Le pagelle di Entella-Latina: Vivarini coraggioso, Buonaiuto decisivo

Il tecnico azzecca le mosse in corsa inserendo l'attaccante ex Perugia che decide il match. Grande prestazione di De Giorgio. Di Nardo e Maciucca, buona la prima

Cristian Buonaiuto

Una vittoria che quasi certamente servirà a poco, ma che almeno testimonia un dato di fatto: il Latina ci sarà fino alla fine. Perché una squadra che ha cuore e si rispecchia nel carattere del suo tecnico. Vivarini difficilmente ricorderà con piacere questa sua prima esperienza in serie B, ma nessuno, a cominciare da se stesso, potrà rimproverargli qualche mancanza dal punto di vista dell’impegno e del carattere. Restano da giocare quattro partite: la salvezza resta un miraggio. Un “lumicino acceso” come ha dichiarato Vivarini nel post gara. Servirebbero 12 punti e la coppia Trapani-Vicenza non dovrebbero farne più di cinque. C’è però la possibilità di togliersi qualche altra soddisfazione, magari con la possibilità di ammirare altri Criscuolo e altri Di Nardo.

Le pagelle  

LATINA (3-4-3) Pinsoglio 6,5; Bruscagin 6,5 Coppolaro 6,5 Garcia Tena 6,5; Nica 5,5 (18’st Buonaiuto 7) Mariga 6 (25’pt De Vitis 6) Bandinelli 6 Maciucca 6 (8’st Di Matteo 6); Insigne 6 Di Nardo 6 De Giorgio 7. A disposizione: Grandi, Varga, Pinato, An. De Vitis, Negro, Jordan. All. Vivarini 7

Pinsoglio 6,5 – Dopo settimane riscopre il piacere di mantenere la porta inviolata. L’imbattibilità se la costruisce anche grazie ad alcune ottime risposte, in particolare su Caputo.

Bruscagin 6,5 – L’emergenza lo riporta nei tre di difesa. Ed è lì che trova la sua dimensione. Neppure l’ammonizione a inizio gara lo frena.

Coppolaro 6,5 – Ci mette un po’ a carburare e a prendere le misure a Caputo. Ci riesce alla grande col passare dei minuti, senza finezze ma con molta concretezza.

Garcia Tena 6,5 – Finalmente una gara fatta di attenzione ed efficacia in fase di impostazione.

Nica 5,5 – Non è in grandi condizioni, ed è evidente dalla pesantezza dei suoi movimenti. Scarseggiano i suoi appoggi in fase offensiva. Logico l’avvicendamento (18’st Buonaiuto 7 – Dà ragione a Vivarini che col suo innesto va a cercare la vittoria. Bello il suo gol, così come la consapevolezza di essere stato per una volta concreto).

Mariga 6 – A piccoli passi sta ritornando a essere un giocatore di calcio. Parte bene, prima di capitolare per un muscolo carogna (25’st De Vitis 6 – Un’ora e poco più di legna accanto a Bandinelli. Alza un muro solido a presidio del reparto difensivo. Cerca anche la conclusione, ma forza e precisione sono rimaste a Latina).

Bandinelli 6 – Con Mariga prima e De Vitis ritrova la forza per dare equilibrio e giuste distanze tra i reparti.

Maciucca 6 – Ben protetto dal più esperto Garcia Tena si preoccupa di presidiare la sua fascia senza strafare, con la tipica diligenza degli esordienti (8’st Di Matteo 6 – Dura poco come esterno di centrocampo, perché Vivarini poi lo sistema in difesa quando passa al 4-2-3-1. E con i tanti attaccanti in campo lascia limita le scorribande).

Insigne 6 – Si accende lui e si accende tutto il Latina. Ha il dribbling, ma soprattutto la dote dell’ultimo passaggio. Se solo avesse più consapevolezza dei suoi mezzi sarebbe semplicemente Roberto, e non il fratello di Lorenzo.

Di Nardo 6 – Troppa timidezza, evidente in alcuni contrasti. Ma si impegna e tanto, e mette anche lo zampino nell’azione del gol. Gli va data fiducia, perché di materiale su cui lavorare ce n’è.

De Giorgio 7 – Il modo in cui arranca nel finale è encomiabile. Non è più fresco come una rosa eppure ha la forza e la voglia di battagliare come il più ‘cazzuto’ dei ragazzini. E poi c’è il piedino che aziona sempre al momento giusto. Bellissima una finta di corpo con la quale manda fuori giri ben tre avversari.

All. Vivarini 7 – Il paradosso vuole che il suo Latina vinca in una partita giocata meno bene rispetto a quelle con Bari e Salernitana. Da apprezzare le scelte iniziali e a gara in corso. Lancia due esordienti senza batter ciglio, ma ancora più apprezzabile è la scelta di inserire un attaccante in più, per andarsi a prendere i tre punti. Coraggio premiato, finalmente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Novembre 1985: l'atroce delitto di Rossella Angelico. Latina la ricorda intitolandole una rotonda

  • Maltempo, tragedia sfiorata: cade un albero su un'auto in transito

  • Operazione Astice secondo atto: nuovi arresti a Latina

  • Maltempo a Gaeta, “La Signora del Vento” danneggiata dalla forte mareggiata

  • Meteo a Latina: peggiorano le previsioni, l’allerta da gialla passa ad arancione

  • Terracina allagata e il maltempo non dà tregua: domani scuole chiuse

Torna su
LatinaToday è in caricamento