Lunedì, 15 Luglio 2024
Volley

Volley A3, colpo Sabaudia con Palmi: accesa ancora la speranza salvezza

Finale 3-1

Colpo Sabaudia. La formazione di Casalvieri batte Palmi 3-1 e tiene ancora accesa la speranza di salvezza con ancora un turno di gioco. "Devo fare i sinceri complimenti ai ragazzi perché hanno fatto una prestazione fatta di testa e di cuore ma non voglio che sia solo un discorso emotivo perché ho visto una pallavolo di qualità nella lettura del gioco e nell’interpretazione della gara – ha spiegato coach Fabio Martini in panchina con coach Daniela Casalvieri – Siamo stati bravi a cambiare durante l’evoluzione del gioco, quindi bravi noi ma bravi anche i nostri avversari che in questa partita ci ha messo in grande difficoltà ma che non s’è riuscita a esprimere il meglio per merito nostro. Ci tengo a fare i complimenti a tutti perché sono felice per la squadra: ora aspettiamo i risultati delle altre squadre e andremo a giocarci la partita a Casarano con una consapevolezza diversa che ci porterà a lottare fino all’ultimo punto per difendere con i denti questa categoria".

Il punto della vittoria è arrivato grazie a Gabriele Tognoni, il centrale del Sabaudia ha chiuso il quarto set con un primo tempo decisivo. "Abbiamo dimostrato quello che sappiamo fare e ce la siamo lottata alla grande contro una delle squadre più in forma del campionato in questo momento – ha chiarito Tognoni – Posso dire che è stata una vittoria meritata".

Con 32 punti totalizzati Luca Rossato è stato il top-scorer di una sfida che, comunque vada a finire la stagione, resterà come una delle più avvincenti e ricca di colpi di scena. Il Sabaudia vince il primo set ai vantaggi (26-24) anche se in avvio è il Palmi che parte forte (5-8) ma i padroni di casa restano aggrappati al set senza lasciare scappare gli avversari: Rossato è ispirato e trova due punti in successione, prima l’11-14 e poi il 12-14 dalla linea dei nove metri. Il Palmi è sempre avanti ma Zornetta punge da posto quattro (14-16) quindi gli avversari pasticciano e regala al Sabaudia il 15-16. Il Sabaudia è concentrato e impatta sul 18-18 costringendo il Palmi a chiamare il primo time-out a disposizione: al ritorno in campo gli avversari provano a scappare (19-21) e si fanno sentire a muro (20-23) costringendo la panchina del Sabaudia a ricorrere al time-out. Rossato non molla (21-23) e il video-check permette al Sabaudia di impattare di nuovo (23-23) per poi guadagnarsi il set-joint (24-23): Palmi annulla il primo ma Sabaudia non si scompone e si prende il set (26-24) grazie a Zornetta.

L’avvio di secondo set è molto equilibrato (4-4, 8-7, 9-9) e, nonostante si giochi praticamente punto a punto, il Sabaudia ha spesso il naso avanti arrivando al 12-10, il Palmi impatta sul 14 pari ma il Sabaudia spinge ancora (15-14). Il parziale continua a essere costantemente in equilibrio fino al 16-16 quando il Palmi piazza un break (16-20) che spezza in due il set. Il Sabaudia prova a riavvicinarsi (19-22) ma il Palmi si stacca fino al 20-24 e poi chiude i conti con il 20-25 che rimette il match in parità. 

Anche il terzo spicchio di partita inizia con il punteggio in sostanziale equilibrio (5-6, 7-8, 9-10) ma questa volta è il Sabaudia a dover inseguire il Palmi che però, dal 12-12, si stacca fino al 12-15 ma il Sabaudia risponde agli avversari con il contro-break di sei punti in successione che porta i pontini in vantaggio (18-15) e il pubblico del PalaVitaletti gradisce. Rossato passa da posto due (19-16) e Schettino piazza l’ace del 20-16 che costringe la panchina del Palmi a ricorrere al time-out: al ritorno in campo il Sabaudia sale fino al più cinque (21-16). Sabaudia è in fiducia (23-18) ma il Palmi trova tre punti in sequenza (23-21) costringendo i coach Casalvieri e Martini a chiamare il time-out con il Sabaudia che si lascia praticamente mangiare tutto il vantaggio accumulato. Ma non finisce qui perché Rossato si guadagna il set point e poi sono proprio i pontini a chiudere (25-22) alla prima occasione con un muro notevole di Molinari. 

Il Sabaudia inizia il quarto set con una fiammata (3-0) culminata con l’ace di Zornetta, poi continua a restare in vantaggio (6-4, 11-9). Scita è preciso per il 14-12 e Rossato prima trascina pontini fino al 15-12 poi l’attaccante del Sabaudia schianta a terra una ricezione imprecisa del Palmi che vale il 18-14. Nel momento migliore del Sabaudia gli avversari trovano la forza di annullare tutto il vantaggio (18-18) accumulato da Schettino e soci: i calabresi passano addirittura in vantaggio sul 18-20 grazie a un break di sei punti. Come in tutta la partita anche in questo finale emozionante il Sabaudia procede a strappi e si riporta addirittura avanti fino al 22-20 alternando momenti di grande incisività a cali piuttosto netti. Nel final l’apoteosi con Tognoni si guadagna il match point (24-20) e poi sempre il centrale dei pontini, con un primo tempo sontuoso, pianta a terra il 25-21 che vale il successo finale.

Sabaudia: Schettino 2, Zornetta 18, Tognoni 7, Rossato 32, Scita 5, Molinari 8, Catinelli 0, Meglio (L), Rondoni 0. N.E. Mastracci, De Vito, Malvestiti. All. Casalvieri
OmiFer Palmi: Marsili 5, Marinelli 3, Rau 12, Stabrawa 29, Carbone 3, Gitto 14, Cappio (L), Peripolli 1, D’Amato 0, Pellegrino 0. N.E. De Santis, Ferraccù, Miscione. All. Radici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley A3, colpo Sabaudia con Palmi: accesa ancora la speranza salvezza
LatinaToday è in caricamento