Us Latina, iscrizione ok, ma sul progetto del nuovo centro sportivo è polemica

Eseguiti tutti gli adempimenti, come annunciato dall’Ad Natale Aprile, che ha anche parlato del nuovo centro sportivo da realizzare a Sermoneta. Pronta la replica del sindaco Damiano: “Progetto irrealizzabile. Si è trattato di uno spot pubblicitario”. E il mercato resta in una fase di stallo

Natale Aprile (ph. uslatincalcio,it)

“Quelli appena trascorsi sono stati giorni di duro lavoro, i tanti obblighi ravvicinati ci hanno tenuti molto impegnati. Sono lieto di comunicare che sono stati eseguiti tutti gli adempimenti verso i nostri tesserati”. Sono le parole di Natale Aprile, amministratore delegato nerazzurro.
Parole che tranquillizzano sullo stato delle finanze del club pontino, che sarà in grado di ottemperare alle varie scadenze, tra le quali quella fondamentale della fideiussione per l’iscrizione al campionato, che sarà depositata domani in occasione dell’assemblea di Lega.

NESSUNA CESSIONE – Stipendi e iscrizione, scogli affrontati e superati, non senza fatica, anche se Natale ci ha tenuto a precisare l’intenzione dell’attuale proprietà di continuare a fare calcio. Nessuna intenzione di cedere le quote come paventato da qualcuno, ma neanche chiusura netta verso chi intendesse offrire un serio contributo: “La proprietà attuale non è intenzionata a cedere le proprie quote. Questo non ci impedisce di restare aperti a qualsiasi proposta di collaborazione, tesa a fornrire un supporto per rendere ancora più esaltante il nostro progetto”.

CENTRO SPORTIVO – Smentite le voci su una fuga. Natale anzi rilancia, e annuncia il progetto centro sportivo. “Abbiamo intenzione di sviluppare il patrimonio della società a livello immobiliare, avendo già individuato nel Comune di Sermoneta uno spazio importante, per dar vita al progetto che rappresenterà la nuova casa dell’Us Latina”. Non tutte le nubi sono state spazzate. Pronta è giunta la risposta di Claudio Damiano, sindaco di Sermoneta che in una nota ufficiale ha parlato di progetto del tutto arbitrario, per il quale non c’è alcun iter avviato in Comune. Agli atti ci sarebbe solo una pec inviata dal presidente Maietta, che annunciava l’intenzione di acquistare un’area in zona Monticchio per realizzare il nuovo centro sportivo ma ”allo stato dei fatti non si comprende quest’annuncio di realizzazione della struttura, se non come uno spot pubblicitario, in quanto quell’area è agricola e non è possibile realizzare servizi privati”.

RITIRO E MERCATO – Poco più di due settimane all’inizio del ritiro estivo che si terrà a Castel Di Sangro dal 15 al 29 luglio. La squadra alloggerà all’Hotel Don Luis in località Piano Cardillo. Nessuna novità sul fronte mercato. La società deve prima vendere, per poter coprire i costi su certi giocatori, come Boakye, costato quasi un milione e mezzo, per il quale la società pontina deve ancora corrispondere la metà del costo del cartellino. Somma che dovrà essere coperta con alcune cessioni. La prima, potrebbe essere quella di Gianluca Litteri, 15 reti con la maglia del Cittadella dove ha giocato in prestito festeggiando la promozione in B. La punta catanese potrebbe essere riscattato proprio dalla formazione veneta, lo stesso giocatore non sarebbe molto propenso a tornare a Latina. Sul piede di partenza anche Najib Ammari, uno dei giocatori che ha più mercato, e la cui cessione consentirebbe al club pontino di monetizzare. Sul francoalgerino ci sarebbe il Chievo. Fari puntati anche su Mariga e Schiattarella, che piacerebbero molto a Simone Inzaghi, neo tecnico della Salernitana di Lotito. Rientrerà dal prestito Federico Moretti, dato che il Vicenza ha deciso di non esercitare il diritto di riscatto.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Pontina: investito da un tir, muore un uomo di 43 anni

  • Coronavirus Latina, la curva sale ancora: 260 nuovi contagi in provincia. Tre i decessi

  • Coronavirus Latina: sono 169 i nuovi casi positivi in provincia. Altri tre decessi

  • Coronavirus Latina: nuovi casi ancora sopra i 200 in provincia. Altri 6 decessi

  • Coronavirus, altri 209 contagi e tre morti in provincia. Boom di casi a Terracina

  • Morto dopo un inseguimento, la guardia giurata condannata a nove anni per omicidio

Torna su
LatinaToday è in caricamento