Le pagelle di Entella-Latina: Vivarini coraggioso, Buonaiuto decisivo

Il tecnico azzecca le mosse in corsa inserendo l'attaccante ex Perugia che decide il match. Grande prestazione di De Giorgio. Di Nardo e Maciucca, buona la prima

Cristian Buonaiuto

Una vittoria che quasi certamente servirà a poco, ma che almeno testimonia un dato di fatto: il Latina ci sarà fino alla fine. Perché una squadra che ha cuore e si rispecchia nel carattere del suo tecnico. Vivarini difficilmente ricorderà con piacere questa sua prima esperienza in serie B, ma nessuno, a cominciare da se stesso, potrà rimproverargli qualche mancanza dal punto di vista dell’impegno e del carattere. Restano da giocare quattro partite: la salvezza resta un miraggio. Un “lumicino acceso” come ha dichiarato Vivarini nel post gara. Servirebbero 12 punti e la coppia Trapani-Vicenza non dovrebbero farne più di cinque. C’è però la possibilità di togliersi qualche altra soddisfazione, magari con la possibilità di ammirare altri Criscuolo e altri Di Nardo.

Le pagelle  

LATINA (3-4-3) Pinsoglio 6,5; Bruscagin 6,5 Coppolaro 6,5 Garcia Tena 6,5; Nica 5,5 (18’st Buonaiuto 7) Mariga 6 (25’pt De Vitis 6) Bandinelli 6 Maciucca 6 (8’st Di Matteo 6); Insigne 6 Di Nardo 6 De Giorgio 7. A disposizione: Grandi, Varga, Pinato, An. De Vitis, Negro, Jordan. All. Vivarini 7

Pinsoglio 6,5 – Dopo settimane riscopre il piacere di mantenere la porta inviolata. L’imbattibilità se la costruisce anche grazie ad alcune ottime risposte, in particolare su Caputo.

Bruscagin 6,5 – L’emergenza lo riporta nei tre di difesa. Ed è lì che trova la sua dimensione. Neppure l’ammonizione a inizio gara lo frena.

Coppolaro 6,5 – Ci mette un po’ a carburare e a prendere le misure a Caputo. Ci riesce alla grande col passare dei minuti, senza finezze ma con molta concretezza.

Garcia Tena 6,5 – Finalmente una gara fatta di attenzione ed efficacia in fase di impostazione.

Nica 5,5 – Non è in grandi condizioni, ed è evidente dalla pesantezza dei suoi movimenti. Scarseggiano i suoi appoggi in fase offensiva. Logico l’avvicendamento (18’st Buonaiuto 7 – Dà ragione a Vivarini che col suo innesto va a cercare la vittoria. Bello il suo gol, così come la consapevolezza di essere stato per una volta concreto).

Mariga 6 – A piccoli passi sta ritornando a essere un giocatore di calcio. Parte bene, prima di capitolare per un muscolo carogna (25’st De Vitis 6 – Un’ora e poco più di legna accanto a Bandinelli. Alza un muro solido a presidio del reparto difensivo. Cerca anche la conclusione, ma forza e precisione sono rimaste a Latina).

Bandinelli 6 – Con Mariga prima e De Vitis ritrova la forza per dare equilibrio e giuste distanze tra i reparti.

Maciucca 6 – Ben protetto dal più esperto Garcia Tena si preoccupa di presidiare la sua fascia senza strafare, con la tipica diligenza degli esordienti (8’st Di Matteo 6 – Dura poco come esterno di centrocampo, perché Vivarini poi lo sistema in difesa quando passa al 4-2-3-1. E con i tanti attaccanti in campo lascia limita le scorribande).

Insigne 6 – Si accende lui e si accende tutto il Latina. Ha il dribbling, ma soprattutto la dote dell’ultimo passaggio. Se solo avesse più consapevolezza dei suoi mezzi sarebbe semplicemente Roberto, e non il fratello di Lorenzo.

Di Nardo 6 – Troppa timidezza, evidente in alcuni contrasti. Ma si impegna e tanto, e mette anche lo zampino nell’azione del gol. Gli va data fiducia, perché di materiale su cui lavorare ce n’è.

De Giorgio 7 – Il modo in cui arranca nel finale è encomiabile. Non è più fresco come una rosa eppure ha la forza e la voglia di battagliare come il più ‘cazzuto’ dei ragazzini. E poi c’è il piedino che aziona sempre al momento giusto. Bellissima una finta di corpo con la quale manda fuori giri ben tre avversari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

All. Vivarini 7 – Il paradosso vuole che il suo Latina vinca in una partita giocata meno bene rispetto a quelle con Bari e Salernitana. Da apprezzare le scelte iniziali e a gara in corso. Lancia due esordienti senza batter ciglio, ma ancora più apprezzabile è la scelta di inserire un attaccante in più, per andarsi a prendere i tre punti. Coraggio premiato, finalmente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sermoneta, dolore per la scomparsa della 17enne Angela. I suoi organi salveranno 5 vite

  • Coronavirus Anzio, tornano i contagi: tre nuovi casi registrati in città

  • Aggressione sulla pista ciclabile, l'arrestato al giudice: "Le ragazze mi avevano rubato il telefono"

  • Fiumi di droga dalla Spagna al sud pontino: 22 arresti. Armi e bombe per eliminare i rivali

  • Coronavirus: nessun caso in provincia, 13 nuovi pazienti nel Lazio e 58 guariti

  • Coronavirus Latina: nessun caso in provincia, 9 nel Lazio. Attenzione puntata sui voli internazionali

Torna su
LatinaToday è in caricamento