27’st De Vitis), Rocca, Bandinelli, Di Matteo (13’pt Rolando); Insigne, Corvia (32’st De Giorgio), Buonaiuto. A disposizione: Grandi, Regolanti, Coppolaro, Mariga, De Giorgio, Jordan, Nica.  All. Vivarini

Arbitro: Ros di Pordenone

Marcatori: 12’pt Manconi (T), 39’pt Buonaiuto (L)

Ammoniti: Bandinelli (L), Brosco (L), Rolando (L)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Pontina: investito da un tir, muore un uomo di 43 anni

  • Coronavirus Latina, la curva sale ancora: 260 nuovi contagi in provincia. Tre i decessi

  • Coronavirus Latina: sono 169 i nuovi casi positivi in provincia. Altri tre decessi

  • Coronavirus Latina: nuovi casi ancora sopra i 200 in provincia. Altri 6 decessi

  • Coronavirus, contagi in risalita: 180 casi e ancora quattro decessi in provincia

  • Coronavirus Latina, altri 231 contagi. Ma non c'è alcun decesso nelle ultime 24 ore

Torna su
LatinaToday è in caricamento