Giorno del Ricordo, omaggio del sindaco Coletta alla stele di Norma Cossetto

Deposto un omaggio floreale davanti la lapide. Primo cittadino di Latina: “Doveroso essere qui oggi. La violenza, da qualsiasi parte provenga, non ha bisogno di lettura politica”

(foto pagina Facebook del Comune di Latina)

Si celebra oggi, 10 febbraio, il Giorno del Ricordo, ricorrenza istituita dal Parlamento con legge del 2004 per ricordare i massacri subiti, tra il 1943 e il 1947 in Istria, da migliaia di vittime italiane uccise dai partigiani slavi di Tito e gettate nelle cavità carsiche, le foibe

Dopo la cerimonia di commemorazione di ieri, organizzata dal Comitato provinciale dell'Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia e a cui ha preso parte anche il Comune di Latina, questa mattina il sindaco di Latina Damiano Coletta ha deposto un omaggio floreale davanti alla stele in memoria di Norma Cossetto nell'area verde tra via Cimarosa e via Banchieri (ex Q4). 

“Era doveroso essere qui oggi - ha detto il primo cittadino - per fare una riflessione sul passato, su un altro orrore contro l'umanità. La violenza, da qualsiasi parte provenga, non ha bisogno di lettura politica. Latina è la città dei diritti di tutti e abbiamo il dovere di ricordare questi pezzi di storia in cui la dignità umana è stata calpestata. Perché non accada mai più”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Latina, 227 i contagiati in provincia. Nel Lazio 173 casi positivi in un giorno

  • Coronavirus Latina: 237 contagi in provincia, 195 casi positivi in più nel Lazio in un giorno

  • Coronavirus Latina: 193 i casi positivi nella provincia pontina, 1540 in tutto il Lazio

  • Terracina, 250 mascherine donate al Comune. Il biglietto: "Dal vostro concittadino Gabriele Orlandi"

  • Coronavirus Fondi: il termoscanner individua un positivo al Mof, 140 screening su casi sospetti

  • Coronavirus, prima vittima a Latina: era un dipendente dell'Inps. Morto anche un anziano di Fondi

Torna su
LatinaToday è in caricamento